Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 29, 2018 Sebastiano Scuderi 1154volte

I nodi vengono al pettine

La circolare emessa dalla FIDAL il 24 aprile cerca di chiarire la modifica della Regola 100 del RTI volta a rendere meno rigide le modalità di svolgimento delle gare su strada.

Che ci fosse bisogno di un adeguamento delle regole alla realtà era fuori di dubbio, il problema evidente è che non si hanno le idee chiare.

La modifica fa presente che le Regole devono essere applicate solo ai partecipanti della categoria èlite o alle categorie di età per le quali sono previste classifiche a premi o rimborsi, e qui casca l’asino.

Nella circolare della FIDAL si fa presente che la norma riguarda non solo le grandi manifestazioni, ma anche quelle a livello locale.

La caccia al “podista” da parte degli organizzatori ha portato a una proliferazione delle categorie dei Master in base alle fasce d’età, ogni cinque anni dai 35 agli 80 anni, per adesso, con classifiche e premi: dunque, praticamente, TUTTI rientrano nelle Regole, i tesserati e i possessori di Runcard.

E’ forse giunto il momento di un radicale cambiamento, come sostengo da anni occorre dividere le categorie esistenti in TRE settori:

Dilettanti comprendenti le categorie giovanili da Esordienti a Cadetti, Amatori, da 23 a 39 anni, e Veterani da 40 a 99 anni categoria unica, tesseramento con FIDAL ed EPS

Semiprofessionisti: Allievi e Master da 40 a 99 anni divisi per fasce

Professionisti: Juniores, Promesse, Seniores da 23 a 39 anni, limite superabile con tempi di riferimento, o, meglio, come nel tennis, formando un ranking in base ai risultati; tutti rigorosamente tesserati solo FIDAL.

Solo così si può definire con chiarezza e a priori, come chiede la circolare, chi deve rispettare le Regole, professionisti e semiprofessionisti, e chi, invece, dilettanti, può permettersi delle “divagazioni”, sempre nel rispetto della decenza, come ad esempio non vestire la maglia sociale, usare le cuffiette, avere l’indicazione del real time; restano comunque vietati gli animali, mentre la partecipazione di carrozzine e l’uso di bacchette dei Nordic Walking devono essere contingentati perché il primo e più importante requisito di una manifestazione è la sicurezza.
Sotto trovate il link per scaricare la circolare

 

 

 

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina