Stampa questa pagina
Apr 22, 2019 868volte

Gennaro Gattuso parla come un runner

Gennaro Gattuso parla come un runner Foto: www.sosfanta.calciomercato.com

Chiariamo subito che non siamo tifosi della sua squadra, ma non possiamo fare a meno di ammirare la sportività di Gennaro Gattuso che nelle sue dichiarazioni riesce ad essere sempre bilanciato e non cerca mai una scusa in caso d’insuccesso. Lui è un ragazzo forte che ha lasciato la sua terra ancora minorenne per cercare fortuna all’estero come calciatore. E ci è riuscito. Malgrado il tasso tecnico non fosse di primissima qualità, ma peraltro nemmeno così scadente come si voleva far pensare. Altrimenti non diventi campione del mondo in nazionale. Oltre che campione d’Europa e d’Italia per club. La vita da allenatore, prima di ritornare al Milan, è stata piuttosto problematica. Ha avuto a che fare con piccole società. Con proprietà spesso assenti, per non dire latitanti. Eppure ha sempre tirato dritto per la sua strada, facendo con quello che aveva a disposizione, lui abituato a ben altri mezzi. Talvolta pagando di tasca propria gli stipendi ad alcuni giocatori in difficoltà economiche.

Perché parliamo di lui? Per un piccolo, quanto gradevole episodio per noi podisti. Perché recentemente, in una conferenza stampa, quelle lunghissime ed interminabili sessioni dove bisogna essere diplomatici, ma non noiosi, Gattuso ad un certo punto se n’è uscito con una similitudine, parlando di come correre a cinque al chilometro, del fatto che se vuoi andare più forte di dodici all’ora lo puoi fare soltanto se poi sei in grado di mantenere un certo ritmo, altrimenti vai incontro ad una crisi. Insomma, sembrava di sentire un coach di atletica più che il mister calcistico. Gennaro, ci stai ancora più simpatico.