Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 29, 2018 Giorgio Pesenti 287volte

Zegama - Paesi Baschi (Spagna) – Zegama Aizkorri 2018

Passaggio Denisa Ionela Passaggio Denisa Ionela Foto Giorgio Pesenti

Domenica 27 maggio, 500 corridori della montagna, alle ore 9 in punto dalla piazza principale di Zegama, nei Paesi Baschi (Spagna) hanno iniziato la loro sfida al fango delle montagne basche. La gara di Zegama sta diventando il primo palcoscenico montano top delle gare internazionali di skyrunning e quindi l’azienda leader della mountain running, la Salomon, ha preso in carico questa corsa in modo assai deciso e denso di contenuti sportivi e commerciali.
La gara di Zegama, oltre a essere la seconda tappa delle World Series ISF, è stata la gara di apertura del circuito Salomon trail Gold e scrutando l’operato di questa azienda mi è sembrato di capire che abbia voglia di prendere decisamente in mano tutto il movimento dello skyrunning e della corsa in montagna in generale con un dispiegamento di forze e mezzi molto deciso e senza risparmio di risorse.
L’edizione 2018 di Zegama si è sviluppata come sempre sul classico percorso di 42 km, per un dislivello complessivo di 5.472 metri. Le pre iscrizioni si sono chiuse con numeri da paura e le domande di partecipazione sono arrivate a quota 8.767 corridori, un numero veramente da capogiro!! E’ anche doveroso considerare che tutto questo contesto, assai positivo per la corsa in montagna nei Paesi Baschi, è dovuto all’amore per l’agonismo sulle vette pirenaiche del popolo basco; non esagero, ma gli spettatori disseminati sul tracciato si aggiravano intorno alle centomila unità, e si sono viste famiglie intere che hanno trascorso la giornata incitando tutti gli atleti.
La gara più combattuta è stata quella femminile dove, per buona parte di gara, le Salomon Emelie Forsberg, Orgue Laura e Nilsson Ida, hanno messo a ferro e fuoco il gruppo delle top mentre dietro a questo trio inseguivano la Scott Ruth Croft e la Valetudo-Serim Denisa Ionela. Nel finale la Nilsson superava la Orgue e tagliava il traguardo per prima, seconda la Orgue e terza la Croft. Meritatamente quarta, la campionessa rumena Dragomir Denisa già vincitrice quest’anno di molte gare di valore. Per la Valetudo-Serim dodicesima la campionessa europea di skyrace 2017, Mutter Ingrid e 24^ la brava Cecilia Pedroni e una incredula Arrigoni Giuliana che si è aggiudicata la classifica master.
Nella Zegama maschile c’è stato il dominio assoluto dello svizzero, targato Salomon, Remi Bonnet, argento per il norvegese Stian Vik Angermund e terzo il polacco Bartolomei Predwojewsk. Grande gara per il piemontese Minoggio Cristian, punta del Valetudo-Serim by Racer, che con una rimonta finale da manuale ha agguantato la decima posizione e quindi primo degli Italiani.
Buone le prestazioni del Valetudo-Serim Szabolcs Gyorgy e del Falco di Lecco, Brambilla Danilo. Ha partecipato alla trasferta in terra basca anche Bazzana Fabio, ma l’atleta Valetudo-Serim ha dovuto abbandonare la competizione per un problema fisico.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina