Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Dic 18, 2018 979volte

Modugno (BA) - 4^ Natale in Corsa

La partenza La partenza Foto Roberto Annoscia

16 Dicembre - Quale occasione migliore di porgersi gli auguri di Natale in corsa? Ecco, forse è proprio questo il motivo per cui quattro anni fa gli amici de La Pietra di Modugno decisero di dar vita al loro evento podistico, per unire una sorta di festa prenatalizia con il piacere di correre e gareggiare…

E, come ogni anno, il rito si è ripetuto e consumato, come ogni anno ci ha accolto l’aria gelida tipica del Natale, in una giornata comunque soleggiata; del vento ne avremmo fatto volentieri a meno, ma non si può avere tutto dalla vita.

La Natale in corsa chiude il circuito provinciale “Terra di Bari”, rappresentando la 12^ ed ultima tappa, quella insomma che assegna lo “scudetto”.

Location spostata di una Piazza, dalla tradizione Piazza Sedile – occupata dalle bancarelle della Coldiretti – si è passati in piazza Garibaldi, con ovvia modifica del tracciato, che ci sottrae il passaggio intermedio e, considerato un tratto impraticabile, diviene di circa 9 chilometri.

L’inconveniente delle gare in centro a Modugno è il parcheggio: davvero non è facile trovarlo, nelle strade e stradine, in tanti lasciamo la vettura a circa un chilometro di distanza dal punto di ritrovo.

Sempre efficienti gli amici organizzatori che svolgono celermente le operazioni di distribuzione di pettorali e chip, garantendo a tutti i partecipanti (648 gli iscritti) di poter essere liberi per prepararsi in tempo per la partenza prevista per le ore 9.00.

Sei euro la tassa d’iscrizione per un pacco gara – consegnato dopo l’arrivo – contenente integratori e prodotti alimentari; interessante il ristoro post gara, ma ne parleremo dopo.

A disposizione degli atleti la doppia struttura di bagni pubblici centrali, qualche problema per le signore che fanno ricorso a quelli dei bar.

Intanto, mentre i podisti cominciano le operazioni di giustificatissimo riscaldamento dei muscoli, la polizia municipale provvede a rimuovere le auto che hanno – nonostante gli avvisi- parcheggiato sul viale di partenza: per i distratti automobilisti non sarà un bel Natale!

L’arco di partenza levato riporta il logo della Asd Ciclo Sport Modugno, con i ciclisti che faranno da apripista e scorta per i podisti per tutta la manifestazione, in piena e totale collaborazione, come più volte sottolineerà il volitivo speaker delle manifestazioni targate “La Pietra”, Giuseppe Zambetta.

E a proposito della società organizzatrice, si celebra quest’anno il decimo anno di vita del sodalizio, una società semplice ma valida, senza grossi numeri ma con tanta amicizia ed unità.

Passano i minuti, gli atleti cominciano a sistemarsi dietro la linea di partenza, una breve dimostrazione fitness contribuisce a tener caldi gli atleti, in attesa della partenza.

Compattati e sistemati dietro la linea di partenza i partecipanti, giunto l’ok dal percorso, lo speaker si prepara a celebrare il compleanno della società, ma il giudice starter lascia partire quasi improvvisamente il colpo di via, con gli atleti ad invadere le strade cittadine.

Al via anche un centinaio di liberi, peccato che uno di questi, poco avvezzo alle regole del podismo e alle traiettorie, mi travolga mentre scatto le tradizionali foto della partenza, per fortuna resisto all’impatto, resto verticale e riprendo, il bufalo impazzito vestito con un kway giallo prosegue la sua corsa, senza nemmeno scusarsi…  

Oltre il freddo e il vento, gli atleti dovranno affrontare due salite, un tratto di sterrato, ma godranno dei profumi del Boschetto, sempre piacevole. Piacevole anche il tratto cittadino, anche se la partecipazione del pubblico è davvero scarsa. Tracciato quindi veloce ma non velocissimo, facile ma non facilissimo, affrontato da tanti in maniera quasi distesa, con arrivi di gruppo, in abiti natalizi, in posa regalata al fotografo, trovandoci oramai all’ultimo impegno agonistico del 2018.

Già in preparazione invernale, già rodato, Vincenzino Grieco saluta la canotta della Barile Flower Terlizzi regalandosi un altro successo in 29:47: voglio bene a questo ragazzo, lo conosco da quando era un ragazzino, sempre educato, sempre gentile e speriamo ancor più forte e tenace!

Secondo posto per Rodolfo Guastamacchia (Atleticamente Modugno), in 29:56, che conclude in evidenza questo 2018, pietra miliare nella sua vita. Terzo gradino del podio appannaggio di Luigi Catalano (Barile Flower Terlizzi), esploso in questa seconda parte di stagione, sempre nelle primissime posizioni, in 30:22.

Salvatori di podisti “in panne” (il primo massaggiatore, il secondo osteopata), entrambi con la canotta verde della Pedone Riccardi Bisceglie, Sabino Gadaleta è quarto in 31:35, Giuseppe Garofalo sesto in 31:50; tra di loro l’ottimo Fabio Gervasi (Atletica Castelnovo ne’ Monti), quinto in 31:38.

Settimo posto per il rientrante El Houcine Zaid (Amatori Atletica Acquaviva), un nome che spaventerà tanti, in 32:32; ottavo il combattivo Nicola Bellomo (Dynamyk Fitness Palo del Colle) in 33:09, nono l’esplosivo Antonio Di Nunno (Pod. Canusium 2004) in 33:09, decimo il determinato Michele Tedone (Amici Strada del Tesoro Bari), in 33:12.

Al femminile, terza vittoria consecutiva nel mese di dicembre per Daniela Tropiano (Atletica Monopoli), che si afferma in 35:45, 57^ assoluta, dimostrando tutta la sua forza interiore ed atletica, oltre alla simpatia che la fa voler bene da tutti. Secondo posto per la splendida Silvana Iania (Free Runners Molfetta), sempre competitiva, in 36:51, con la vivacissima Milena Casaluce (Nuova Atletica Bitonto), mai doma, terza in 37:12. 

In piena crescita, Annarita Cazzolla (Bitonto Runners) è quarta in 38:54, sulla grintosa Maddalena Carella (La Fenice Casamassima), quinta in 39:08, e sulla capace Alessia Bechi (CUS Bari), sesta in 39:32. Superato un momento di difficoltà, Nicoletta Ramunno (Montedoro Noci), torna a posti che più le competono ed settima in 39:45, davanti alla determinata Maria Rosa Valerio (Quelli della Pineta Bari), ottava in 39:51, alla superscattante Emoke Csilla Pummer (Free Runners Molfetta), nona in 40:21, e alla bravissima Stefania Antonaci (Bio Ambra New Age Capurso), decima in 40:24.

581 i finisher, chiudono Luisa Sciannamea (Bitonto Sportiva) in 1h09:54 e supernonno Vincenzo Mirizzi (Amatori Putignano) in 1h20:03.

Ma, comincia ora il momento più bello e più atteso, la pasta è cotta, i ceci pure, il vino è un primitivo amabile e allora si può prendere parte alla festa: fumanti piatti di pasta e ceci vanno a far riprendere forze e colore ai partecipanti, persino il timido sole è ore più forte in cielo.

Si mangia, si ride, si scherza, si fanno previsioni per l’anno prossimo, si confidano segreti, ma bisogna chiudere con la cerimonia di premiazione.

E così, con la musica del bravo dj che indice a ballare non foss’altro per riscaldarsi, sono chiamati sul palco prima Tropiano e Grieco, che ricevono i meritatissimi premi e i giusti applausi.

Si prosegue con i meritevoli delle varie categorie, per tutti una confezione natalizia di vario contenuto secondo la posizione, per poi fermarsi un attimo…

E’ la giusta celebrazione per il presidente Mimmo Caporusso, che vuole accanto a sé, oltre a tutti i soci de La Pietra, Nicola Petranca, atleta della DOF Turi: Mimmo e Nicola hanno la cosiddetta malattia di Parkinson, ma non hanno timore a dirlo, anzi l’affrontano con tutta la forza e il rispetto possibile… Piange Mimmo, ruggisce Nicola, tutti noi applaudiamo, ma dentro ciascuno piange, piange ed apprezza questi signori, i veri vincitori di una gara chiamata vita!

E per alleggerire il momento, si passa al sorteggio di un viaggio-pettorale per la RomaOstia, messo in palio da Vivi e Sorridi, l’agenzia barese di Vito Viterbo: un solo numero ed ecco il vincitore, è il marciatore-podista di Andria, classe 1941, Michele Torre: buon viaggio Michele! 

Ma bisogna concludere la cerimonia, che prosegue sempre alla presenza del Vice Presidente del Consiglio Regionale, Peppino Longo, del sindaco di Modugno, Nicola Magrone, e del Comandante della locale Polizia, Luigi Di Caterino: è il turno delle società per numero complessivo di arrivati, vince la Amici Strada del Tesoro Bari (che si aggiudica anche il primo posto del Trofeo Terra di Bari) con 45 finisher, su Atleticamente Modugno (33) e Bitonto Sportiva (28).

I ringraziamenti a tutti i volontari, a tutti i collaboratori e la festa è finita, La Pietra fa il suo giusto brindisi e può celebrare l’ennesima riuscita di questa manifestazione.

E, allora, posso andar via contento anch’io, come volete da me, a me il Natale in Corsa piace di più!  

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina