Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 17, 2019 520volte

Maratona di Varsavia, record della corsa per Sheila Jerotich

L'arrivo record di Sheila Jerotich L'arrivo record di Sheila Jerotich Foto Organizzatori

14 aprile - La 7^ edizione della Orlen Warsaw Marathon, IAAF Silver Label road race, registra i successi dell’etiope Regasa Mindaye e della keniota Sheila Jerotich.

La gara maschile si è decisa allo sprint con Mindaye che ha prevalso sul keniota Ezekiel Omullo, affermandosi in 2:09:42; in campo femminile, netto il dominio di Jerotich che ottiene il record della corsa in 2:26:06, aumentando decisamente nella seconda parte della gara (negative split) ed infliggendo più di un minuto e mezzo di distacco alla connazionale Antonina Kwambai.

Tra gli uomini, il passaggio al 10° km è avvenuto in 30:28, mentre alla mezza, con il gruppo di testa già ridotto a tre atleti (il campione uscente Omullo, Mindaye e l’etiope Werkunesh Seyoum), si è transitati in 1:04:05, con già mezzo minuto di vantaggio sugli inseguitori tra cui l’eritreo Berhane Tsegay e il polacco Marcin Chabowski.

Nonostante il ritmo si sia un pochino rallentato nella seconda parte, il vantaggio del trio di testa al 30° km è salito ad un minuto, per arrivare ad oltre un minuto e mezzo al passaggio del 35° km, avvenuto in 1:47:31.

Ma Seyoum ha ben presto rallentato, lasciando Mindaye e Omullo a contendersi il successo: i due sono rimasti insieme fino a 300 metri dal traguardo, quando lo sprint dell’etiope ha lasciato dietro il campione uscente.

Mindaye ha così inflitto un distacco di 7 secondi ad Omullo, secondo in 2:09:49, realizzando il nuovo personale (migliorato nettamente il precedente di 2:10:51). Seyoum è giunto terzo, esattamente ad un minuto dal vincitore, in 2:10:42. Quarto posto e titolo nazionale per Chabowski, che ha tagliato il traguardo in 2:13:10.

La gara femminile ha visto da subito condurre un gruppo formato da cinque atlete: le keniote Jerotich, Kwambai e Gladys Yator, le etiopi Fantu Zewude Jifar e Hemila Wortessa; il passaggio alla mezza, in 1:13:09, le vedeva in vantaggio di oltre un minuto sulle inseguitrici.  
Yator e Zewude hanno presto rallentato, imitate da Wortesa: rimaste sole in testa, Jerotich e Kwambai sono transitate al 30°km in 1:44:15, con 42 secondi di vantaggio sulle dirette rivali.

Poco prima del cartello del 35° km, si decide la gara: Jerotich allunga decisa correndo la frazione tra il 35° e il 40° in 17:06. Ormai sicura della vittoria, Jerotich continua a spingere fino a tagliare il traguardo in 2:26:06, che migliora di 19 secondi il precedente limite della corsa, stabilito da Fatuma Sado nel 2015, e il PB (precedente 2:27:34).

Kwambai chiude seconda nell’ottimo 2:27:43, terza è la bielorussa Nina Savina in 2:29:06 (PB), con la ucraina Viktoriya Kalyuzhna, anch’essa al debutto, quarta in 2:30:04. Ritirata la Wortesa.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina