Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 02, 2018 Comitato Organizzatore Telethon 181volte

Grande successo per la 19^ Staffetta Telethon 24x1 ora di Udine

Grande successo per la 19^ Staffetta Telethon 24x1 ora di Udine Comitato Organizzatore

L'evento di sport e solidarietà chiude con un consuntivo eccellente: 460 le squadre in pista, per un totale di oltre 11.000 atleti; 1.300 gli studenti impegnati nella Staffetta Scuole 

UDINE - Successo pieno. La Staffetta Telethon 24 per un'ora di Udine segna un nuovo record, totalizzando 460 squadre, e si conferma così manifestazione dalla fortissima capacità attrattiva, a dimostrazione di come l'importante messaggio di solidarietà alla base della due giorni si sia ormai radicato nel cuore della gente friulana, e non solo. L'edizione 2017 dell'evento, la 19esima, in programma il 2 e 3 dicembre, ha impegnato in un'autentica maratona solidale oltre 11 mila persone. Folta anche la rappresentanza studentesca: alla Staffetta Scuole, infatti, hanno partecipato 1.300 ragazzi.

Il presidente del Comitato Udinese Staffette Telethon, Venanzio Ortis, ha rivolto un sentito ringraziamento allo ‘squadrone’ che ha garantito la buona riuscita dell’evento: "Grazie alle istituzioni, dalla Regione al Comune di Udine, ai tantissimi volontari, alle associazioni e alle Forze dell'ordine, che hanno vigilato sulla sicurezza dell'evento, e ai numerosi sponsor privati. La macchina organizzativa si è confermata efficiente, capace di gestire al meglio un weekend dai grandi numeri. E' stata una 24 ore da record, sia sul piano delle adesioni sia su quello della ‘compostezza’ dei partecipanti, ingrediente fondamentale per far sì che la manifestazione non registrasse alcun intoppo". Nella logistica ha avuto un ruolo determinante l'Associazione Maratonina Udinese.

Bisognerà pazientare ancora qualche giorno per conoscere l'entità delle donazioni. In attesa della chiusura ufficiale del contatore, va ricordato che nel 2016 la Staffetta friulana (al via c’erano 453 squadre) ha permesso di raccogliere e devolvere interamente alla ricerca scientifica coordinata dalla Fondazione Telethon ben 209.304 euro. Il totale accumulato nel corso delle 18 edizioni precedenti ha superato quota 1.500.000 euro.

PERSONALITA' IN PISTA. La Staffetta si è aperta e chiusa con testimonial d'eccezione, lanciata all'avvio dal campione Alex Zanardi e da Laura Bassi e accompagnata al capolinea dalla campionessa olimpica Manuela Di Centa, che ha sfrecciato per le vie di Udine nell'ultima ora. Non ha voluto mancare all'appuntamento, inoltre, l'ultramaratoneta veneto Nicola Bottosso.

GLI IRONMAN. Menzione dovuta per gli ironman della Staffetta, ovvero per i podisti che hanno corso l’intera 24 per un’ora: sono 14 e rispondono ai nomi di Massimo Martella (primo, con 122 giri), Cesario Barone (secondo, con 121), Vanda Beltrame (in terza posizione, con 120 giri), Nives Buzzi, Gianluca Pagazzi, Raffaele Stumpo, Elisa Cassan, Denis Treu, Roberto Carniel, Giuseppe De Masi, Aldo Maranzina, Laura Milani, Priscilla Parascandolo, Marco Di Just. Ha corso invece buona parte della Staffetta la grintosissima maratoneta Silvia Furlani, esempio di determinazione, tenacia, fiducia: pur affetta da sclerosi multipla, continua a cimentarsi in impegnative prove sportive ed è da poco rientrata dal Cammino di Santiago. La 24 per un'ora udinese è, per lei, appuntamento imperdibile.

PREMIO SPECIALE A JACOPO. Il Comitato organizzatore Staffette Telethon e il Comune di Udine hanno voluto conferire un riconoscimento speciale al giovane Jacopo, il 14enne friulano affetto da distrofia muscolare di Duchenne che ha introdotto l'apertura della 24 per un'ora, sabato pomeriggio, con un giro d'onore sul circuito sulla sua carrozzina elettrica, scortato da un gruppo di campioni delle due ruote fra cui i fratelli Braidot, Alessandro De Marchi, della Nazionale italiana ciclismo, e Michele Pittacolo, campione paralimpico. Alla sua accompagnatrice ufficiale, in rappresentanza di tutti gli sportivi che hanno "scortato" il ragazzo, è andato invece il Premio Fair Play.

CLASSIFICHE. Per quanto la 24 per un'ora udinese non sia una corsa agonistica e lo spirito sia quello della partecipazione nel segno della solidarietà, va dato onore al merito delle squadre distintesi nella prova. Citiamo le prime dieci: in testa alla classifica, per numero di chilometri percorsi, si colloca il Fvg Triathlon Team, con 261 giri; in seconda posizione i Vigili del fuoco interregionali (257), in terza l'Atletica Monfalcone. Seguono, ex aequo, Azzano Runners e Avis Casarsa - San Giovanni (240 giri), Libertas Porcia, Friulrunners, Atletica Leone San Marco, Donatori di Sangue e, al decimo posto, Idea Prototipi.

CAROSELLO DI EVENTI. Numerosi gli eventi collaterali che hanno scandito e impreziosito la due giorni, che anche quest'anno ha potuto contare sulla presenza degli arrotini della Val Resia, dei marcherai di Tarcento e dello Sweet Team Aniad Fvg, il quale ha invitato tutti a pedalare per illuminare la scritta "Ricerca": hanno presenziato all'apertura dell'iniziativa il sindaco Furio Honsell e l'assessore Raffaella Basana, seguiti dall'assessore regionale alla salute Maria Sandra Telesca, che ha anche voluto dare personalmente luce alla ricerca pedalando, appunto. Lo stesso hanno fatto il pro-rettore vicario dell'Università degli Studi di Udine, Roberto Pinton, e il responsabile dell'Unità operativa malattie rare dell'Asui di Udine, Bruno Bembi. A chiusura della Staffetta Telethon lo Sweet Team ha consegnato al Comitato organizzatore un assegno in formato maxi che certifica il totale dei KW prodotti dalla pedalata per la ricerca.

Tantissimi, poi, i gruppi musicali coinvolti nella due giorni: con le proprie performance hanno vivacizzato la 24 ore, alternandosi in un'autentica staffetta in note, piacevole corollario alla staffetta su strada.

 

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina