Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Giu 17, 2019 Ufficio Stampa Evento 306volte

Paluzza (UD) – 12^ International Sky Race Carnia

Il vincitore Il vincitore Foto Ufficio Stampa Evento

16 Giugno - Questa mattina, i monti della Carnia illuminati da un sole estivo sono stati teatro della 12^ edizione dell’International Sky Race Carnia. Rok Bratina, portacolori del Team Aldo Moro Paluzza, ha dominato sin dalle prime fasi di gara, incrementando via via il suo vantaggio sino a tagliare il traguardo della Skyrace in perfetta solitudine con oltre sei minuti di vantaggio.

La gara, con una lunghezza di 24.500 metri e un dislivello positivo di 2004 metri, organizzata dall’US Aldo Moro, ha assegnato i titoli italiani Assoluti, Under23 e Master, disciplina SKY, per la F.I.Sky. (Federazione Italiana Skyrunning), facendo vestire la maglia tricolore a Bratina e Silvia Rampazzo.

Subito dopo la partenza Rok Bratina ha tenuto alto il ritmo, prendendo poco dopo un buon margine su Daniele Cappelletti e Tiziano Moia, vincitore a Paluzza lo scorso anno. Al passaggio del Rifugio Marinelli il battistrada viaggiava già con qualche minuto di vantaggio. Al Passo Monte Croce Carnico è stato sempre Bratina a transitare in prima posizione, nella salita verso le trincee delle prima Guerra Mondiale di Pal Piccolo e di Pal Grande il portacolori del Team Moro  si è avvantaggiato ulteriormente.
La prima posizione è stata consolidata nella discesa finale che conduceva verso i laghetti di Timau dove era posto lo striscione d’arrivo. Rok Bratina ha chiuso con il tempo di 2:39’31’’. In seconda posizione con il tempo di 2:45’37 si è classificato Daniele Cappelletti (Skyrunning Adventure) mentre Tiziano Moia, (Gemona Atletica) è salito sul terzo gradino del podio.

In campo femminile l’atleta azzurra Silvia Rampazzo ha dominato dall’inizio alla fine la Sky Race; alle sue spalle Martina Spangaro e Lucija Krkoc. La Rampazzo ha chiuso con il tempo di 2:59’:06’’, vestendo così anche il tricolore. Martina Spangaro e Lucija Krkoc sono rispettivamente seconda e terza.

Nella prova a staffetta sia in campo maschile sia in campo femminile è stata la compagine dell’Aldo Moro a vincere. Tra gli uomini è stata la squadra formata da Giuseppe Della Mea e da Alessandro Morassi a dominare con il tempo di 2:53’37’’. Anna Finizio e Paola Romanin fermando il crono i 3:27’02’’ vincono la staffetta femminile. Nella staffetta mista vittoria per il team di Hervis Villach formato da Peter Paul Oberguggenberger e da Petra Zemeter.

Per la buona riuscita della manifestazione, oltre ai volontari del Soccorso Alpino civile, l’International SkyRace Carnia si è avvalsa della collaborazione degli uomini del Soccorso della  Guardia di Finanza e dei Carabinieri, della Protezione Civile che mette a disposizione anche l'elicottero per l'assistenza e il soccorso, della Forestale Regionale, dell'A.N.A., del C.A.I.,  dell' 8° Reggimento Alpini di sede a Venzone e Cividale del Friuli e di quattro medici volontari dislocati sul percorso di gara.

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina