Stampa questa pagina
Ott 22, 2019 1455volte

Milano – 2^ CorriBicocca, Mandelli marca la Epis!

Arrivo Giovanna Epis Arrivo Giovanna Epis Foto di Roberto Mandelli

SERVIZIO FOTOGRAFICO - Milano 20 ottobre - Si è corsa la 2^ CorriBicocca e l’edizione 2019, rispetto alla gara voluta l’anno scorso dall’Università Bicocca per festeggiare i suoi “primi vent’anni”, possiamo dire abbia mantenuto solo il nome e il Cus Milano come partner per l’organizzazione.
La prima grande novità è stata lo spostamento della manifestazione dagli spazi davanti all’ateneo al nuovissimo Bicocca Stadium che, inaugurato a fine settembre, è stato il centro della gara con tutta la logistica, dalla segreteria al deposito borse, dal ristoro agli spogliatoi, ospitata negli ampi spazi a disposizione che sono stati affollati dai 2500 partecipanti alle tre corse in programma: la 10k competitiva, la 10 e 5k non competitive, e la gara a squadre sempre sulla distanza di 5 km.
Nuovo anche il percorso di 5 km, con partenza in viale Sarca, che i partecipanti alla competitiva hanno dovuto compiere due volte mentre l’arrivo era per tutti sulla pista di atletica nuova fiammante.
Pessime le previsioni meteo alla vigilia, però  smentite dai fatti, tanto chesolo una leggera pioggia è caduta a tratti non disturbando particolarmente la voglia di divertirsi dei partecipanti, soprattutto dei non competitivi.
Partenza alle 10,00 per la 10 e la 5 km, mentre la gara a squadre è partita dopo circa 15 minuti.
Fra i partecipanti che si stavano scaldando nel pregara, spiccava la presenza di Giovanna Epis, l’atleta nazionale italiana, reduce dai mondiali di Doha: su di lei obiettivo puntato, quasi fisso, di RobertosuperclikMandelli.
Al termine del primo giro al comando della gara maschile è passato un terzetto di atleti che generalmente non frequentano le gare del milanese, mentre la Epis, che passava nelle prime posizioni assolute, era già saldamente al comando della gara femminile scortata dal rientrante Dario Rognoni (bentornato!).
La gara maschile si è decisa nel secondo giro col modenese Riccardo Tamassia che ha prodotto l’allungo decisivo accumulando un leggero vantaggio che ha poi mantenuto fino al traguardo, ha tagliato dopo 30’43” di gara. Secondo posto per Samuele Madolago in 30’55” e terzo posto per il più veloce del Cus Milano, Valerio Patanè, con un crono di 31’10”.
All’entrata in pista, Dario Rognoni si è scansato e ha lasciato che Giovanna si scatenasse nello sprint finale, che le è valso il sesto posto assoluto,  e quello di prima donna in 33’16”. Seconda, staccata di quasi tre minuti, Sarah Giomi (36’05”), che ha mantenuto la posizione per tutta la gara; terza Giulia Sommi arrivata in 40’00”.
Alla fine festa per tutti, compresi i 359 arrivati alla competitiva, a mio avviso un po’ trascurati dagli speaker più impegnati a intervistare i non competitivi tanto da non  annunciare nemmeno l’arrivo della seconda e terza donna.

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Roberto Mandelli

1 commento

  • Link al commento Mercoledì, 23 Ottobre 2019 10:07 inviato da Maurizio

    Ho sentito molti molti dubbi sulla distanza, malgrado fosse addirittura omologata

    Rapporto