Stampa questa pagina
Nov 03, 2019 802volte

Verbania (VCO) - Maratona del Lago Maggiore

le medaglie attendono gli atleti le medaglie attendono gli atleti Comitato Organizzatore

3 novembre - Si parte da Verbania e qui si ritorna, a meno che la scelta non sia caduta sulla mezza maratona; in questo caso il rientro viene fatto col battello (come si faceva ai primi tempi della maratona, quando si correva in linea da Arona).
Si corre quasi sempre sul lago, un percorso veloce, salvo vento e/o pioggia, è quello ormai collaudato anche per la sola mezza maratona, che si svolge in primavera e ha fatto registrare tempi di assoluto rilievo.

Abbuffata di scelte, sono ben 8 (10 km, mezza, 33 km e maratona) per chi voleva correre da queste parti, infatti le competitive erano 'doppiate' anche in versione non agonistica, e lasciamo pure che la Fidal dicea che maratone e mezze possono essere solo in versione competitiva.

Senza nulla togliere alla bravura dei partecipanti, di certo i tempi non sono eccelsi, complici anche condizioni meteo non proprio favorevoli.

Gara maschile vinta in 2:36:13 da Andrea Soffientini (Azzurra Garbagnate), secondo posto per Andrea Perinato (2:47:07, Sport & Sportivi) e terzo per Massimo Carnelli (2:48:39, Marathon Verbania).

Tra le donne la prima a tagliare il traguardo è l’inglese Katie Deards, tempo finale 2:59:31; a seguire Rita Angela Spanu (3:11:29, Cagliari Marathon) e la spagnola Paula Chinchilla Serrano (3:17:52).

Queste le classifiche per i primi posti delle altre gare in programma:

Mezza maratona uomini

1) Adu Poku Simon (1:12:08, Belgio) 2) Daniele Galliano (1:12:13, Atletica Alba) 3) Carmine Salvia (1:14:18, Amatori Potenza)

Mezza maratona donne

1) Yvonne Kleiner (1:26:03, Germania) 2) Yvonne Kienzler (1:28:41, Atletica Gavirate) 3) Anne Celine Pace (1:31:06).

33 chilometri uomini

1) Daniel Lagoutte (1:58:18, Francia) 2) Fabio Gala (1:58:20, Brescia Marathon) 3) Alessandro Lacqua (1:58:27, Sport Project VCO)

33 chilometri donne

1) Giulia Sommi (2:15:23, Cus Pro Patria) 2) Carla Primo (2:18:10, Base Running) 3) Cristina Gogna (2:21:15, Atl. Verbano)

10 chilometri uomini

1) Jacopo Caracci (33:49, Rodengo Saiano) 2) Marco Vittone (33:59, Sport Pro-Motion) 3) Andrea Cognolato (35:37, Run Athletic Team)

10 chilometri donne

1) Melissa Ragonesi (39:32, GSD Valdivedro) 2) Silvy Turcato (40:55, Atl. Piombino 3) Daniela De Stefano (42:12, ASD Castrovillari)

I numeri: il sito della manifestazione scriveva di chiusura anticipata in caso di raggiungimento di 3.00 iscrizioni; sono sembrati molto ottimisti dato che, almeno dal 2016 (1913 classificati), sono numeri mai raggiunti, nemmeno avvicinati. Tuttavia si osserva che, a fronte di un calo partecipativo generalizzato delle gare su strada, a questa manifestazione i numeri “tengono” bene, anzi, aumentano. A fronte di un numero complessivo di 1406 classificati nel 2018, si registra il dato di 1702 atleti che hanno completato l'insieme delle gare, competitive e no. La crescita è dovuta soprattutto alla 10 km non competitiva, dove i 125 partecipanti del 2018 sono a passati a 256 quest'anno. Assai meno numerosi, ma in aumento, i finisher della 10 km competitiva, saliti da 93 a 118.
Un moderato aumento si apprezza per la maratona (da 274 a 287) e per la mezza (da 212 a 223). Un po' meglio è andata sulla 33 km, da 303 a 373.

Certo che il menu era abbondante, ben 8 distanze. Che poi, alla fine, risulti vantaggioso per chi organizza non possiamo certo dirlo noi. Di sicuro i podisti sulle rive del lago hanno trovato tutte le scelte possibili.