Stampa questa pagina
Giu 01, 2020 344volte

Volano i master europei alla Virtual 5k Challenge

Il lockdown che sta bloccando tutte le manifestazioni podistiche non ha ovviamente risparmiato i master ed i loro campionati europei e mondiali, come ad esempio le rassegne continentali di corsa su strada, in montagna e di marcia, che erano previste a Madeira a cavallo degli scorsi mesi di marzo ed aprile.

Le gare in Portogallo sono state al momento rimandate al 6-8 novembre pv (qui il nostro annuncio), ma nel frattempo la competizione “virtuale”, l’unica attualmente possibile, è molto intensa. Anche l’EMA – European Master Athletics, ovvero l’ente internazionale che organizza questi eventi, non si è tirato indietro.  In maggio ha infatti avuto luogo l’European Virtual Masters 5k Challenge. Hanno accettato la sfida oltre 346 atleti, col risultato di raccogliere con le quote d’iscrizione 1254 Sterline che saranno destinate ai colleghi dell’African Master Athetics nella lotta contro il Covid19.

Come preannuciato nel titolo, non sono mancati dei buoni risultati tecnici. Il migliore di tutti sui 5000 metri, la distanza che è stata scelta per questa volta, è risultato il britannico James Reed, un SM40 che ha chiuso in 14’58” ovvero ad un ritmo inferiore ai 3 minuti al chilometro. Bene anche il connazionale SM50 John Richard Taylor, sesto assoluto in 15’48”, ma scorrendo le classifiche si capisce come tutti i risultati siano nel complesso di grande spessore. Solo a titolo d’esempio segnaliamo l’irlandese Tommy Hughes, SM60 da 16’09”, oppure come la britannica Elisabeth Rondeau (SF40) con 17’23” o Pauline Moran, sessantenne irlandese capace di viaggiare ancora sotto i 4 al km col suo 19’16”. Con questo, non vorremmo far credere che si sia trattato di un campionato solo dell'arcipelago inglese, in quanto erano rappresentate una trentina di nazioni tra cui l’Italia ed anche paesi extraeuropei in quanto la manifestazione era aperta a tutto il mondo master. Se volete dare un’occhiata a tutti i risultati, potete farlo qui. In attesa delle gare “vere”, a giugno si replica, stavolta con i 10k.