Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Stefano Morselli

Stefano Morselli

Nel 1996 inizia per primo a scrivere sul web di podismo reggiano, nel 1999 fonda con Tommaso Minerva e Fabio Marri www.podisti.net.

Domenica, 23 Settembre 2018 15:39

Mantova - Mantova Ten

Linda Pojani e Marco Montorio hanno vinto questa mattina l'edizione 2018 della Mantova Ten, un evento organizzato da QuiSport e Uisp in collaborazione con l'Amministrazione Comunale.
Si è corso sulla distanza dei 10 km. con omologazione Fidal, una percorso veloce che ha visto Marco Montorio (Atl. Rigoletto) giungere per primo sul traguardo di Piazza Sordello dopo 32'15", dietro di lui sono giunti i due atleti della Runners Bergamo Federico Cagliani e Giorgio Campana Binaghi, rispettivamente in 32'39" e 33'24".
Linda Pojani (Atl. Reggio) non ha avuto rivali chiudendo la sua prova in 38'29", alle sue spalle sono giunte le portacolori del Gruppo San Pio X, Sabrina Tellini e Laura Salardi rispettivamente in 41'15" e 41'41".
Le classifiche complete da questa notte, le foto invece sono già on line seguendo il link sottostante.

 

Mantova Ten 2018

il 33enne keniano, campione olimpico a Rio, Eliud Kipchoge ha battuto il record mondiale fermando il cronometro dopo 2:01:39. ben 78 secondi in meno del precedente record stabilito sempre a Berlino nel 2014 da Dennis Kimetto con 2h02'57".
Kipchoge ha avuto l'assistenza di diversi pacer che lo hanno portato a passare in 14'24" ai 5000, 29'21" ai 10.000 e 1h01'06" alla mezza maratona. Dal 25esimo chilometro Kipchoge è rimasto solo dopo essere passato in 1h12'24". Da quel momento, anziché calare il ritmo, il keniano ha accelerato ancora trasitando ai 35 km. in 1h41'00, ai 40 in 1h55'32". Il finale, tra due ali di folla incredule per quanto stavano vedendo, è stato uno spettacolo straordinario.
"Mi mancano le parole per descrivere come mi sento", ha detto Kipchoge.
"È stato davvero difficile ma ero preparato a correre la mia gara, ho dovuto concentrarmi sul lavoro che avevo svolto in Kenya e questo è ciò che ha aiutato a spingermi: la mia squadra di coaching, la mia gestione, l'organizzazione".
Ricordiamo che Kipchoge era stato anche il "vincitore" e il primatista mondiale del tentativo di scendere sotto le due ore in maratona, organizzato a Monza lo scorso 17 maggio dalla sua marca di scarpe: record cronometricamente riuscito (2.00:25), sebbene non nella misura sperata, e in ogni caso non omologato per le troppe difformità rispetto alle regole in vigore (automobile frangivento davanti, alternanza di lepri, rifornimenti non regolamentari ecc.). Di tutte queste condizioni, a Berlino non ce n'era nessuna, a parte le lepri (tre nella prima metà come mostra il filmato qui sotto allegato; poi due, una sola verso la metà gara, e poi ovviamente nessuna): come si vede, solo nei primi km Kipchoge è stato ben 'coperto' dai compagni, ma poi spesso è uscito affiancando gli altri e 'strappando' in qualche occasione.

Amos Kipruto è giunto in seconda posizione in 2h06:23, mentre l'ex detentore del record mondiale Wilson Kipsang è giunto terzo in 2h06:48.
Tra le donne vittoria per la keniana Gladys Cherono con il record della corsa in 2h18:11, in una gara guidata nella prima mezza dall'etiope Tirunesh Dibaba in 1:09:03, con
Cherono, Ruti Aga, Edna Kiplagat ed Helen Tola molto vicine tra loro.
Cherono aveva già vinto a Berlino nel 2015 e nel 2017 e quest'anno con 2h18'11 ha migliorato di oltre 1 minuto il record della gara ottenuto dalla giapponese Mizuki Noguchi nel 2005.
in seconda posizione è giunta Ruti Aga in 2h18'34", terza la Dibaba in 2:18:55.
È stata la prima maratona della storia in cui tre donne hanno chiuso sotto le 2h19.

È la magia di Berlino, circuito piatto, veloce, fluido: una maratona che, dopo i primi anni di sostanziale indifferenza, hanno scoperto anche gli italiani (e le relative agenzie di viaggio, peraltro aggirabili perché è consentita l'iscrizione diretta). Una maratona dove i servizi, anche per gli amatori, sono di primo livello: solo lì, tra le cosiddette majors, al traguardo ci sono docce calde per quarantamila. E su tutto il percorso c'è un pubblico come si decanta e stracanta per New York, che ti spinge ad ogni metro. La maratona ideale, insomma, non solo per divertirsi ma anche per fare il tempo. E senza prosciugare il conto in banca. [F.M.]

Giovedì, 13 Settembre 2018 14:03

Lake Garda Marathon spostata al 28 ottobre

Ad inizio settembre, essendo venuti a conoscenza delle votazioni regionali in Trentino Alto Adige in programma per il 21 ottobre, abbiamo contattato gli organizzatori per avere conferma circa lo svolgimento della manifestazione.
Gli organizzatori ci hanno risposto che al momento non avevano ricevuto nessuna comunicazione al riguardo e che, di conseguenza la gara rimaneva fissata al 21 ottobre. Erano fiduciosi che, avendo in territorio trentino solo un tratto su piste ciclabili, questo non avrebbe causato problemi.
Oggi l'amara sorpresa, quando sul sito ufficiale della manifestazione è apparso il seguente comunicato:

"Per decisione superiore (Commissariato del Governo) dovendo garantire l'esercizio del voto (costituzionalmente sancito e di livello superiore ad ogni altro diritto), la gara è stata spostata al week del 27/28 ottobre 2018 ovvero:
- sabato 27 ottobre 2018 ore 19,30 IV TORBOLE NIGHT RUN;
- domenica 28 ottobre 2018 ore 09,30 XII INTERNATIONAL LAKE GARDA MARATHON, LAKE GARDA LONG RUN, LAKE GARDA RUN/MEMORIAL BALLARDINI.

Peccato per tutti coloro che, avendo già prenotato il volo, si ritroveranno con un pugno di mosche in mano: molte compagnie low-cost, infatti, non rimborsano i biglietti. E chissà come andrà a chi ha prenotato e pagato l'albergo. E a chi il 28 ottobre aveva programmato di correre una delle almeno 5 maratone italiane calendariate: Abbiategrasso, Alba, Ascoli, Belluno, Giovinazzo, Venezia.

Sabato, 08 Settembre 2018 15:46

Roma - 5^ Roma by Night Run

Discreta partecipazione, con 1100 podisti sulle varie distanze, alla 5^ edizione della “Roma Night Run” organizzata dal Forhans Team.
Modesti i risultati tecnici nella mezza maratona, nella quale i classificati sono stati 519; tra gli uomini ha vinto Umberto Persi (Atletico Monterotondo) in 1h10:45, al secondo posto Mohammed Quattam (Cat Sport Roma) in 1h16:25, terzo Emanuele Conti (Avis Priverno) in 1h17:10.
Tra le donne ha vinto l’ucraina Sofia Yaremchuk (Acsi Italia Atletica), terza assoluta, in 1h17:24; alle sue spalle è giunta Maria Grazia Espinoza Bianchi (SS Lazio Atletica) in 1h24:26, terza Carla Mazza (Piano ma Arriviamo) in 1h26:55.
Nella Stracittadina di 8 chilometri successo maschile per Leandro Rotondi (Forhans Team) in 25:40, secondo Cristian Falcone (Running Club Latina), terzo Gabriele Frescucci (Libertas Orvieto).
Tra le donne vittoria per Marta Latino (Casorate Varese) in 29:52, con 3 minuti di distacco su Laura Milanese (Forhans Aviano), terza la spagnola di Alicante Paula Bonmatì.

 

NdR: Almeno per ora, ha vinto lo sport! Ricorderete che la gara era stata in forse per una minacciata salatissima bolletta comunale:

http://www.podisti.net/index.php/notizie/item/2316-la-roma-by-night-run-si-correra-regolarmente.html

 

Si apprende dalla stampa locale che, dopo la partecipazione all'edizione 2017, il biellese Alberto Mosca sarà alla partenza della Maratona di New York anche nel 2018.
Il prossimo 4 novembre, l'atleta tesserato per l'Atletica Potenza Picena sarà al via nella categoria sub-elite, quindi partirà assieme ai grandi campioni della disciplina.
Mosca, che l'anno scorso aveva chiuso i 42,195 km con il tempo di 2h28'07", giungendo terzo assoluto tra gli italiani in gara, ha superato brillantemente un intervento chirurgico al naso che lo aveva fermato per circa un mese.
Come al solito, anche nel 2018, Podisti.Net coprirà l'evento con i propri fotografi.

Foto 2017 https://foto.podisti.net/f305101910

Maratona di New York 2017 - Gli italiani


Domenica 19 Agosto 2018 - Si è svolta questa mattina sulle colline di Marola la classica agostana che ha subito un crollo dei classificati rispetto agli anni scorsi, 118 atleti nel 2018 e 173 solo nel 2017.
A vincere sono stati Andrea Bergianti (Calcestruzzi Corradini Rubiera) in 31'07" ed una sempre più forte Eleonora Turrunì (ASD Sampolese) in 36'54" che, sugli 8 chilometri abbondanti del percorso, ha rifilato oltre 2 minuti alla seconda classificata che è stata Raffaella Malverti (Pod. Correggio) giunta in 38'51".




 

VIDEO

18 Agosto 2018 - Si è corsa oggi a Brescello, sulle sponde del "Grande Fiume" ed alla presenza delle controfigure dei due storici personaggi, la 20^ edizione della Camminata di Peppone e Don Camillo.
A vincere sui 9 chilometri, tra gli uomini è stato Yonas Tsegaye (Ballotta Camp) in 28'33", tra le donne ha dominato Linda Pojani (Atl. Reggio) in 35'17".
Nel complesso si conferma ancora una volta la crisi del podismo reggiano: nella gara competitiva degli adulti, malgrado i grandi sforzi dell'organizzatore Germano Lanzi, i classificati sono stati solo 82 contro i 145 del 2017, i 140 del 2016 e 137 nel 2015.
Da evidenziare l'assenza di reggiani dalle prime 10 posizioni della classifica maschile.

 



 

VIDEO

Venerdì 27 luglio 2018 - Si è corsa questa sera la 9^ edizione di una delle gare estive serali più lunghe del panorama emiliano, la "Di corsa sul Secchia" di Villalunga: infatti, i podisti competitivi dovevano affrontare l'impegnativa distanza di 16.400 metri.
Percorso come al solito scenografico con partenza ed arrivo presso la Festa del Partito Democratico e percorso lungo il fiume Secchia con due attraversamenti, uno dalla sponda reggiana a quella modenese sulla diga ed il secondo del ritorno in territorio reggiano attraverso il bellissimo ponte ciclopedonale che si trova a sud della diga.
La gara maschile ha visto la vittoria del modenese Matteo Pigoni (3T Valtaro ASD) che, pur arrivando sul traguardo senza tirare la volata, assieme a Salvatore Franzese (Atl. Reggio), ha ricevuto una simpatica spinta dal compagno di avventura che gli ha consentito di tagliare il traguado in prima posizione nel tempo di 58'24".
Terzo il vincitore uscende Luca De Francesco (MDS) che ha tagliato il traguardo in 59'17".
Tra le donne bis della modenese Elena Neri (Atl. 85 Faenza) che, dopo il successo nel 2017 si conferma chiudendo solitaria in 1h09'37"; seconda Eleonora Turrini (Sampolese ASD) 1h10'00", terza Claudia Leoncini (Pod. Correggio) in 1h12'26".
Soddisfazione per la Virtus Casalgrande e l'Amministrazione Comunale che hanno visto premiata la loro fatica dalla presenza di oltre 718 podisti di cui 72 competitivi adulti e 29 tra i bambini.

Società sportiva più numerosa il Circolo Cittanova con 103 presenze, seconda il Gruppo Podistico La Guglia con 49 e terza Atletica Panaria MDS.

Aggiungono gli organizzatori nel loro comunicato stampa:
Il vicesindaco Cassinadri ha espresso a nome di tutta l'amministrazione comunale di Casalgrande i ringraziamenti "a tutti i partecipanti, numerosi come sempre, e a chi ha reso possibile lo svolgersi di questa bella iniziativa sportiva estiva, in primis la direzione della festa del Pd di Villalunga, i volontari di Ema , G.S. Virtus asalgrande, Cicli Campioli, Avis di Casalgrande, l'Atletica Scandiano, i ragazzi richiedenti asilo gestiti da Acli Salvaterra e la polisportiva Casalgrandese che hanno dato vita a questa bella edizione".

Precisiamo infine che gli organizzatori chiedono scusa a chi, tra i competitivi, avesse trovato dentro al premio di partecipazione un salame con la data di scadenza riportata del 12 marzo 2018 rassicurandolo che in realtà la data corretta è 15 febbraio 2019: ci siamo accorti di questa cosa solo sabato mattina, abbiamo contattato il fornitore e una scatola di questo prodotto è stata datata male, ma ci ha assicurato che la scadenza esatta è quella di febbraio 2019. Se qualcuno però volesse è possibile cambiarlo.


Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina