Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 08, 2018 754volte

Trento - Trento Half Marathon

Prime tre donne, da sinistra Leonidah Mosop, Joyce Chepkemoi, Brendah Kebeya Prime tre donne, da sinistra Leonidah Mosop, Joyce Chepkemoi, Brendah Kebeya

Le previsioni incerte non hanno intimorito i tanti master che si sono dati appuntamento nella città del Concilio, il premio è stato una giornata di sole ma con una temperatura perfetta per correre una mezza maratona.

La gara degli assoluti, sul fronte maschile, è stata avvincente fino al km 5, quando sono rimasti in tre keniani al comando, Mwangi, Akopesha e Kibet, con Kurgat che tendeva a staccarsi; ritmi intorno a 2’52-53/km, che facevano presagire un tempo finale di 61 minuti, ma bene dire che la prima parte di gara, e comunque fino al km 10, è più facile della successiva. Gli allunghi di Kibet ed Akopesha hanno fatto male a Mwangi, poi dal km 10 è stato show per Abraham Akopesha che ha via via allungato sino a chiudere in 1:02:09. Secondo posto per Moses Kibet (1:03:25) e terzo per Samuel Ndungu Mwangi (1:03:51) che ha rimontato nel finale di gara ma senza raggiungere il connazionale. Record della gara sfumato, ma d’altra parte correre da soli e su un tracciato non facile, in particolare nella seconda parte di gara, era un’impresa difficile. Record della gara comunque sfumato di poco, a soli 21 secondi da 1:01:48, realizzato nel 2017 da Justus Kangogo.

Primo degli italiani è stato Said Boudalia, che nonostante i suoi 50 anni chiude al 7° posto in 1:07:51.

Gara femminile con poca storia, con Joyce Chepkemoi che ben presto ha preso il largo rispetto alle due connazionali, passaggio velocissimo al km 10 in 31:47, quindi 3’10/km! Nonostante un parziale rallentamento nella parte finale chiude comunque con un gran tempo, 1:09:21 (media 3’17/km), polverizzando il precedente record della manifestazione (Eshete Shitaye, 1:10:10, 2017). Secondo posto per Leonidah Mosop (1:12:22) e terzo per Brendah Kebeya (1:13:44).

Prima delle italiane Maurizia Cunico, quarta assoluta in 1:20:15.

Anche qui l’ordine di arrivo dice quindi tre volte Kenya.

Ma c’è stata una gara per diversi aspetti ancora più importante, quella degli amatori, che si sono sfidati sulle strade di Trento per il titolo italiano sulla mezza maratona. Una cosa così importante da meritare un articolo a loro dedicato. A breve provvedo, seguiteci

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina