Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 03, 2022 550volte

Trento – vincono Degefa e Tola, che corre sotto i 60 minuti

Trento – vincono Degefa e Tola, che corre sotto i 60 minuti Foto Daniele Mosna

Era nell’aria il sub 60 minuti: un avvicinamento costante negli anni fino al 60’15 del 2021, realizzato dall’etiope Gudeta Chimdessa Debale. E’ stato il campione mondiale di maratona Tamirat Tola a infrangere la difficile e prestigiosa barriera dei 60 minuti nella mezza maratona. Ha chiuso in 59’49. Gara femminile vinta in 1h09’41 da Biruktayit Degefa (Etiopia); bene Giovanna Epis (1h12’25), 5° posto e prima italiana all’arrivo. 652 gli atleti classificati, in una gara capace di esprimere sempre livelli tecnici molto elevati.

Il comunicato degli organizzatori

TRENTO, 2 OTTOBRE 2022 – L’etiope Tamirat Tola infrange il record dell’ora alla Trento Half Marathon 2022. Il campione mondiale di maratona ha completato i 21,097 chilometri sotto un caldo sole autunnale in 59’49 riscrivendo la storia della mezza maratona trentina, arrivata all’undicesima edizione; vittoria etiope anche al femminile a firma di Biruktayit Degefa (1:09’41). Sul traguardo ad attendere i due protagonisti l’etiope Muktar Edris, trionfatore per la quinta volta al Giro al Sas di sabato sera. 

Si è assistito ad una gara lanciata su ritmi altissimi sin dal via e che ha permesso al trentunenne Tola - già bronzo olimpico nei 10.000 metri ai Giochi di Rio de Janeiro 2016 - di essere il primo atleta nella storia della mezza trentina a presentarsi in Piazza Duomo in meno di un’ora, migliorando il primato di 1:00’15 stabilito l’anno passato dal connazionale Gudeta Chimdessa.

Nella seconda metà di gara Tola ha preso decisamente il largo rispetto ai compagni di avventura, trasformando gli ultimi chilometri in un’autentica rincorsa contro il tempo, per provare a beffare il cronometro e presentarsi puntuale all’appuntamento con la storia. Un rendez vous davvero perfetto. Così il chilometro finale sul tracciato del Giro al Sas si è trasformato in una vera e propria cavalcata trionfale sancita dal record del percorso che esalta ancor più la nobile realtà della Trento Half Marathon. 

Poco meno di un minuto dopo Tola è poi giunto in Piazza Duomo, ai piedi della Fontana del Nettuno il keniano Wesley Kimutai (1:00’45), seguito a sua volta dall’ugandese Kevin Kibet (1:01’40) che ha così completato il podio di giornata davanti all’altro etiope Ararsa Lelisa Bultisa e ai due keniani Solomon Kipchoge e Mike Chetato. Decimo tempo della gara maschile quindi per il migliore italiano di giornata, il trentino di origine marocchina Issam Madouh (Atletica Valchiese, 1:11’04), seguito in graduatoria da Francesco Rizzotti (Km Sport, 1:12’07) e da Enrico Cozzini (Gs Fraveggio, 1:12’09).

La vincitrice tra le donne Biruktayit Degefa è stata la settima assoluta a presentarsi sul traguardo in una sfida femminile, che a differenza della cavalcata di Tola, si è risolta nell’ultima parte di gara. A 500 metri dalla conclusione la trentaduenne etiope ha allungato sfruttando i sanpietrini del centro storico per avere la meglio sulla keniana Emmaculate Chepkirui (1:09’47) e sull’altra etiope Dessie Anchinalu, under 20 già capace di correre sul piede dell’1:09’58: per il secondo anno consecutivo, resiste così il record del tracciato, fissato in 1:08’34 nel 2019 dalla keniana Rionoripo.

Chi invece può fregiarsi di un nuovo record alla Trento Half Marathon è la veneziana Giovanna Epis (Carabinieri), quinta in classica preceduta anche dall’altra keniana Perine Nenkampi: l’1:12’25 della veneta allieva di Giorgio Rondelli rappresenta il nuovo primato “italiano” della gara, risultato che ha acceso ulteriormente l’entusiasmo del folto pubblico presente in Piazza Duomo, arrivo anche della popolare Quarter Marathon, novità del 2022, e della Happy Family Run che ha riportato la gioia delle famiglie sulle strade di Trento: sono stati in centinaia di ogni età i podisti che hanno risposto presente all’appello dell’ASD Città di Trento. Nella Quarter successi dei trentini Loretta Bettin (Atl Paratico) e di Daniele Felicetti (US Monte Pallidi). 

Le parole dei protagonisti: 

Tamirat Tola: “Ho scelto Trento per tornare in gara dopo il titolo mondiale nella maratona di Eugene (Oregon, Stati Uniti) e devo dire che la decisione è stata azzeccata. Ci tenevo a correre sotto l’ora e posso dirmi soddisfatto della mia prestazione: è stata davvero una gara tosta, ma l’arrivo con questo pubblico è davvero emozionante”.

Biruktayit Degefa: “Non è stato facile vincere e solo nel finale ho trovato lo spunto per allungare. È stata una mezza maratona impegnativa e sono soddisfatta di come mi sono comportata e di come ho reagito alla stanchezza negli ultimi chilometri”.

Giovanna Epis, migliore italiana. “Dopo il quinto posto nella maratona degli Europei di Monaco ho pensato al matrimonio e alle vacanze e ho ripreso ad allenarmi davvero solo da due settimane. L’obiettivo che avevo era correre sotto 1:13’ ed in questo senso sono pienamente soddisfatta della mia gara. Conoscevo il tracciato e sapevo che era necessario spingere per tutti i 21 chilometri: test pienamente superato, in vista della maratona di Valencia di metà dicembre”.

Ferruccio Demadonna: Meriti e bravure si sono incrociati in questo fine settimana a Trento: Edris, Tola, Degefa, Crippa e gli atleti hanno reso indimenticabile questa edizione del Trento Running Festival 2022. Il pubblico ha particolarmente apprezzato le due giornate gare. Tutto questo è stato possibile grazie alla grande professionalità del Comitato organizzatore e delle centinaia di volontari, oltreché dal supporto degli sponsor, prima fra tutte La Cassa Rurale di Trento, e dagli enti pubblici che ancora una volta ci sono stati vicini. A tutti va il mio grazie.

Giorgio Fracalossi (Presidente Cassa di Trento): Trento Running Festival ha ormai raggiunto un livello di organizzazione e di risultati straordinario. Il Giro sas si conferma una delle più prestigiose corse a livello internazionale come confermano i partecipati e i risultati che da sempre lo caratterizzano. La più giovane Trento Half Marathon dimostra di avere un percorso ideale per ottenere grandi risultata, come quest’anno, e i suoi top runner anche quest’anno l’hanno confermato. E non si possono dimenticare la allegra presenza di runner amatoriali e la cornice del centro storico, che possiamo definire unica.

Carlo Capalbo (Presidente della Praga Internazional Marathon e della Half Marathon di Napoli): Fantastico evento. Due grandi giornate di atletica con grandi Campioni. Trento Running Festival ha dimostrato ancora una volta come il futuro sia sempre più organizzare eventi capaci di coinvolgere agonisti e semplici amatori, grandi Campioni e bambini. Esattamente come qui a Trento. Complimenti a Ferruccio e Gianni Demadonna”.

 

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina