Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Pasquale Venditti

Pasquale Venditti

Lunedì, 01 Gennaio 2018 15:57

Barcellona (ESP) - 19^ Cursa dels Nassos

Il Campione Europeo dei 5.000 metri, il 28enne spagnolo Ilias Fifa, che a fine ottobre era stato anche arrestato in seguito ad una indagine antidoping e poi rilasciato, con il tempo di 28’38” è il vincitore in Spagna della 19^ edizione della Cursa dels Nassos, la gara di San Silvestro di Barcellona di 10 km. Sul podio con lui sono saliti lo spagnolo Carles Castillejo (28’45”) e il marocchino Mourad El Bannouri (28’49”).

Tra le donne ha vinto la campionessa uscente la spagnola Marta Galimany con il crono di 33’29”, seconda la connazionale Miriam Ortiz Rivas in 33’48” e terza Jekaterina Patjuk dell’Estonia in 34’20”.

 

 

Classifica Maschile  10 km:

  1. Ilias Fifa   (ESP)   28’38”
  2. Carles Castillejo   (ESP)   28’45”
  3. Mourad El Bannouri   (MAR)   28’49”
  4. Marc Alcala Ibanez   (ESP)   29’01”
  5. Ibrahim Ezzaydouny   (MAR)   29’28”

 

Classifica Femminile  10 km:

  1. Marta Galimany   (ESP)   33’29”
  2. Miriam Ortiz Rivas   (ESP)   33’48”
  3. Jekaterina Patjuk   (EST)   34’20”

Il 21enne talento svizzero Julien Wanders con il suo nuovo primato personale dei 10 km su strada di 28’02” ha vinto in Francia la 46^ edizione della Corrida Pédestre Internationale di Houilles di 10 km, evento IAAF Silver Label Road Race, superando in volata l’etiope Jemal Yimer (28’03”) che arrivò secondo anche lo scorso anno mentre il vincitore delle ultime due edizioni, il keniano Cornelius Kipruto Kangogo, ha concluso la gara in quarta posizione in 28’53”.

Podio tutto keniano nella gara femminile con il successo di Stacy Chepkemboi Ndiwa con il crono di 31’35”, seconda Evaline Chirchir in 32’10” e terza Magdalene Masai in 32’36”.

 

Classifica Maschile  10 km:

1 Julien Wanders (SUI) 28:02

2 Jemal Yimer (ETH) 28:03

3 Yasin Haji Hayato (ETH) 28:27

4 Cornelius Kipruto Kangogo (KEN) 28:53

5 Yoann Kowal (FRA) 28:54

 

Classifica Femminile  10 km:


1 Stacy Chepkemboi Ndiwa (KEN) 31:35

2 Evaline Chirchir (KEN) 32:10

3 Magdalene Masai (KEN) 32:36

4 Rosie Clarke (GBR) 33:03

5 Mekdes Woldu (ERI) 33:27

Lunedì, 01 Gennaio 2018 13:44

Madrid (ESP) - 53^ San Silvestre Vallecana

Il keniano Erick Kiptanui e la Vice Campionessa mondiale dei 10.000 mt di Pechino 2015 l’etiope Gelete Burka sono i vincitori in Spagna della 53^ edizione della San Silvestre Vallecana, evento IAAF Silver Label Road Race di 10 km con la partecipazione di oltre 42.000 corridori.

Kiptanui con il tempo di 27’34” ha preceduto il connazionale Amos Kirui secondo in 27’48” e lo spagnolo Toni Abadia terzo in 28’24”.

Tra le donne Burka ha concluso i 10 km del percorso in 30’55”, settimo miglior tempo al mondo di quest’anno, seconda la portoghese Catarina Ribeiro in 32’41” e terza la britannica Alyson Dixon in 32’57”.

 

Classifica Maschile  10 km:

1 Erick Kiptanui (KEN) 27:34 

2 Amos Kirui (KEN) 27:48 

3 Toni Abadía (ESP) 28:24 

4 Nguse Amlosom (ERI) 28:09 

5 Jesús España (ESP) 28:35 

6 Javier Guerra (ESP) 28:38    

7 Federico Bruno (ARG) 28:56 

8 Ayad Lamdassen (ESP) 28:56  

9 Chris Thompson (GBR) 28:57 

10 Fernando Carro (ESP) 29:16

 

Classifica Femminile  10 km:

1 Gelete Burka (ETH) 30:55 

2 Catarina Ribeiro (POR) 32:41 

3 Alyson Dixon (GBR) 32:57 

4 Azucena Díaz (ESP) 33:06 

5 Teresa Urbina (ESP) 33:17 

6 Sonia Samuels (GBR) 33:26 

7 Marta Esteban (ESP) 33:39 

8 Solange Pereira (ESP) 34:07 

9 Marta Pérez (ESP) 34:20

10 Elena García (ESP) 34:27

Domenica, 31 Dicembre 2017 14:25

Porto (POR) - 24^ Sao Silvestre do Porto

I due rappresentanti dello Sporting Clube de Portugal Rui Pedro Silva e Salomè Rocha hanno vinto in Portogallo la 24^ edizione della Sao Silvestre do Porto di 10 km.

Alla sua ottava vittoria in questa manifestazione Rui Pedro Silva con il tempo di 29’56” ha preceduto Andrè Pereira (30’32”) e Daniel Gregòrio (30’34”).

Mentre tra le donne Salomè Rocha ha tagliato il traguardo dopo 34’35”, ai posti d’onore si sono piazzate Cristiana Valente in 35.28 e Vanessa Carvalho in 35.47.,

 

 

Classifica Maschile  10 km:

1. Rui Pedro Silva (POR)  29.56 

2. André Pereira (POR)  30.32

3. Daniel Gregório (POR)  30.34

4. Hélder Santos (POR)  30.57

5. Carlos Rodrigues (POR)  31.02

6. José Moreira (POR)  31.06

7. Daniel Pinheiro (POR)  31.13

8. Paulo Barbosa (POR)  31.27

9. Bruno Jesus (POR)  31.34

10. Bruno Moniz (POR)  31.37

 

Classifica Femminile  10 km:

1. Salomé Rocha (POR)  34.35 

2. Cristiana Valente (POR)  35.28

3. Vanessa Carvalho (POR)  35.47

4. Justynas Wojcik (POR)  37.44

5. Carla Machado (POR)  38.02

6. Francisca Borges (POR)  38.27

7. Andreia Cunha (POR)  38.55

8. Ana Luísa Ramos (POR)  39.13

9. Sara Duarte (POR)  39.32

10. Sandra Cruz (POR)  40.27

Giovedì, 28 Dicembre 2017 13:00

Maratona: Graduatorie mondiali femminili 2017

La migliore prestazione mondiale stagionale femminile del 2017 è stata ottenuta alla Maratona di Londra dalla keniana Mary Jepkosgei Keitany con 2h17’01”.

Le migliori italiane sono: Catherine Bertone con 2h28’34” (106° posto), Sara Dossena con 2h29’39” (150° posto), Anna Incerti con 2h29’58” (157° posto), Giovanna Epis con 2h32’31” (246° posto), Fatna Maraoui con 2h32’52” (256° posto), Emma Quaglia con 2h34’10” (298° posto), Federica Dal Ri con 2h37’45” (440° posto), Laura Gotti con 2h38’22” (462° posto), Teresa Montrone con 2h38’55” (493° posto) e Anna Spagnoli con 2h39’09” (501° posto).

 

RANKING MONDIALE
1). 2:17:01   Mary Jepkosgei Keitany   (KEN)

2). 2:17:56   Tirunesh Dibaba   (ETH)

3). 2:19:47   Sarah Chepchirchir   (KEN)

4). 2:20:22   Brigid Chepchirchir Kosgei   (KEN)

5). 2:20:23   Gladys Cherono Kiprono   (KEN)

6). 2:20:41   Ruti Aga   (ETH)

7). 2:20:53   Valary Jemeli Aiyabei   (KEN)

8). 2:20:55   Purity Cherotich Rionoripo   (KEN)

9). 2:20:57   Jordan Hasay   (USA)

10). 2:20:59   Agnes Jeruto Barsosio   (KEN)

Mercoledì, 27 Dicembre 2017 22:23

Maratona: Graduatorie mondiali maschili 2017

La migliore prestazione mondiale stagionale maschile del 2017 è stata ottenuta alla Maratona di Berlino dal fuoriclasse keniano Eliud Kipchoge con 2h03’32”.

Nella graduatoria mondiale il primo degli europei è il norvegese Sondre Nordstad Moen con 2h05’48” (12° posto).

I migliori azzurri sono: Daniele Meucci con 2h10’56” (209° posto), Eyob Faniel Ghebrehiwet con 2h12’16” (298° posto), Stefano La Rosa con 2h12’26” (309° posto), Yassine Rachik con 2h13’22” (378° posto), Alessandro Giacobazzi con 2h15’25” (566° posto), Ahmed Nasef con 2h16’39” (689° posto) e Renè Cuneaz con 2h16’53” (711° posto).   

RANKING MONDIALE
1). 2:03:32   Eliud Kipchoge   (KEN)

2). 2:03:46   Guye Adola   (ETH)

3). 2:03:58   Wilson Kipsang Kiprotich   (KEN)

4). 2:04:11   Tamirat Tola   (ETH)

5). 2:05:09   Lawrence Cherono   (KEN)

6). 2:05:13   Nobert Kipkoech Kigen   (KEN)

7). 2:05:15   Sammy Kirop Kitwara   (KEN)

8). 2:05:26   Abraham Kiptum   (KEN)

9). 2:05:30   Evans Kiplagat Chebet   (KEN)   

10). 2:05:39   Mule Wasihun   (ETH)

 

Domenica, 17 Dicembre 2017 18:45

Hofu (JPN) - 48^ Hofu Yomiuri Marathon

Due settimane dopo il nono posto con 2h10’53” alla Fukuoka Marathon il giapponese Yuki Kawauchi ha vinto a Hofu, una città del Giappone nella prefettura di Yamaguchi, la 48^ edizione della Hofu Yomiuri Marathon con il crono di 2h10’03”, alle sue spalle si sono piazzati con i loro nuovi primati personali i connazionali Tatsunori Hamasaki (2:11:26), Asuka Tanaka (2:12:17), Shinichi Yamashita (2:12:32), Yasuyuki Nakamura (2:12:36) e Shogo Kanezane (2:12:58). 

Nella gara femminile nuovo primato personale e nuovo primato del percorso per la vincitrice la giapponese Misaki Kato con 2h28’12”.

 

Classifica Maschile  42,195 km:

1. Yuki Kawauchi (JPN) - 2:10:03

2. Tatsunori Hamasaki (JPN) - 2:11:26 

3. Asuka Tanaka (JPN) - 2:12:17 

4. Shinichi Yamashita (JPN) - 2:12:32 

5. Yasuyuki Nakamura (JPN) - 2:12:36 

6. Shogo Kanezane (JPN) - 2:12:58 

7. Shohei Kurata (JPN) - 2:13:16 

8. Tadashi Isshiki (JPN) - 2:15:43

9. Boniface Kirui (KEN) - 2:18:30

10. Yuki Yagi (KEN) - 2:18:41 

 

Classifica Femminile  42,195 km:

1. Misaki Kato (JPN) - 2:28:12 

2. Hisae Yoshimatsu (JPN) - 2:39:56

3. Noriko Sato (JPN) - 2:46:59

Domenica, 17 Dicembre 2017 17:58

Dronten (NED) - 29^ Kerstloop

A Dronten, una città dell’isola di Flevopolder nella provincia di Flevoland nei Paesi Bassi, il keniano Alfred Kipserem Cherop ha vinto la 29^ edizione della Kerstloop superando in volata il connazionale Elvis Tabarach, per entrambi lo stesso tempo di 1h03’08”.

Tra le donne il successo è andato alla keniana Naomi Jebet Rotich in 1h09’01”.

 

 

Classifica Maschile  21,097 km:

  1. Alfred Kipserem Cherop   (KEN)   1h03’08”
  2. Elvis Tabarach   (KEN)   1h03’08”
  3. Malcom Hicks   (NZL)   1h04’29”
  4. Joeri Wolf   (NED)   1h05’07”
  5. Yakoub Labquira   (MAR)   1h05’23”

 

Classifica Femminile  21,097 km:

  1. Naomi Jebet Rotich   (KEN)   1h09’01”
  2. Lilian Jelagat   (KEN)   1h10’43”
  3. Beatrice Cherono   (KEN)   1h13’31”
  4. Ruth Van Der Meijden   (NED)   1h13’37”
  5. Jacelyn Gruppen   (NED)   1h15’32”
Domenica, 17 Dicembre 2017 16:45

Shenzhen (CHN) - Shenzhen Marathon 2017

Il 27enne keniano Peter Kimeli Some ha vinto in Cina la Shenzhen Marathon, IAAF Bronze Label Road Race,  con il tempo di 2h14’49”, seconda posizione per l’etiope Temesgen Gonfa Hirpa in 2h18’01”. 

Tra le donne ha tagliato vittoriosa il traguardo Viktoriia Poliudina del Kirghizistan con il suo nuovo primato personale di 2h33’25” davanti all’etiope Mulu Seboka (un atleta vanta un PB di 2h21’56”) che oggi ha corso in 2h35’28”.

 

Classifica Maschile   42,195 km:

1 Peter Kimeli Some (KEN) 2:14:49

2 Temesgen Gonfa Hirpa (ETH) 2:18:01

3 Edwin Kimaiyo Kangogo (KEN) 2:18:03

4 Haimot Mateb Muluneh (ETH) 2:18:04

5 Debela Tadese Yadete (ETH) 2:18:05

6 Thomas Esito Ekiru (KEN) 2:18:07

7 Teame Habte Tekle (ETH) 2:18:09

8 Alemayo Tola Debela (ETH) 2:18:22

 

Classifica Femminile  42,195 km:

1 Viktoriia Poliudina (KGZ) 2:33:25

2 Mulu Seboka (ETH) 2:35:28

3 Nigist Muluneh Desta (ETH) 2:36:54

4 Shuru Diriba Dulume (ETH) 2:41:19

5 Marta Markos Ayele (ETH) 2:43:02

6 Urge Dechasa Eresa (ETH) 2:43:02

Domenica, 17 Dicembre 2017 16:01

Calcutta (IND) - Tata Steel Kolkata 25k

Il favorito della vigilia l’etiope Kenenisa Bekele ha vinto a Calcutta in India la “Tata Steel Kolkata 25k” con il nuovo record del percorso di 1h13’49”, ad una media di 2’57”16 al km, Bekele oltre ad essere il Primatista mondiale dei 5.000 e 10.000 mt vanta anche un’ottimo 2h03’03” in maratona (ad una media di 2’54”97 al km) seconda migliore prestazione mondiale di tutti i tempi.

Al secondo posto si è piazzato Tsegay Tuemay dell’Eritrea, un atleta che ho anche allenato lo scorso anno, in 1h14’29”, al terzo posto il tanzaniano Augustino Paulo Sulle in 1h14’42” e quarto Avinash Sable dell’India (che ha un PB di 1h03’58” in mezza maratona) in 1h15’17”.

Sesta posizione per il maratoneta azzurro Stefano La Rosa dei Carabinieri con il crono di 1h15’50” (ad una media di 3’02” al km).

Nella competizione femminile vittoria per l’etiope Degitu Azmeraw in 1h26’02”, seconda la keniana Helah Kiprop  in 1h26’05” e terza la tanzaniana Failuna Abdi Matanga in 1h26’11”.

 

 

Classifica Maschile  25 km:

  1. Kenenisa Bekele   (ETH)   1h13’49”
  2. Tsegay Tuemay   (ERI)   1h14’29”
  3. Augustino Paulo Sulle   (TAN)   1h14’42”
  4. Avinash Sable   (IND)   1h15’17”
  5. Asefa Diro   (ETH)   1h15’38”
  6. Stefano La Rosa   (ITA)   1h15’50”
  7. Kalidasa Hirave   (IND)   1h16’18”
  8. Lakshmanan Govindan   (IND)   1h17’13”
  9. Michael Mazibuko   (RSA)   1h18’48”
  10. Dickson Marwa   (TAN)   1h19’52”

 

Classifica Femminile  25 km:

  1. Degitu Azmeraw   (ETH)   1h26’02”
  2. Helah Kiprop   (KEN)   1h26’05”
  3. Failuna Abdi Matanga   (TAN)   1h26’11”
  4. Dibaba Kuma   (ETH)   1h26’28”
  5. Loganathan Suriya  (IND)   1h26’53”
  6. Bornes Kitur   (KEN)   1h27’03”
  7. Nazret Weldu   (ERI)   1h27’49”
  8. Valentine Kipketer   (KEN)   1h28’19”
  9. Eunice Jeptoo   (KEN)   1h29’47”

 

 

Dopo la disputa a Samorin in Slovacchia dei Campionati Europei di corsa campestre i due giovani mezzofondisti azzurri, nati nel 2000 e appartenenti alla categoria Allievi, Nadia Battocletti (Atletica Valli di Non e Sole) e Luca Alfieri (PBM Bovisio Masciago) sono stati convocati nella rappresentativa europea che parteciperà il prossimo 13 gennaio a Edimburgo, la capitale della Scozia nel Regno Unito, al “The Great Edinburgh Cross Country”, il triangolare di corsa campestre tra Europa, Regno Unito e Stati Uniti.

 

Ecco i convocati del Team Europa:

 

SENIORES UOMINI 8 km


Polat Kemboi Arikan (TUR)    

Soufiane Bouchikhi (BEL)       

Hassan Chahdi (FRA)  

Jmmy Gressier (FRA)  

Hugo Hay (FRA)          

Aras Kaya (TUR)         

Daniel Mateo (ESP)    

Adel Mechaal (ESP)    

Kaan Kigen Ozbilan (TUR) 

Riserva

Emmanuel Rudolff Lévisse (FRA) 

 

SENIORES DONNE 6 km


Meraf Bahta (SWE)    

Roxana Barca (ROU)  

Ancuta Bobocel (ROU)           

Isabelle Brauer (SWE)

Elena Burkard (GER)  

Yasemin Can (TUR)    

Nuria Lugueros (ESP) 

Fionnuala MCormack (IRL)    

Cristina Simion (ROU)

 

UNDER 20 UOMINI 6 km

Luca Alfieri (ITA)       

Adrian Garcea (ROU)

Mario Garcia (ESP)     

Simen Halle Haugen (NOR)    

Jakob Ingebrigtsen (NOR)      

Annasse Mahboub (ESP)

Riserva         

Ouassim Oumaiz (ESP)

 

UNDER 20 DONNE 4 km

Nadia Battocletti (ITA)

Roos Blokhuis (NED)

Carla Gallardo (ESP)   

Jasmijn Lau (NED)      

Cristina Ruiz (ESP)      

Delia Sclabas (SUI)

Riserve        

Emine Akbingol ((TUR))

Mariana Machado (POR)

 

STAFFETTA MISTA

Jesus Gomez (ESP)

Esther Guerrero (ESP)

Solange Pereira (ESP)

Victor Ruiz (ESP) 

Mercoledì, 13 Dicembre 2017 00:09

Malaga (ESP) - 8^ Maraton Malaga

I keniani Michael Kiprop Tiony con il tempo di 2h13’12”, a due secondi dal record della gara, e Nancy Jebet Koech con il record del percorso di 2h31’55” hanno vinto in Spagna l’ottava edizione della Maratona di Malaga.

Hanno portato a termine la gara 2.471 maratoneti.

 

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Michael Kiprop Tiony   (KEN)   2h13’12”
  2. Benson Kimutai Cheruiyot   (KEN)   2h17’26”
  3. Giza Bekele Megerssa   (ETH)   2h17’42”
  4. Abderrahim Bouramdane   (MAR)   2h24’37”
  5. Javier Diaz Carretero   (ESP)   2h25’42”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Nancy Jebet Koech   (KEN)   2h31’55”
  2. Naomi Nduta Njiri   (KEN)   2h42’33”
  3. Jessica Draskau Petersson   (DEN)   2h46’46”
Martedì, 12 Dicembre 2017 23:17

Guangzhou (CHN) - 6^ Guangzhou Marathon

In Cina il keniano Dickson Kipsang Tuwei e l’etiope Rahma Tusa sono i vincitori della 6^ edizione della Guangzhou Marathon, evento IAAF Silver Label Road Race,.

Tuwei con il tempo di 2h10’03” ha preceduto l’etiope Markos Geneti (2h10’06”) ed il connazionale Edwin Kipngetich (2h10’27”).

Nella competizione femminile Tusa ha vinto con il suo nuovo primato personale di 2h25’12” che è anche il nuovo record del percorso, alle sue spalle si sono piazzate le connazionali Sifan Melak Udemise (2h31’21”) e Gebiyaneh Ayele Gedamu (2h32’25).

 

Classifica Maschile  42,195 km:

1) Dickson Kipsang Tuwei   (KEN)   2h10’03”

2) Markos Geneti   (ETH)   2h10'06"

3) Edwin Kipngetich   (KEN)   2h10'27"

4) Cosmas Kiplimo   (KEN)   2h10'40"

5) Mohamed Ziani   (MAR)   2h13'40"

 

Classifica Femminile  42,195 km:

1) Rahma Tusa   (ETH)   2h25’12”

2) Sifan Melak Udemise   (ETH)   2h31’21”

3) Gebiyaneh Ayele Gedamu   (ETH)   2h32’25”

4) Flomena Chepchirchir Chumba   (KEN)   2h34'09"

5) Li Dan   (CHN)   2h35'53"

Su un bel percorso, molto scorrevole, si è disputata a Samorin in Slovacchia, la 24^ edizione dei Campionati Europei di corsa campestre.

Per l’Italia si sono particolarmente distinti Yeman Crippa con il terzo posto nella gara Under 23 Uomini, e la squadra Under 20 Donne che ha conquistato la medaglia d’argento con le buone prestazioni individuali della 17enne Nadia Battocletti (quinto posto) e di Francesca Tommasi (sesto posto).

SENIORES UOMINI  10,180 km: 1. Kaan Kigen Ozbilen (Tur) 29:45, 2. Adel Mechaal (Spa) 29:54, 3. Andrew Butchart (Gbr) 30:00, 4. Hassan Chahdi (Fra) 30:01, 5. Soufiane Bouchikhi (Bel) 30:04, 6. Ben Connor (Gbr) 30:08, 7. Aras Kaya (Tur) 30:14, 8. Daniel Mateo (Spa) 30:16, 9. Polat Kemboi Arikan (Tur) 30:17, 10. Ayad Lamdassem (Spa) 30:18, 17. Lorenzo Dini 30:44, 40. Michele Fontana 31:22, 53. Paolo Zanatta 31:44, 67. Giuseppe Gerratana 32:21.

 

UNDER 23 UOMINI  8,230 km: 1. Jimmy Gressier (Fra) 24:35, 2. Hugo Hay (Fra) 24:37, 3. Yeman Crippa 24:42, 4. Emmanuel Roudolff Levisse (Fra) 24:43, 5. Carlos Mayo (Spa) 24:46, 6. Simon Debognies (Bel) 24:47, 7. Alexis Miellet (Fra) 24:47, 8. Topi Raitanen (Fin) 24:47, 9. Robin Hendrix (Bel) 24:48, 10. Suleyman Bekmezci (Tur) 24:49, 19. Simone Colombini 25:06, 27. Yohanes Chiappinelli 25:16, 33. Nadir Cavagna 25:28, 39. Alessandro Giacobazzi 25:32, 40. Pietro Riva 25:34.

 

UNDER 20 UOMINI  6,280 km: 1. Jakob Ingebrigtsen (Nor) 18:39, 2. Ramazan Barbaros (Tur) 18:41, 3. Louis Gilavert (Fra) 18:45, 4. Yani Khelaf (Fra) 18:47, 5. Miguel Gonzalez (Spa) 18:48, 6. Adrian Garcea (Rom) 18:48, 7. Annasse Mahboub (Spa) 18:49, 8. Ignacio Fontes (Spa) 18:50, 9. Mario Garcia (Spa) 18:50, 10. Markus Görger (Ger) 18:50, 19. Luca Alfieri 19:04, 28. Sergiy Polikarpenko 19:15, 36. Jacopo De Marchi 19:29, 46. Massimo Guerra 19:40, 52. Sebastiano Parolini 19:44, 58. Ademe Cuneo 19:49.

 

 

SENIORES DONNE  8,230 km: 1. Yasemin Can (Tur) 26:48, 2. Meraf Bahta (Sve) 27:03, 3. Karoline Bjerkeli Grovdal (Nor) 27:04, 4. Roxana Barca (Rom) 27:21, 5. Elena Burkard (Ger) 27:21, 6. Charlotte Taylor (Gbr) 27:23, 7. Fabienne Schlumpf (Svi) 27:24, 8. Emelia Gorecka (Gbr) 27:34, 9. Gemma Steel (Gbr) 27:41, 10. Steph Twell (Gbr) 27:43, 24. Valeria Roffino 28:14, 35. Martina Merlo 28:32, 56. Silvia La Barbera 29:05, 67. Sara Brogiato 29:44.

 

UNDER 23 DONNE  6,280 km: 1. Alina Reh (Ger) 20:22, 2. Konstanze Klosterhalfen (Ger) 20:25, 3. Jessica Judd (Gbr) 20:45, 4. Amy-Eloise Neale (Gbr) 20:59, 5. Amy Griffiths (Gbr) 21:02, 6. Isabelle Brauer (Sve) 21:09, 7. Anna Emilie Moller (Dan) 21:14, 8. Weronika Pyzik (Pol) 21:18, 9. Mhairi Maclennan (Gbr) 21:26, 10. Phoebe Law (Gbr) 21:26, 27. Chiara Spagnoli 21:57, 28. Federica Zanne 22:00, 30. Christine Santi 22:03, 39. Federica Sugamiele 22:17, 44. Mara Ghidini 22:25.

 

UNDER 20 DONNE  4,180 km: 1. Harriet Knowles-Jones (Gbr) 13:48, 2. Lili Anna Toth (Ung) 13:59, 3. Miriam Dattke (Ger) 14:03, 4. Jasmijn Lau (Ola) 14:05, 5. Nadia Battocletti 14:07, 6. Francesca Tommasi 14:07, 7. Mathilde Senechal (Fra) 14:08, 8. Alberte Kjaer Pedersen (Dan) 14:09, 9. Cari Hughes (Gbr) 14:15, 10. Sophie Murphy (Irl) 14:15, 22. Elisa Cherubini 14:30, 51. Micol Majori 14:56, 53. Laura De Marco 15:00, 54. Ludovica Cavalli 15:02.

 

 

STAFFETTA MISTA SENIORES  6,280 km: 1. Gran Bretagna 18:24, 2. Repubblica Ceca 18:25, 3. Spagna 18:26, 4. Svezia 19:02, 5. Francia 19:04, 6. Italia 19:10.

 

 

CLASSIFICA PER NAZIONI

UOMINI

SENIORES: 1. Turchia 17, 2. Spagna 20, 3. Gran Bretagna 35, 4. Francia 56, 5. Irlanda 58, 9. Italia 110.

UNDER 23: 1. Francia 7, 2. Belgio 26, 3. Gran Bretagna 41, 4. Spagna 45, 5. Italia 49.

UNDER  20: 1. Spagna 20, 2. Francia 27, 3. Turchia 49, 4. Belgio 51, 5. Norvegia 51, 7. Italia 83.

DONNE

SENIORES: 1. Gran Bretagna 23, 2. Romania 31, 3. Turchia 54, 4. Portogallo 60, 5. Spagna 60, 9. Italia 115.

UNDER 23: 1. Gran Bretagna 12, 2. Germania 15, 3. Turchia 46, 4. Svezia 52, 5. Spagna 59, 9. Italia 85.

UNDER 20: 1. Gran Bretagna 21, 2. Italia 33, 3. Spagna 47, 4. Francia 60, 5. Olanda 60.

 
Lunedì, 11 Dicembre 2017 02:43

Honolulu (USA) - 45^ Honolulu Marathon

Il vincitore della passata edizione il keniano Lawrence Cherono, che quest’anno il 15 ottobre ha vinto anche  la Maratona di Amsterdam con il primato del percorso ed anche suo nuovo personal best di 2h05’09”, a Honolulu, nelle splendide Isole Hawaii negli Stati Uniti, ha tagliato vittorioso il traguardo a Kapiolani Park della 45^ edizione della Honolulu Marathon, "26,2 Miles in Paradise",  con il nuovo record del percorso di 2h08’27”. Al secondo posto si è piazzato, per il terzo anno consecutivo, il connazionale Wilson Kwanbai Chebet in 2h09’55”, mentre non ha concluso la gara il Primatista Mondiale di maratona il keniano Dennis Kimetto.

Anche nella gara femminile ad imporsi è stata la vincitrice dello scorso anno la keniana Brigid Kosgei, reduce dal secondo posto alla Maratona di Chicago dell’8 ottobre,  ed anche lei con il nuovo record del percorso di 2h22’15”, seconda posizione per la connazionale Nancy Kiptoo in 2h29’16”.

Ai due vincitori, maschile e femminile, è andato un premio di 40.000 dollari statunitensi più altri 15.000 dollari statunitensi per aver migliorato i record.

 

 

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Lawrence Cherono   (KEN)   2h08’27”
  2. Wilson Kwambai Chebet   (KEN)   2h09’55”
  3. Vincent Kipsegechi Yator   (KEN)   2h10’38”
  4. Titus Ekiru   (KEN)   2h12’19”
  5. Festus Talam   (KEN)   2h17’26”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Brigid Kosgei   (KEN)   2h22’15”
  2. Nancy Kiprop   (KEN)   2h29’16”
  3. Joyce Chepkirui   (KEN)   2h33’18”
  4. Janet Jelagat Rono   (KEN)   2h39’32”
  5. Hiroko Yoshitomi   (JPN)   2h40’13”
 
Martedì, 02 Gennaio 2018 17:10

La Mobilità Articolare

Per migliorare la tecnica di corsa favorendone la precisione e aumentando l'economia del gesto, il podista deve inserire nel suo piano di allenamento gli esercizi di mobilità articolare, perchè il suo carente sviluppo è un fattore limitante per l'apprendimento, il miglioramento e l'economia del gesto tecnico, poichè aumenta il dispendio energetico e facilita l'affaticamento. La mobilità articolare è la capacità di compiere gesti con la massima escursione articolare possibile, i fattori che la facilitano oppure la limitano sono di natura anatomica e neurofisiologica regolativa. Anatomicamente sono importanti il tipo e la forma delle superfici articolari, le capacità di estensibilità dei tendini e dei muscoli ed è anche fondamentale imparare a rilassare la muscolatura. L'allenamento della mobilità articolare ha anche come obiettivo quello di mantenere dei rapporti armonici con la forza muscolare perchè in genere atleti che hanno un livello di forza elevato, possiedono una limitata capacità di mobilità e, viceversa, atleti molto flessibili hanno poca forza. Normalmente il livello di mobilità è molto elevato nei giovanissimi e tende, con il passare degli anni, ad abbassarsi, a parità di allenamento il suo calo è maggiore nei maschi. Per questo motivo non bisogna mai trascurarla o abbandonarla, bastano anche solo 10/15 minuti per tre volte la settimana per conquistare e conservare un buon stato di funzionalità motoria.Per migliorare la tecnica di corsa favorendone la precisione e aumentando l'economia del gesto, il podista deve inserire nel suo piano di allenamento gli esercizi di mobilità articolare, perchè il suo carente sviluppo è un fattore limitante per l'apprendimento, il miglioramento e l'economia del gesto tecnico, poichè aumenta il dispendio energetico e facilita l'affaticamento. La mobilità articolare è la capacità di compiere gesti con la massima escursione articolare possibile, i fattori che la facilitano oppure la limitano sono di natura anatomica e neurofisiologica regolativa. Anatomicamente sono importanti il tipo e la forma delle superfici articolari, le capacità di estensibilità dei tendini e dei muscoli ed è anche fondamentale imparare a rilassare la muscolatura. L'allenamento della mobilità articolare ha anche come obiettivo quello di mantenere dei rapporti armonici con la forza muscolare perchè in genere atleti che hanno un livello di forza elevato, possiedono una limitata capacità di mobilità e, viceversa, atleti molto flessibili hanno poca forza. Normalmente il livello di mobilità è molto elevato nei giovanissimi e tende, con il passare degli anni, ad abbassarsi, a parità di allenamento il suo calo è maggiore nei maschi. Per questo motivo non bisogna mai trascurarla o abbandonarla, bastano anche solo 10/15 minuti per tre volte la settimana per conquistare e conservare un buon stato di funzionalità motoria.

Per il podista le principali articolazioni da sollecitare sono:
- Articolazione Tibio-Tarsica (articolazione della caviglia)
- Articolazione del Ginocchio
- Articolazione Coxo-Femorale (articolazione dell'anca)
- Articolazioni della Colonna Vertebrale
- Articolazione Scapolo-Omerale (articolazione della spalla)

E' importante durante gli esercizi di mobilità articolare che il podista abbia effettuato un buon riscaldamento e che sia psicologicamente predisposto a rilassarsi, in presenza di rigidità muscolare provocata da affaticamento muscolare o da eccessive situazioni emotive è meglio fare esercizi di bassa intensità. Dopo un bagno caldo di 10 minuti la nostra capacità di mobilità articolare migliora mentre si riduce al mattino appeni svegli, a basse temperature oppure dopo un allenamento molto intenso.
Una buona mobilità articolare è essenziale per migliorare le prestazioni in atletica.

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE TIBIO-TARSICA:
- Flessione plantare del piede (spinta verso il basso della punta del piede)
- Flessione dorsale del piede (tirare la punta del piede verso l'alto)
- Inversione e Eversione del piede (girare il piede all'interno ed all'esterno)
- Circonduzioni del piede
- Rotazione interna ed esterna del piede

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE DEL GINOCCHIO:
- Estensione del ginocchio
- Flessione del ginocchio

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE COXO-FEMORALE:
- Estensione degli arti inferiori e del busto
- Flessione degli arti inferiori e del busto
- Slanci (estensione + flessione)
- Abduzione (portare l'arto inferiore esternamente)
- Adduzione (portare l'arto inferiore internamente)
- Slanci (abduzione + adduzione)
- Circonduzioni degli arti inferiori, del bacino e del busto

ESERCIZI PER LE ARTICOLAZIONI DELLA COLONNA VERTEBRALE:
- Estensione del busto
- Flessione del busto
- Flessione laterale del busto
- Rotazioni del busto

ESERCIZI PER L'ARTICOLAZIONE SCAPOLO-OMERALE:
- Estensione degli arti superiori
- Flessione degli arti superiori
- Slanci (estensione + flessione)
- Abduzione degli arti superiori
- Adduzione degli arti superiori
- Slanci (abduzione + adduzione)
- Estensione orizzontale degli arti superiori
- Flessione orizzontale degli arti superiori
- Elevazione e abbassamento delle spalle
- Rotazioni delle spalle
- Circonduzioni delle spalle

 
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:52

S-Heerenberg (NED) - 22^ Montferland Run 15k

A S-Heerenberg, una cittadina dei Paesi Bassi, la 22^ edizione della Montferland Run di 15 km è stata vinta dal keniano Victor Kimutai Chumo con il tempo di 43’23” (ad una media di 2’53”5 al km).

Alle sue spalle si sono piazzati i connazionali Alfred Chelal Barkach in 43’24” e Noah Kipkemboi in 43’27”.

Classifica Maschile  15 km:

  1. Victor Kimutai Chumo   (KEN)   43’23”
  2. Alfred Chelal Barkach   (KEN)   43’24”
  3. Noah Kipkemboi   (KEN)   43’27”
  4. Daniel Wanjiru   (KEN)   43’34”
  5. Luke Traynor   (GBR)   43’44”
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:42

Singapore (SIN) - 16^ Singapore Marathon

Gli atleti del Kenya hanno dominato la 16^ edizione della Maratona di Singapore, evento IAAF Gold Label Road Race, vittorie per Cosmas Koech Kimutai in 2h22’48” e Pamela Jepkosgei Rotich in 2h38’31”.

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Cosmas Koech Kimutai   (KEN)   2h22’48”
  2. Justus Kipkogei Kimutai   (KEN)   2h23’07”
  3. Paul Matheka   (KEN)   2h23’25”
  4. Mark Kosgey Kiptoo   (KEN)   2h23’41”
  5. Kennedy Lilan   (KEN)   2h24’11”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Pamela Jepkosgei Rotich   (KEN)   2h38’31”
  2. Rebecca Kangogo Chesir   (KEN)   2h38’48”
  3. Peninah Jerop Arusei   (KEN)   2h39’07”
  4. Rebecca Jepchirchir Korir   (KEN)   2h42’37”
  5. Peninah Jepkoech Kigen   (KEN)   2h42’56”
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:28

Macao (MAC) - 36^ Macao Marathon

Il keniano Felix Kiptoo Kirwa ha vinto la 36^ edizione della Macao International Marathon con il tempo di 2h10’01” superando i connazionali Joseph Kyengo Munywoki (2h13’18”) e Henry Sang (2h13’48”).

Tra le donne vittoria di Eunice Jepkirui Kirwa del Bahrain con il crono di 2h29’12”.

Si è disputata anche la mezza maratona vinta dal keniano Josphat Menjo in 1h04’49” e dalla portoghese Dorotea Alves Peixoto in 1h16’00”.

  

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Felix Kiptoo Kirwa   (KEN)   2h10’01”
  2. Joseph Kyengo Munywoki   (KEN)   2h13’18”
  3. Henry Sang   (KEN)   2h13’48”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Eunice Jepkirui Kirwa   (BRN)   2h29’12”
  2. Oleksandra Shafar   (BLR)   2h33’06”
  3. Rodah Jepkorir Tanui   (KEN)   2h33’41”
 
Lunedì, 04 Dicembre 2017 14:11

Ginevra (SUI) - 40^ Course de L’Escalade

Il 21enne talento svizzero Julien Wanders, che si allena spesso in Kenya, davanti al suo pubblico a Ginevra ha vinto la 40^ edizione della Course de L’Escalade: indossando la canotta della nazionale keniana ha completato i 7,323 km del percorso in 20’58”1; seconda posizione per il 21enne keniano Fredrick Kipkosgei Kiptoo in 21’07”6, e terzo posto per il 18enne ugandese Abel Sikowo in 21’37”7. Mentre il primatista nazionale della Svizzera di Maratona - con 2h06’40” -  Abraham Tadesse ha concluso solo all’ottavo posto in 21’55”8.

Nella competizione femminile successo per l’etiope Helen Bekele con il tempo di 23’49”9 davanti alla keniana Maggie Masai (23’51”8).
 

Classifica Maschile  7,323 km:

  1. Julien Wanders   (SUI)   20’58”1
  2. Fredrick Kipkosgei Kiptoo   (KEN)   21’07”6
  3. Abel Sikowo   (UGA)   21’37”7
  4. Mohammed Boulama   (MAR)   21’40”6
  5. Patrick Ereng   (KEN)   21’44”3
  6. Yoann Kowal   (FRA)   21’45”4
  7. Jan Hochstrasser   (SUI)   21’52”6
  8. Tadesse Abraham   (SUI)   21’55”8
  9. Daniel Studley   (GBR)   21’57”7
  10. Jonny Mellor   (GBR)   21’59”1

 

Classifica Femminile  7,323 km:

  1. Helen Bekele   (ETH)    23’49”9
  2. Maggie Masai   (KEN)   23’51”8
  3. Stephanie Twell   (GBR)   24’02”8
  4. Fabienne Schlumpf   (SUI)   24’22”6
  5. Cynthia Kosgei   (KEN)   24’41”8 

FUKUOKA (JPN) - Il norvegese Sondre Nordstad Moen, che ad ottobre aveva corso la Mezza Maratona di Valencia in 59’48”, ha vinto in Giappone la 71^ edizione della Fukuoka International Marathon, evento IAAF Gold Label Road Race, stabilendo il nuovo record europeo di 2h05’48”, migliorando il suo precedente primato personale di 4’19”. Il record europeo apparteneva al portoghese Antonio Pinto con 2h06’36” a Londra nel 2000, ed al francese Benoit Zwierzchiewski a Parigi 2003.

Ai posti d’onore si sono piazzati il campione olimpico di Londra 2012, l’ugandese Stephen Kiprotich in 2h07’10”, ed il giapponese Suguru Osako che al suo debutto in maratona ha corso in 2h07’19”.

Quarta posizione per il vice Campione del Mondo di mezza maratona di Cardiff 2016, il keniano - che vive e si allena in Giappone - Bedan Karoki Muchiri in 2h08’44”.

 Classifica Maschile  42,195 km:

1 Sondre Nordstad Moen (NOR) 2:05:48

2 Stephen Kiprotich (UGA) 2:07:10

3 Suguru Osako (JPN) 2:07:19

4 Bedan Karoki Muchiri (KEN) 2:08:44

5 Ammanuel Mesel (ERI) 2:09:22

6 Daisuke Uekado (JPN) 2:09:27

7 Yoshiki Takenouchi (JPN) 2:10:01

8 Michael Githae (KEN) 2:10:46

9 Yuki Kawauchi (JPN) 2:10:53

10 Takuya Fukatsu (JPN) 2:12:04

Il 22 Aprile 2018 il Campione Olimpico di maratona di Rio 2016  il keniano Eliud Kipchoge ritornerà alla Maratona di Londra per cercare di vincerla per la terza volta. Ha vinto nel 2015 e poi nel 2016 ha anche migliorato il record del percorso con 2h03’05” a soli 8 secondi dal record del mondo del connazionale Dennis Kimetto (2h02’57”).

“Ho ricordi molto speciali della  Virgin Money London Marathon - dichiara il 33enne Kipchoge - ho vinto nel 2015 e 2016 ed entrambi sono giorni che non dimenticherò mai. Sono arrivato vicino a battere il record del mondo nel 2016 e quella gara mi ha dato la sicurezza di andare avanti e vincere il titolo olimpico a Rio e anche correre bene per tutto il 2017”.

La sua ultima 42,195 km è stata il 24 settembre la Maratona di Berlino correndo in 2h03’32”.

“Berlino è stata una gara difficile - ha detto Kipchoge - perché le condizioni meteo non erano buone, ma il mio tempo ha dimostrato che ero nella giusta forma. Come sempre in maratona ogni cosa deve essere perfetta proprio in quel giorno. La Maratona di Londra è sempre di altissimo livello perciò devo aspettare e vedere come mi allenerò e quale poi sarà il tempo. So di valere il record del mondo quindi dovremo aspettare e vedere cosa succede”.

Eliud Kipchoge è il secondo nome prestigioso da aggiungere alla Start List della Maratona di Londra 2018 dopo il Campione Olimpico dei 5.000 e 10.000 metri di Rio 2016 il britannico Mo Farah.

 

                                        ELIUD KIPCHOGE         MO FARAH

Nazione                           Kenya                              Regno Unito

Data di nascita                 5 Nov 1984                     23 Mar 1983

PB Maratona                    2h03’05”                          2h08’21”

PB Mezza Maratona         59’25”                             59’32”

PB 10.000 mt                   26’49”02                         26’46”57

PB 5.000 mt                    12’46”53                          12’53”11

PB 3.000 mt                    7’27”66                           7’32”62

PB 1.500 mt                    3’33”20                           3’28”81

Giovedì, 09 Novembre 2017 19:27

Marathon Des Alpes Maritimes Nice-Cannes

L’etiope Dejene Kelkilew con il tempo di 2h12’09” ha vinto in Francia la 10^ edizione della Marathon Des Alpes Maritimes Nice-Cannes, evento IAAF Bronze Label Road Race.

Tra le donne il successo è andato alla connazionale Tejitu Siyum in 2h33’21”. 

 

Classifica Maschile   42,195 km:

1. Dejene Kelkilew (ETH) 2:12:09

2. Cosmas Birech (ETH) 2:12:19

3. Alfred Kering (KEN) 2:12:30

4. Alex Bartilol (KEN) 2:12:46

5. Yuki Kawauchi (JAP) 2:15:02

 

Classifica Femminile   42,195 km:

1. Tejitu Siyum (ETH) 2:33 :21

2. Meseret Gola (ETH) 2:36:38

3. Tigist Shetu (ETH) 2 :43 :58

4. Alines Camboulives (FRA) 2 :45 :50

5. Agnès Portier (FRA) 2 :53 :47

 

I keniani Jackson Limo in 2h11’34” e Monica Jepkoech in 2h26’58” hanno vinto in Portogallo la 14^ edizione della Maratona do Porto.

In seconda posizione si sono piazzati i portoghesi Daniel Pinheiro in 2h17’57” e Salome Rocha in 2h31’01”. 

Classifica Maschile  42,195 km:

  1. Jackson Limo   (KEN)   2h11’34”
  2. Daniel Pinheiro   (POR)   2h17’57”
  3. Okubay Tsegay   (ERI)   2h19’06”

 

Classifica Femminile  42,195 km:

  1. Monica Jepkoech   (KEN)   2h26’58”
  2. Salome Rocha   (POR)   2h31’01”
  3. Chaltu Bedo Negashu   (ETH)   2h43’41”

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina