Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Giu 05, 2018 Sandro Bottelli 262volte

Paese che vai... corsa che trovi

* Ricordando Belossi. Oltre 300 podisti al via della serale svoltasi a Pisogno, frazione di Miasino, lungo un tracciato campestre non privo di difficoltà. A organizzare l'evento Cristina Valsesia e Marco Belossi, moglie e fratello del compianto Gianmario deceduto cinque anni fa. Presenti molti ex corridori che furono amici e rivali del campione scomparso in anni in cui le corse erano meno numerose, ma più impegnative. Primo al traguardo l'italo marocchino Salah Ouyat, ora tesserato per la Project Vco di Domodossola, che ha anticipato un formidabile quartetto composto nell'ordine dal cusiano Riccardo Borgialli, dal pratese Francesco Guglielmetti, dal ticinese Andrea Medina e dall'ossolano Alberto Gramegna. Insomma un vero e proprio "parterre des rois". In campo femminile scontro diretto tra la giovane Sara Filiberti, 21enne di Suno, neo laureata in Economia, e l'onnipresente Monica Moia, novarese, plurivincitrice nella corrente annata, che nell'occasione si è dovuta accontentare del secondo posto, mentre la top five si è completata con Gabriella Gallo terza, a sua volta precedendo le ucraine Lisi Eljona e Sanda Opayets, quarta e quinta rispettivamente.
 
*  Le colline sono in fiore. La cantava Wilma Goich, l'ha riproposta Gianni Cantoia, podista a tempo perso, appassionato di pittura e lui stesso artista. A dispetto del dépliant che inneggiava a presunte colline in fiore, nessun bocciolo sul sonnolento tracciato. "A causa - ha precisato lo stesso Cantoia - di un sensibile ritardo della primavera". Ma è stato ugualmente un bel correre e un bel vincere per Chistian Mattachini e Sara Filiberti, lui di Mezzomerico e lei, già prima la sera precedente a Pisogno, di Suno. In 632, oltre il previsto, su un percorso molto scorrevole che ha visto secondo l'ascetico Amin Dakhil, marocchino residente a Suno, studente universitario di filosofia; poi Daniele Vercelli e Davide Amenta. Mentre in campo femminile dietro Sara Filiberti, Giada Licandro, Annalisa Diaferia e Barbara Pollastro nell'ordine. Premio speciale ai primi due di Cavaglietto, che sono stati Gabriele Oioli e Linda Lanaro.
 
*  A Borgosesia. La Gamba d'oro ha difeso, a Borgosesia, il suo baluardo valsesiano sfornando 468 concorrenti il più bravo dei quali è stato ancora una volta Claudio Guglielmetti, primo davanti Federico Poletti, Policarpo Crisci, Cesare Moretti e Fulvio Vinzio. Ancora vincente Gabriella Gallo, borgomanerese di San Marco, che ha preceduto Cristina Pieri, la novarese Giulia Rizzitti, Annalisa Diaferia e Serena Sappa. Stimolante il tradizionale circuito misto asfalto e praterie con la tosta salita iniziale a far selezione come sempre. Era la quindicesima edizione della Camminata Avis di Borgosesia.
 
* Le prossime corse. Giovedì 7 "Avanti e indrè" a Someraro di Stresa, km 6 con partenza alle 20 dal Ristorante Cardini. Venerdì 8 a Fondotoce di Verbania, km 7 con partenza alle 20 dal campo sportivo e Gamba d'oro a Prato Sesia, km 6 ore 20. Domenica 10 tre corse: Marcia tricolore a Vaprio d'Agogna (km 10, ore 9), Montebuglio di Casale Corte Cerro (km 10, ore 9) e Corsa al Monte Giove di Cannobio (km 6, ore 9,30). Martedì 12 Memorial Claudio Piazza a Cesara (km 5, ore 20). Venerdì 15 Memorial Teresa Jenny a San Maurizio d'Opaglio (km 9, ore 20). 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina