Stampa questa pagina
Lug 06, 2019 Andrea Poggioni 896volte

Azzate (VA) - StramAzzata

Azzate Azzate Foto di Arturo Barbieri

Una formula atipica, rispetto alle classiche corse serali, contraddistingue la StramAzzata, la cronoscalata di 1 km che si è svolta mercoledì 3 luglio ad Azzate (VA)
Per la precisione sono 970 metri con 46 scalini finali. La pendenza della salita è del 4-5% per i primi 400 metri poi si impenna fino all’11%. Una sparata che mette a dura prova sia i muscoli che il cuore che, in questi casi, raggiunge la massima pulsazione possibile. E’ questa la gara organizzata dal gruppo Runners Valbossa di Azzate.
Il luogo di ritrovo è lo splendido belvedere di Azzate, piazza Ghiringhelli, che con il suo panorama sul lago e sui monti è diventato il punto di ritrovo di numerose persone che si recano presso i veicoli adibiti a bar che stazionano in piazza all’orario dell’aperitivo.
153 sono stati i partecipanti che si sono sfidati. I premi, erano riservati ai primi tre uomini e alle prime tre donne con super premio del valore di € 100,00 per chi stabiliva il record maschile e femminile.
I tempi da battere erano 3’18” al maschile, stabilito da Alex Baldaccini, e 4’19” fatto segnare da Ilaria Dal Magro. E proprio quest’ultima è tornata e ha abbassato il proprio record portandolo a 4’11” e aggiudicandosi il premio speciale.
La classifica maschile è stata dominata da Matteo Renda in 3’48” seguito da Riccardo Lovisetto in 3’53” e terzo posto per Marco Ciceri in 3’57”
Al femminile, come detto, Ilaria Dal Magro ha vinto in 4’11” staccando decisamente Sofia Barbetta, arrivata seconda in 4’51”, e Elisabetta Di Gregorio, terza in 4’55”.
Una gran bella serata in un gran bel luogo.

Informazioni aggiuntive