Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Dic 26, 2020 920volte

28mila alla Taipei Marathon vinta da Lonyangata e Merachi Wegi

Paul Lonyangata taglia il traguardo Paul Lonyangata taglia il traguardo Foto Organizzatori/World Athletics

Domenica 20 dicembre si è corsa la Taipei Marathon, evento World Athletics Bronze Label, che ha registrato i successi del keniano Paul Lonyangata e della etiope Askale Merachi Wegi.

Il 28enne Lonyangata, vincitore della maratona di Parigi nel 2017 e 2018 e che vanta un pb di 2:06:10, ha staccato al 32° chilometro i compagni di fuga, il connazionale Elisha Rotich e l’etiope Chele Dechasa, per imporsi in 2:09:18 nella sua prima maratona del 2020, ottenendo anche il record della corsa (precedente 2:09:59 del connazionale Sammy Kitwara nel 2016 ).

Rotich, pur rallentando negli ultimi chilometri, ha chiuso in seconda posizione in 2:13:07, precedendo l’estone Tiidrek Nurme, terzo in 2:16:11. Dechasa si  invece ritirato al 34 chilometro, per problemi alla caviglia.

Tra le donne, la Merachi ha preso il comando della gara in solitudine sin dal 5° chilometro, con l’obiettivo di ottenere il record della gara di 2:27:36. Dopo il buon passaggio alla mezza in 1:12:47, ha rallentato nella seconda parte anche per il vento contrario, chiudendo in 2:28:31. Niente record della corsa quindi, ma in compenso seconda vittoria in due maratone nel 2020, dopo quella di Houston a gennaio in 2:23:29.

Podio interamente etiope, con Asifa Kasegn, seconda in 2:32:00, e Zinash Mekkonen, terza in 2:32:24. Quarta la locale Tsao Chun-yu in 2:31:49, che ha stabilito il nuovo record nazionale.

Da segnalare che gli organizzatori hanno invitato all’evento 12 maratoneti d’élite, provenienti da otto paesi degli altri quattro continenti, a simboleggiare la lotta di tutto il mondo alla pandemia. Gli stessi atleti sono stati costretti alla quarantena di 14 giorni, tanto che nelle loro stanze d’albergo sono stati posti dei tapis roulants per potersi allenare; solo negli ultimi due giorni prima della gara hanno potuto correre all’aperto.  

28000 i partecipanti all’evento, tanto che la Taipei Marathon è  stata la corsa più partecipata al mondo dopo la pandemia, in uno stato che ha però combattuto con forza il covid sin dall’inizio, registrando solo 800 casi complessivi.

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina