Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 11, 2021 203volte

Tura e Chepngetich vincono la 43^ Chicago Marathon

Tura esulta Tura esulta Foto Organizzatori

10 Ottobre - L'etiope Seifu Tura e la keniana Ruth Chepngetich sono i vincitori della 43^ Maratona di Chicago, la terza a svolgersi del Circuito 2021 delle sei Major (dopo Londra e Berlino) che ha avviato il trittico statunitense con Boston (in programma domani) e New York del prossimo 7 novembre.

Il 24enne Tura si è imposto in 2h06:21, precedendo lo statunitense Galen Rupp, secondo in 2h06:35, e il keniano Eric Kiptanui, terzo in 2h06:51.

Tra le donne Chepngetich ha trionfato in 2h22:31, davanti alle statunitensi Emma Bates, seconda in 2h24:20, e Sara Hall, terza in 2h27:19.  

Dopo un inizio tranquillo (passaggio al 5° in 14:36 e al 10° in 29:15), la gara maschile ha visto la prima selezione al 15° chilometro, con l’azione dell’etiope Shifera Tamru Aredo: passaggio in 44:06 il gruppo di testa è formato da otto uomini.

Alla mezza (1h02:29), il gruppo di testa è ormai ridotto a 6 unità; per poi, al passaggio al 25° in 1h14:42, tornare a sette con il rientro di Rupp sul giapponese Kengo Suzui, gli etiopi Seifu Tura, Chalu Deso e Shifera Tamrui e i keniani Eric Kiptanui e Reuben Kipyegoi.

Ma, dopo il 30° km, il gruppo si rompe: al 35° (passaggio in 1h45:01) Tura è al comando in compagnia di Eric Kiptanui e a Galen Rupp, per poi cominciare l’azione decisiva che lo porta al successo.

La gara femminile registra invece un avvio fortissimo della Chepngetich, alla ricerca del primato mondiale: al 5° km passa in 15:37 e al 10° in 31:22 (sei secondi meglio del passaggio del primato mondiale della connazionale Brigid Kosgei nel 2019 sempre a Chicago) e al 15° in 47:15. Ma poi il ritmo comincia a scendere Passaggio al 20° km in 1h03:54) e alla mezza passaggio in 1h07:34) Chepngetich è in ritardo di 35” sul record mondiale. La keniana non riesce più a spingere (passaggio al 25° in 1h20:52, 1:19 in più del record mondiale; passaggio al 30° in 1h38:13, 3 minuti in più sul mondiale), va anche in una leggera crisi, ma il vantaggio accumulato le è sufficiente per tagliare vittoriosa il traguardo.
Seconda, protagonista di una grande rimonta, è Bates che precede la connazionale Sara Hall, che approfitta del crollo di Kiplagat, a lungo seconda.

Circa 35.000 i partecipanti: purtroppo, gli italiani, e gli europei in generale, sono penalizzati dalle vigenti norme legate al Covid, che impediscono un ingresso diretto negli USA anche per i vaccinati. Se le regole non cambieranno (come è stato detto da qualche settimana, indicando il mese di novembre come possibile data), sarà impedita a quasi tutti anche la partecipazione a New York del 7 novembre.

Classifiche: 

Donne:
1 Ruth Chepngetich (KEN) 2:22:31
2 Emma Bates (USA) 2:24:20
3 Sara Hall (USA) 2:27:19
4 Keira D’Amato (USA) 2:28:22
5 Vivian Kiplagat (KEN) 2:29:14
6 Maegan Krifchin (USA) 2:30:17
7 Carrie Verdon (USA) 2:31:51
8 Sarah Pagano (USA) 2:33:11
9 Meseret Belete (ETH) 2:33:14
10 Lindsay Flanagan (USA) 2:33:20 

Uomini
1 Seifu Tura (ETH) 2:06:12
2 Galen Rupp (USA) 2:06:35
3 Eric Kiptanui (KEN) 2:06:51
4 Kengo Suzuki (JPN) 2:08:50
5 Shifera Tamru (ETH) 2:09:39
6 Colin Mickow (USA) 2:13:31
7 Nico Montanez (USA) 2:13:55
8 Reuben Kipyego (KEN) 2:14:24
9 Reed Fischer (USA) 2:14:41
10 Wilkerson Given (USA) 2:14:55

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina