Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 10, 2022 Ufficio Stampa Evento 217volte

Wings for Life World Run 2022: Jo Fukuda e Nina Zarina vincono a fin di bene

La tappa all'Idroscalo di Milano La tappa all'Idroscalo di Milano Foto Alessandro Dealberto

8 maggio – Il mondo si è unito per sostenere una buona causa e correre per chi non può: quasi 162.000 partecipanti da 192 nazioni diverse sono partiti alla stessa ora (ore 11 UTC) in 165 Paesi, dando il via alla nona edizione della Wings for Life World Run.

Tante le località italiane dove si è corso grazie alle App Run organizzate: dal Sudtirolo a Torino, per poi passare in Lombardia con Milano e Pavia, in Veneto a Verona e nell’Isola di Albarella, toccando Roma e scendendo in Calabria a Cosenza e in Sicilia a Palermo e Catania. 

Grazie alle quote di iscrizione e alle donazioni sono stati raccolti globalmente 4,7 milioni di Euro a sostegno della ricerca sulle lesioni al midollo spinale.
Jo Fukuda (JPN, 64,43 chilometri, Fukuoka/JPN) e Nina Zarina (RUS, 56,00 chilometri, Santa Monica/USA) sono i rispettivi vincitori maschile e femminile di questa straordinaria edizione 2022. Quest'anno i partecipanti hanno percorso una media di quasi 12 km nel momento in cui la Catcher Car, il traguardo mobile, li ha raggiunti e superati. Tutte gli highlights, i risultati e le impressioni della corsa di beneficenza più grande al mondo si possono trovare su www.wingsforlifeworldrun.com 

"Quando così tante persone uniscono le loro forze, accadono grandi cose", commenta Anita Gerhardter, CEO di Fondazione Wings for Life. "Sono colpita nel vedere quante persone oggi hanno corso a sostegno della nostra causa. Negli ultimi anni abbiamo fatto grandi passi verso la ricerca di una cura per le lesioni del midollo spinale. E grazie a tutti coloro che hanno partecipato possiamo continuare a finanziare progetti di ricerca". 

La nona edizione della Wings for Life World Run ha visto migliaia di partecipanti unirsi in tutto il mondo individualmente con l'App o in gruppo nelle 217 App Run organizzate, per correre insieme cercando di non farsi raggiungere dalla Virtual Catcher Car. L'edizione di quest'anno ha finalmente visto anche il ritorno di sette Flagship Run dopo una pausa di due anni dovuta alla situazione pandemica. I partecipanti hanno corso insieme a Vienna (Austria), Monaco (Germania), Zurigo (Svizzera), Lubiana (Slovenia), Zara (Croazia), Poznan (Polonia) e Izmir (Turchia) e sono stati inseguiti da una Catcher Car reale guidata da nomi importanti come la leggenda del salto con gli sci Adam Malyz (Polonia) o la pilota tedesca più veloce nel motorsport Sophia Flörsch. 

"Vedere il mio amico Eliud Kipchoge rendere il mondo un posto migliore attraverso la sua corsa, mi ha ispirato a voler fare lo stesso", ha detto Fukuda, riferendosi al supporto dato all’attività di beneficenza dal campione keniota di maratona. "Quest'anno ho voluto sfidare me stesso e raggiungere il primo posto, quindi sono molto felice", ha aggiunto. 

Zarina, che ha corso individualmente con l'App e ha vinto in modo impressionante per la quarta volta consecutiva, ha detto: "Sono molto felice di aver vinto oggi a Santa Monica. È difficile correre 55 chilometri da sola, ma sono molto felice di essere finalmente tornata a correre insieme agli altri". 

Sole al Cairo, pioggia a New York, grandine in Croazia e neve in Svezia: nella Wings for Life World Run le condizioni meteo per i runner sono le più diverse. Secondo le previsioni meteo ufficiali della corsa, UBIMET, la temperatura più calda è stata registrata a Jaipur, India (42 C/108 F) e la più fredda a Nuussuag, Groenlandia (-8 C/18 F). Lo stesso vale anche per l'orario di partenza locale. Tutti, a livello globale, sono partiti alle ore 11 UTC. In alcune località come a Auckland, in Nuova Zelanda, era notte fonda, mentre in luoghi come Los Angeles e Città del Messico era mattina presto. In tutta Europa, Africa e Medio Oriente si è corso all’ora di pranzo. Questa caratteristica rende così unico il più grande evento podistico del mondo, dove non importa dove sei e quali siano i tuoi obiettivi personali: fai parte di qualcosa di grande e veramente speciale. 

Dai principianti fino ad arrivare ai runner più esperti, dai più anziani ai giovani, dai corridori alle persone in sedia a rotelle – chiunque ha potuto prendere parte alla Wings for Life World Run: l’evento è aperto a tutti anche grazie al suo format unico che permette la partecipazione sia a chi corre sia a chi cammina. Nessun traguardo di fronte a sé, ogni runner termina la propria corsa quando viene raggiunto dalla Catcher Car. 

Tra i partecipanti, celebrità come il Presidente della Slovenia Borut Pahor, la leggenda danese del surf Bjørn Dunkerbeck, l'austriaco Marcel Hirscher, ex atleta di Coppa del Mondo di sci alpino, lo svedese Timmy Hansen, campione mondiale FIA di RX, il belga Wout von Aert, ciclocrossista e ciclista su strada, il canadese corridore di fondo Calum Neff e il norvegese Karsten Warholm, detentore del record mondiale dei 400 metri a ostacoli. 

In Italia, la gamer e streamer Sara Kurolily Stefanizzi, dopo la preparazione delle scorse settimane, ha preso parte all’App Run di Milano Idroscalo con l’amico Francesco Sarengo Papa, professional italian shoutcaster, raggiungendo un obiettivo di cui entrambi sono molto soddisfatti. “Abbiamo corso insieme 6,43 km, ci siamo allenati insieme per prendere parte a questo evento, a sostegno di una buona causa, e siamo molto contenti del risultato”, commentano.

“Sono molto fiera di aver coinvolto gli amici della mia community di gamer in questo evento globale di solidarietà”, conclude Sara Kurolily Stefanizzi.

La Wings for life World Run del prossimo anno sarà un'edizione speciale. Il 10° anniversario avrà luogo il 7 maggio 2023 e moltissimi partecipanti si sono già registrati per prendere parte a questa occasione speciale. 

Dal 2014, 1.086.988 partecipanti hanno preso parte a questa corsa globale di solidarietà. Il milionesimo partecipante si è iscritto proprio quest'anno e ha corso alla Flagship Run di Zurigo (SUI). Un totale di 10.266.768 km sono stati percorsi dalla prima edizione, ed è stata raccolta una cifra complessiva di 38 milioni di Euro. Il 100% di tutte le quote di iscrizione e delle donazioni vengono devolute a sostegno della ricerca scientifica sulle lesioni al midollo spinale.

La Fondazione Wings for Life sostiene progetti di ricerca come lo studio clinico svizzero denominato Stimulation Movement Overground (STIMO), che ha permesso a tre uomini in sedia a rotelle - lo svizzero David Mzee, l'italiano Michel Roccati e l'olandese Gert-Jan Oskam - di partecipare alla Wings for Life World Run senza l’ausilio della sedia a rotelle. 

Altro esempio degno di nota è lo studio clinico RESET, portato avanti negli Stati Uniti, e finanziato con 7 milioni di dollari. L’obiettivo è quello di indurre i nervi danneggiati a ricrescere e riconnettersi in pazienti che soffrono di lesioni del midollo spinale a lungo termine.  

Risultati non ufficiali Wings for Life World Run 2022: 

Uomini

  1. Jo Fukuda, JPN, Fukuoka (JPN), 64,43km
  2. Jonas Mueller, GER, Edimburgo (GBR), 63,93km
  3. Dariusz Nozynski, POL, Poznan (POL), 63.90km 

Donne

  1. Nina Zarina, RUS, Santa Monica (USA), 56,00km
  2. Patrycja Talar, POL, Poznan (POL), 53,56km
  3. Sophia Sundberg, SWE, Ljubljana (SLO), 49.39km 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina