Stampa questa pagina
Set 11, 2019 Comunicato stampa 595volte

La carta di Courmayeur per gli eventi sportivi sostenibili

È stata sottoscritta sabato 7 settembre, nella Sala consiliare di Courmayeur, la prima Carta Internazionale per gli Eventi Sportivi Sostenibili o Carta di Courmayeur. Alla firma hanno preso parte il Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, la Regione autonoma Valle d’Aosta e il Comune di Courmayeur, oltre ai primi organizzatori di eventi e promotori della Carta.
Un documento che nasce dall’esigenza di affermare l’importanza della salvaguardia dell’ambiente e la necessità di adottare obiettivi atti a rendere ecologicamente sostenibili quegli eventi temporanei che portano persone a diretto contatto con elementi naturali quali manifestazioni sportive, in special modo quelle outdoor. La Carta si prefigge una serie di principi che promuovono una cultura sportiva basata su sostenibilità e circolarità nell’impiego delle risorse naturali, di cui tenere conto in fase di programmazione, pianificazione e gestione degli eventi sportivi.  
Dopo la firma da parte delle istituzioni ha fatto seguito una breve presentazione delle prime quattro gare aderenti – Ultramirage dalla Tunisia, Sila3vette dalla Calabria, il KeepCleanAndRun promosso da AICA e il Tor des Géants organizzato da VdATrailers. Dopo di che è stato il turno della sottoscrizione da parte dei promotori (Consorzio Nazionale Ricrea, il Consorzio Nazionale Corepla, Consorzio Nazionale CiAL, l’Associazione Nazionale Bioplastiche, Eurosintex, Greentire e Montura (Store Roma) seguita dall’intervento dell’eco-runner Roberto Cavallo, testimonial ambientale di Ecolotor, e del padrino della manifestazione Bruno Brunod.

La Carta di Courmayeur, redatta da AICA – Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale, è sottoscrivibile da qualunque manifestazione sportiva si riconosca nei suoi princìpi ambientali. Per adesioni e richiesta informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi la CARTA DI COURMAYEUR