Stampa questa pagina
Ago 02, 2018 Ufficio Stampa Maratonina di Crema 2645volte

Maratonina di Crema 2018: iscrizioni aperte

il podio femminile dell'edizione 2017, con Elena Ginelli il podio femminile dell'edizione 2017, con Elena Ginelli Arturo Barbieri

Il prossimo 11 novembre si correrà la 12^ edizione della maratonina di Crema, gara nazionale Fidal sulla distanza certificata di 21,097 km. 

Un percorso che col passare degli anni si è rivelato sempre più veloce, anche grazie alla qualità degli atleti che hanno partecipato. A questo proposito ricordiamo i record della gara: al maschile il keniano Sugut Paul Kichumba, 1:03:43 (2015). Al femminile l’italiana Sara Bottarelli, forte interprete della corsa in montagna, che nel 2017 ha fissato il nuovo record in 1:15:11, tempo che rappresenta la sua miglior prestazione nelle maratonine di tipologia A. 

Partenza e arrivo, come da tradizione ormai consolidata, dalla centralissima piazza Garibaldi; dopo pochi chilometri cittadini il percorso si sviluppa nella campagna cremasca, attraversando i comuni di Capergnanica, Credera Rubbiano e Ripalta Cremasca. Rientro in città al km 18. 

Logistica e servizi come sempre, a due passi dalla partenza; dal punto di vista organizzativo, se possibile, faremo ancora meglio la nostra parte, perché la fiducia che i partecipanti nel corso degli anni hanno riposto in noi sia ancora meglio ripagata. 

Novità è la Crema Kids Run, sulla nuovissima pista di atletica. Si correrà sabato 10/11/18 e possono partecipare tutti i bambini da 0 a 14 anni, invece da 15 anni correranno la Marian Ten, gara cronometrata sulla distanza chilometri, in palio il premio Tommaso Rossi. Regolamento disponibile dall’ 1 settembre. 

Per informazioni e iscrizioni: 

www.maratoninacittadicrema.net 

 

1 commento

  • Link al commento Venerdì, 03 Agosto 2018 08:29 inviato da ggandolfi walter

    BUONGIORNO. SAREBBE INTERESSANTE SE ORGANIZZASSE ANCHE UNA 10 KM IN CONCOMITANZA ON LA MEZZA MARATONA . CI SAREBBERO TANTE PIÙ ISCRIZIONI , MAGARI SEMPRE FIDAL O NON. BUON LAVORO .DISTINTI SALUTI . GANDOLFI WALTER

    Rapporto