Stampa questa pagina
Mar 23, 2021 Ufficio Stampa Evento 930volte

Tuscany Camp Marathon: l'elite del Road Running a Sovicille l’11 Aprile

La mezza corsa ad Ampugnano La mezza corsa ad Ampugnano Foto Organizzatori

Da settimane si parlava di una maratona special edition nei dintorni di Siena e, oggi, tutto viene alla luce grazie ad un ambizioso progetto nato originariamente grazie alla collaborazione tra il vulcanico Giuseppe Giambrone, coach e titolare del rinomato centro di allenamento TuscanyCamp, e la FIDAL.

La data prescelta è l'11 aprile quando, all'aeroporto di Ampugnano (SI) , poco distante dal TuscanyCamp, andrà in scena la “European Olympic Marathon Qualification Race - Xiamen Marathon and Tuscany Camp Global Elite Race”, maratona su 8 giri di un velocissimo circuito che riunirà atleti da tutto il mondo nel senese.

Sarà qualcosa di veramente significativo per tutto il running: ad Ampugnano verrà organizzata una maratona per permettere ad atleti da tutto il mondo di centrare la qualificazione olimpica.

Ci spiega Giuseppe Giambrone: "Già da tempo lavoravo con FIDAL per realizzare qualcosa in merito, ma nelle ultime settimane è subentrata l'importante novità della maratona cinese di Xiamen, una gara “World Athletcs Platinum Label”, i cui organizzatori – non potendo ospitare quest’anno una gara elite internazionale nella loro città a causa del protrarsi delle restrizioni all’ingresso sul territorio cinese legate all’emergenza sanitaria – hanno deciso di investire nel distance running di elite un importo equivalente a quanto avrebbero investito in una gara elite di livello Platinum corsa a Xiamen. Dopo numerosi incontri con decine di agenti in rappresentanza di centinaia di atleti, finalizzati a decidere insieme come l’investimento cinese potesse essere massimizzato a vantaggio di quanti più atleti possibile, la scelta è caduta sulla gara di Sovicille grazie alle certezze organizzative offerte dalla Fidal, all’ideale posizione in calendario, alla favorevole normativa italiana per lo sport d’elite anche in tempi di pandemia, al percorso veloce, ed alle buone probabilità di incontrare condizioni meteo ideali il giorno della gara – un dato, quest’ultimo, quanto mai importante nel contesto della qualificazione olimpica, ancora alla portata di numerosi atleti.

Questa alleanza con Xiamen Marathon ha permesso alla TuscanyCampMarathon di poter annoverare al via il prossimo 11 Aprile decine di atleti elite da tutto il mondo con campioni capaci negli anni di medaglie iridate e vittorie nelle major marathons. Il primo grande nome annunciato dagli organizzatori è l' eritreo Ghirmay Gebrselassie, già campione del mondo di maratona nel 2015 e vincitore nel 2016 della leggendaria Maratona di New York.

Maratona in tempo di COVID vuole dire anche protocolli sanitari serratissimi al fine di garantire l'incolumità di tutti e Giambrone ci racconta come avverranno i controlli: "Con la preziosa partnership tecnica di LIFEBRAIN , gruppo leader in Italia nella medicina di laboratorio  e già presente con un punto prelievi presso il TuscanyCamp, faremo il tampone obbligatorio a tutti i partecipanti alla maratona, ai loro accompagnatori, ai volontari e alle autorità presenti: vogliamo che all'interno dell'aeroporto di Ampugnano si crei una bolla di sicurezza, anche qui saremo altamente innovativi".