Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 30, 2023 Comunicato Stampa 677volte

Lozzo di Cadore (BL) – 9° Trail de le Longane, successi per Rota Martin e Bertolini

La partenza La partenza Foto Maurizio Torri

30 aprile 2023 – Si è svolta a Lozzo di Cadore, sulle Dolomiti Bellunesi, la nona edizione del “Trail de le Longane”, evento di trail running proposto dal Gruppo Fatti di Lozzo in collaborazione con la Pro Loco Marmarole, l’Unione sportiva Aquilotti, il comitato di Belluno del Centro sportivo italiano, l'Unione Montana, il Club Alpino Italiano, la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco, il Gruppo Alpini e i Comuni di Lozzo e Domegge di Cadore.

La manifestazione, che ha visto protagonisti oltre 150 concorrenti provenienti da tutto il Nord Italia, si è svolta sul tradizionale tracciato, con partenza e arrivo in piazza IV novembre, di 15 chilometri di sviluppo e un dislivello positivo di 1.100 metri, toccando alcune delle più suggestive zone dei dintorni di Lozzo come la Roggia dei Mulini, la Borgata Prou, la Riva de le Vace (tratto che introduce a un suggestivo single track), Lagune e Somacros - ancora - il tratto del Peron de le Longane (bellissime fanciulle, dai piedi caprini - da cui il “sottotitolo” della gara “correndo con piedi di capra” - che abitavano i corsi d’acqua e che conoscevano l’arte della magia) luogo mitico che dà il nome alla manifestazione. Tre le salite che caratterizzano in maniera importante il tracciato: la prima, subito dopo il via, è quella che si inerpica attraverso i Mulini e che, fin dalla prima edizione, serve a scremare il gruppo; la seconda, attorno a metà gara, è in zona Lagune e misura 1,5 km con 300 metri di dislivello positivo; la terza, a poco meno di 4 km dall’arrivo, è in corrispondenza del sentiero botanico Tito Poa e in 600 metri farà guadagnare ben 300 metri di quota.

Il Trail de le Longane è stato il primo appuntamento pubblico per il nuovo Karpos Team Espoir, il progetto dedicato alle giovani leve del mondo trail che ha raccolto l’eredità del Rookie Team e che mira a consolidare il cammino di crescita delle promesse del trail running. Proprio i ragazzi del Karpos Team Espoir sono stati i grandi protagonisti. In campo maschile si è imposto il bergamasco, classe 2001, Lorenzo Rota Martir, autore di una gara condotta con grande autorevolezza e coraggio: in testa fin dai primi metri, Rota Martir ha tagliato il traguardo con il tempo di 1h11’43”. Sul secondo gradino del podio è salito, dopo una gara in rimonta, il bellunese dell’Alpago Gianpietro Barattin, staccato di 20”. A completare il podio il friulano Giulio Simonetti (Gemonatletica), al traguardo con un ritardo di 40”. Nella top five anche Alessandro Riva (Karpos Team Espoir) e Daniele De Colò (Vigili del Fuoco Belluno).

Tra le donne, vittoria per la valtellinese Gaia Bertolini: la ragazza del Karpos Team Espoir si è imposta con il tempo di 1’26”46”, precedendo due atlete bellunesi: la padrona di casa Martina Da Rin Zanco (staccata di 1’55”) e la comeliana di Padola Martina De Silvestro (+5’41”). Monica Vagni (Atletica Paratico) e Micaela Mazzuca hanno completato le prime cinque posizioni.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina