Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 24, 2018 2486volte

Valencia: bravi gli azzurri ai mondiali di mezza maratona

Gudeta Kebede, la vincitrice Gudeta Kebede, la vincitrice Foto Iaaf

1.06.11, questo è quanto ha impiegato l’etiope Netsanet Gudeta Kebede a vincere il campionato del mondo di mezza maratona disputatosi oggi a Valencia. Il suo tempo è il nuovo record del mondo in una gara solo al femminile e il record dei campionati (precedente, 1.06.25 fatto da Lornah Kiplagat a Udine 2007): per lei 50.000 $ extra di premio. Seconda assoluto è arrivata la detentrice del record del mondo in una gara mista, la keniana Joyciline Jepkosgei che a Valencia è arrivata a 43” dalla vincitrice. Terza l’altra keniana, Pauline Kaveke Kamulu in 1.06.56. La prima europea è stata la rumena Anacuta Bobocel, quindicesima in 1.10.21 suo nuovo personale. Molto bene le nostre ragazze che portano a casa la loro miglior prestazione di sempre: 40^ assoluta Giovanna Epis (nona europea) in 1.12.27, 51^ e 15^ europea Sara Brogiato in 1.13.53. 

 

In campo maschile vittoria del keniano Geoffrey Kipsang Kamworor in 1.00.02 che vince il suo quinto mondiale (due nel cross e tre nella mezza). Secondo dal Brunei il keniano naturalizzato Abraham Naibei Cheroben in 1.00.22 e terzo l’eritreo Aron Kifle che porta il suo personale a 1.00.31. Ottavo assoluto e primo degli europei lo svizzero Julien Wanders in 1.01.03. Bene il nostro portacolori Eyob Faniel Ghebrehiwet in 1.02.37: primato personale, settimo europeo e 37° assoluto. 74° assoluto l’altro nostro azzurro, Lorenzo Dini, in 1.04.26.

 

La gara è stata caratterizzata da folate di vento che a tratti hanno infastidito gli atleti.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina