Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Feb 04, 2024 478volte

Ferrario-Lollini-Nessi: tris SAO al Cross di Gattico-Veruno

A sinistra il podio del cross corto è già in fuga, sullo sfondo il Monte Rosa. A destra lo squadrone SAO Cornaredo con Andrea Nessi, Marchesi, Matteo Nessi, Oberti, Lollini, Di Fazio, Ardoino, Ferrario A sinistra il podio del cross corto è già in fuga, sullo sfondo il Monte Rosa. A destra lo squadrone SAO Cornaredo con Andrea Nessi, Marchesi, Matteo Nessi, Oberti, Lollini, Di Fazio, Ardoino, Ferrario Foto: G Ardoino

Si è disputata ieri, sabato 3 Febbraio, la terza edizione del Cross di Gattico-Veruno, due comuni del medio novarese che pochi anni fa hanno unito le forze fondendosi in un’unica amministrazione comunale. Località facilmente raggiungibile in quanto servita da un’ottima rete stradale, retaggio del periodo in cui Franco Nicolazzi, nato a Gattico e Ministro dei Lavori Pubblici, realizzò molte arterie a beneficio dei suoi compaesani.

Tempo stupendo, pomeriggio primaverile ed impeccabile organizzazione da parte dell’ASD Circuito Running, a partire da un comodo parcheggio, bagni pulitissimi, generosi pacchi gara e via di questo passo. Programma che a partire dalle ore 14 prevedeva batterie con distanze dai 400 fino ai 3000 metri per tutte le categorie, dagli Esordienti 5/8/10 a Ragazze/i e Cadette/i fino a chiudere col cross corto per Allievi, Junior Promesse e Senior. Qui trovate tutti i risultati in dettaglio dei circa 325 atleti che hanno partecipato.

Fondo in erba in buone condizioni e percorso tecnico con tante inversioni a U che obbligavano a rilanciare. Il territorio collinare prevedeva anche qualche strappo come quello che precedeva l’arrivo. Se ci si sistemava prima della rampa finale ed avendo come sfondo il Monte Rosa era possibile per il numeroso pubblico presente seguire tutte le gare, compresa l’ultima. Un giro da circa un chilometro da ripetere per tre volte. Con la zona di lancio e quella di arrivo saranno 3100 metri totali. 

Abbondante il contributo audiovisivo disponibile, grazie alle foto (qui) ed ai filmati (qui) di Capitan Bandana, al secolo Giuliano Ardoino ed alle immagini di “Sto correndo e rincorrendo”, autore Gabriele Tacca (qui).

Venendo ai risultati della gara principale, tra le donne vince Silvia Poletti (Fulgor Prato Sesia), con Emma Bogogna e Mariam El Mharrar a completare il podio, mentre al maschile registriamo l'en plein degli atleti SAO Cornaredo, con la vittoria di Gabriele Ferrario, l'argento di Roberto Lollini, il bronzo di Andrea Nessi ed il quinto posto di Dario Ardoino.

Cediamo la parola al coach SAO Antonio Di Fazio, romano al nord ormai da un ventennio, per un commento sulla gara: “Per prima cosa mi complimento con gli organizzatori. Ottima manifestazione in un contesto molto carino. Avevo scelto questa gara sulla base della distanza e dei partecipanti dell’anno scorso, anche perché cercavo un test significativo. Non è nel mio stile, per dirla in gergo “andare a fare i fenomeni in giro". Alla fine le tante gare concomitanti hanno fatto in maniera che quest’anno fossimo noi i favoriti. Anche se onestamente non pensavo a un simile successo di squadra. Sono molto soddisfatto per come quest’anno abbiamo creato un gruppo stimolante di undici atleti. Ragazzi che stanno bene insieme e si allenano impegnandosi al massimo e con profitto, come si è visto oggi. Gli obiettivi stagionali, più che di titoli, sono quelli cronometrici, in quanto in Lombardia c’è moltissima concorrenza”. 

Rodolfo Lollini - Redazione Podisti.net

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina