Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Set 16, 2018 771volte

Canillo (Andorra) - Campionato del mondo di corsa in montagna

Lucy Wambui Murigi, vincitrice della prova senior femminile Lucy Wambui Murigi, vincitrice della prova senior femminile Federaciò Andorrana d'Atletisme

Africa, prepotentemente Africa, al campionato del mondo di corsa in montagna. Uganda, per essere più precisi, infatti ha preso 3 ori sui 4 disponibili ed occupato 8 podi sui 12 disponibili. Naturalmente ha dominato le classifiche a squadre.

I segnali premonitori di un futuro dominio degli atleti africani, anche nella corsa in montagna, c’erano già tutti, ma forse non così in fretta.

Una gara di corsa in montagna che si è svolta su un percorso di salita, in alternanza a quella con pendenze miste, quindi con salita e discesa. Nel caso specifico le distanze erano di km 7,3 per le categorie junior, 580 metri dislivello positivo, e km 12 con dislivello 1100 metri per le categorie senior. Arrivo posizionato ai 2430 metri di altezza del Pic Dels Maians, in un’area sciistica piuttosto nota da queste parti. 

L’Italia complessivamente si è ben comportata, difendendo più egregiamente la sua tradizione nella corsa in montagna e portandosi a casa due medaglie d’argento, con la squadra senior maschile ed under 20 femminile. Andiamo a vedere nel dettaglio i risultati dei nostri atleti.

Davvero niente male la squadra juniores femminile, campione europea in carica, che ha portato a casa la medaglia d’argento grazie ad un quarto, quinto e nono posto, rispettivamente con Alessia Scaini (a 23 secondi dal podio), Angela Mattevi e Gaia Colli (23esima Linda Palumbo). Una posizione di prestigio, seconda sola alle inarrivabili ugandesi

L’altra medaglia di argento è venuta dalla gara senior maschile; anche qui ottima prova corale del team Italia con Francesco Puppi (campione mondiale 2017 di corsa in montagna su lunghe distanze) giunto settimo, seguito da Martin e Bernard Dematteis, in questo ordine, ottavo e nono. Dodicesimo il giovane e promettente Nadir Cavagna, all’esordio in questo tipo di gara.

Nella gara junior maschile i nostri atleti si sono ben difesi, in particolare col decimo posto di Isacco Costa; a seguire Giovanni Rossi, Alessandro Mello Rella e Dionigi Gianola (18esima, 22esima e 24esima posizione).

Infine, la squadra senior femminile: in una gara dominata da Lucy Murigi (secondo mondiale vittorioso, dopo Premana 2017, prima volta in gara di sola salita) la squadra italiana è finita ad un passo dal podio (quarta classificata) grazie soprattutto a Elisa Sortini (12esima), Erika Ghelfi (19esima); a seguire Emma Quaglia (23esima), che dopo tanta maratona pare dedicarsi alla corsa in montagna. Giornata negativa per Gloria Giudici (43esima). 

Passa agli archivi la 34^ edizione, con dei risultati che fanno chiaramente intravedere il futuro della corsa in montagna, un ambito scoperto dagli africani in tempi recenti. Non è solo questione di podi e medaglie attuali, ma in diverse gare si sono registrati distacchi da paura e viene da chiedersi se e cosa si potrà e dovrà fare quantomeno per avvicinarsi; mi riferisco agli italiani ma più in generale a tutti gli europei.

Di certo le medaglie a livello individuali sembrano diventare un sogno.         

 

 

 

Informazioni aggiuntive

Fonte Classifica: Fidal

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina