Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 06, 2018 Alexio D'Alessio 213volte

Rieti – 33.3 km della 5^ Maratona Città di Rieti

L'arrivo di Alexio D'Alessio L'arrivo di Alexio D'Alessio Foto Gianfranco Bartolini

4 Novembre - In preparazione per la Firenze Marathon, che mi vedrà impegnato fra tre settimane, per effettuare l’ultimo “lungo” partecipo alla 33,3 km della Maratona Città di Rieti, che oltre alla distanza classica,  prevede la suddetta 33,3, la mezza maratona e la 12,2km.

Questa manifestazione è valida come 3^ tappa della terza edizione del circuito “Supermaratoneta del Centro Italia 2018 e come 21^ Tappa del 12° Runners Rieti Tour 2018.

Il ritrovo è fissato all’interno dello stadio di atletica “Raul Guidobaldi”, tempio dell’atletica sulla cui pista si sono stati stabiliti diversi record, dove avverranno il passaggio intermedio e l’arrivo di tutte e quattro le distanza previste.

La partenza avviene dalla strada alle spalle dello Stadio stesso, ritardata di qualche minuto, dato che in briefing ci viene spiegato che i primi 7 km sono comuni a tutte e quattro le distanze, poi chi percorrerà i 12.2 ed i 33.3 andrà a destra, gli altri proseguiranno dritto.

Non considerando quella minore, per le altre tre distanze sono previsti due giri: nel caso della “mia” uno da 12.2, l’altro da 21.1km.

E’ una giornata molto nuvolosa, ma non fredda: in qualche frangente saremo bagnati dalla pioggia, ma nel complesso ci va abbastanza bene, dato che solo per poche decine di minuti è caduta una pioggerellina, che però ha reso viscido il tratto di ciclabile, che rappresenta diversi km del percorso.

Obiettivo personale di questa gara è cercare di correrla a ritmo maratona: 5’15” – 5’20”/km e cercare di mantenerlo per più chilometri, rispetto ai 30 di Contigliano di qualche settimana fa.

Già il primo km lo corro appena sotto i 5min/km, per fortuna sarà l’unico così veloce; poi mi assesto con un passo leggermente superiore al previsto, con la speranza di riuscire a tenerlo fino alla fine.

Intorno al 5° km, si forma un “trenino” di 4-5 persone, tra cui una ragazza che sta preparando al sua prima maratona, Firenze: decidiamo di farla insieme dato che le va bene il passo che sto tenendo.

Cerco di mettermi davanti a lei per coprirla dal vento; intanto, verso il 12°km, c’è il primo passaggio sul tartan dello stadio e la rilevazione dell’intermedio ai 12,2km che avviene a 5’06”/km di media.

Cerco di tenere questo passo, ci riesco fino al 26° km, quando avverto un fastidio -  tipo crampo - sotto il piede destro.

Cerco di non mollare, ma vedo che non riesco a tenere il passo che avevo condotto sinora, mi spiace per la ragazza che mi incita, ma le dico di andare e di non mollare, ma comunque la “tengo d’occhio” davanti a me, dato che il resto del percorso si snoda prevalentemente su lunghi rettilinei.

Intorno al 27° km, vedo una bicicletta che mi supera ed è quella che accompagna il primo maratoneta: ciò mi abbatte un pochino.

Mi fermo ad ogni ristoro; in questi km ho un passo di 30-40 secondi più lento di prima: il 32° km lo chiudo in 6 minuti!

Dopo esser stato superato da almeno 5-6 runner in questi cinque chilometri, tiro fuori la grinta correndo l’ultimo a 5’07”, e arrivo - quasi sprintando - incitato dal fotografo all’arrivo,  con quello che poi sarà il secondo della maratona.

Concludo sofferente, con il real time di 2h56’29”, alla media 5’18” al km.

I vincitori delle quattro distanze sono:

Maratona: Marco D’Innocenti (Asd Trail dei Monti Simbruini) in 2h48’13” e Eleonora Mella (Podistica Solidarietà) in 3h45’25”;

33,3 km: tra gli uomini arrivo a “braccetto” per Francesco Fagnani e Maurizio Testa, in 2h06’23”;  tra le donne Silvia Vinci in 2h38’02”;

21,1 km: Jacopo Pretolani e Thi Kim Thu Zervos;

12,2km: Claudio Giorgetti e Daniela Pontieri.

Una bella manifestazione che ha visto coinvolti quasi trecento atleti e ne meriterebbe ancora di più, con un bel percorso con poco traffico, ben segnalato, tanti ristori e tanti premi assoluti e di categoria.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina