Stampa questa pagina
Feb 19, 2020 512volte

Barcelona (E) - Mitja Marató 2020, vincono Chumo e Bereke

Victor Chumo, il vincitore Victor Chumo, il vincitore Foto EFE

16 febbraio - Nuovo record di partecipanti alla 30^ edizione della eDreams Mitja Marató de Barcelona con 23.000 iscritti (7.200 donne), e oltre 18.500 (5890 donne) al traguardo.

Vittoria per il 32enne keniano Victor Chumo in 59:58 (pb), secondo tempo di sempre nella storia della manifestazione e decimo crono mondiale dell'anno, che precede il debuttante ugandese Stephen Kissa e l'altro keniano Moses Koech, rispettivamente secondo e terzo, entrambi in 60' netti.

La gara ha visto subito in testa un gruppetto di tredici corridori africani (i keniani Victor Chumo, Moses Koech e Noah Kipkemboi, e gli ugandesi Victor Kiplangat, Mande Bushendich e Stephen Kissa, oltre ad alcune lepri), passato al 5° km in 14:18, cinque secondi in meno rispetto al tempo registrato nel 2018, quando l’etiope Washiun Mule stabilì il record della corsa in 59:44.

Al 10° km, con il gruppo ridotto a nove unità e guidato dai keniani Victor Chumo, Boniface Kibiwot e Moses Koech, il passaggio avviene in 28:05: 21 secondi in meno rispetto al record.

Al 15° km guidano l'ugandese Stephen Kissa, il keniano Victor Chumo e l'etiope Tesfahun Akalnew, con passaggio in 42:24: 23 secondi in meno rispetto al record.

Al 20° km, rallentati dal vento che soffia lateralmente, il passaggio dei primi avviene in 57:02, 14 secondi sopra il record; negli ultimi 500 metri l’azione decisiva di Chumo che accelera e va ad imporsi, migliorando il personale (precedente 1h00:30 nel 2018).

Le parole di Chumo: "Vincere è entusiasmante, ma migliorare nettamente il mio primato personale è ancora meglio. Il tracciato è veramente veloce, a lungo ho cercato di scendere sotto l'ora e finalmente oggi ci sono riuscito", ha dichiarato il vincitore. 

Tra le donne successo per la 31enne etiope Ashete Bereke in 1h06:37 davanti alla connazionale Asnakech Awoke, seconda in 1h07:04, e alla keniana Dorcas Kimeli, terza in 1h07:10. A sorpresa, è solo quarta la campionessa uscente, primatista della corsa (1h06:01 nel 2019) e favoritissima della vigilia, l'etiope Roza Dereje, che perde contatto dalle prime al 17° km, per poi chiudere in 1h08:38. 

Il passaggio al 5° km vede in testa un gruppetto formato dalle etiopi Roza Dereje, Anahkesh Awoke, Ashete Bekere e dalla keniota Dorcas Kimeli in 15:50, 12 secondi in più del record della corsa; al 10° km passano in 31:31, con 20” di ritardo rispetto al record, e al 15° in 47:23, con 31 secondi di ritardo. 
Al 17° il rallentamento della Dereje, forse per problemi di stomaco; al 20° km, con passaggio in 1h04:59, guida Asnakech Awoke seguita da Dorkas Kimeli.
Nell'ultimo chilometro, l’incredibile rimonta di Ashete Bekere, che supera le due rivali e va a vincere, migliorando nettamente il proprio personale (1h10:31 nel 2016).

Classifica maschile

1 Victor Chumo (KEN) 59:58
2 Stephen Kissa (UGA) 1:00:00
3 Moses Koech (KEN) 1:00:00
4 Abrar Osman (ERI) 1:00:06
5 Tesfahun Akalnew (ETH) 1:00:10
6 Mande Bushendich (UGA) 1:00:14
7 Victor Kiplangat (KEN) 1:01:04
8 Ben Connor (GBR) 1:01:34
9 Noah Kipkemboi (KEN) 1:01:53
10 Ashenafi Moges (ETH) 1:02:16

Classifica femminile
1 Ashete Bekere (ETH) 1:06:37

2 Asnakech Awoke (ETH) 1:07:04
3 Dorcas Kimeli (KEN) 1:07:10
4 Roza Dereje (ETH) 1:08:38
5 Charlotte Arter (GBR) 1:10:01
6 Alina Reh (GER) 1:10:08
7 Rachael Chebet (UGA) 1:10:13
8 Debora Schoneborn (GER) 1:11:37
9 Rebeca Schoneborn (GER) 1:11:40
10 Miriam Dattke (GER) 1:11:40 

18522 i finisher (5890 le donne). 

Nella classifica generale sono addirittura 48 gli atleti che hanno corso sotto i 65’, e 134 sotto i 70'. 

705 gli italiani giunti regolarmente al traguardo: primo uomo Marco Losio (152°) in 1h10:25; prima donna Irene Tosi in 1h23:06.