Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 08, 2020 525volte

Istanbul (TUR) - Maratona quasi tutta turca, ma vince il Kenya

Nel riquadro, la vincitrice della maratona odierna Nel riquadro, la vincitrice della maratona odierna Foto R.Mandelli

8 novembre - Da qualche parte del mondo si corre, come accaduto oggi sullo stretto del Bosforo, che separa l’Europa dall’Asia: caratteristica unica di questa popolosa metropoli (15 milioni di abitanti) che geograficamente sta in Europa e politicamente è in Asia.
Gara aperta a tutti: al momento le classifiche, credo poco aggiornate (leggo i parziali di molti atleti ancora in gara), al momento riferiscono di 1600 finisher. I turchi rappresentano oltre  il 90% dei partenti, direi inevitabile, date le difficoltà di spostamento in Europa, e chiaramente per le paure di questi tempi.

Doppia vittoria del Kenya: Benard Cheruiyot Sang vince la gara maschile in 2:11:49 (nuovo personal best, precedente proprio qui ad Istanbul 2017, 2:13:02), con risicato margine sul connazionale Felix Kimutai (2:12:00). Terzo posto per l’etiope Zewudu Hailu Bekele (2:12:23).  Gara che si è decisa negli ultimi chilometri, come mostrano i distacchi finali, molto contenuti.

Gara femminile che si risolve poco dopo il km 35, quando la keniana Diana Chemtai Kipyogei si libera della concorrenza allungando con una lenta ma inesorabile progressione; vince col tempo di 2:22:06, migliorandosi di un solo secondo (precedente record Lubiana 2019, 2:22:07). Segue l’etiope  Hiwott Gebrekidan Gebremaryan (2:24:30) e, ben più lontana, la sua connazionale Tigist Memuye Gebeyahu (2:37:52).

La vincitrice Diana Chemtai, 26 anni, era alla sua seconda partecipazione in maratona. Ha gareggiato spesso in Europa, tra le sue partecipazioni quella alla Stralugano nel 2018, gara internazionale di mezza maratona, che ha vinto nel 2018 realizzando il record del percorso, 1:08:41.

Maratona di Istanbul che tutto sommato non ha portato grandi performance, ma il percorso non è ritenuto veloce, per quanto ho potuto vedere dalla diretta e appreso da alcuni atleti africani; molto ondulato e ventoso in occasione dei passaggi sui tanti ponti del percorso.

Nell'occasione gli organizzatori hanno previsto la sola distanza della maratona, contrariamente a quanto avvenuto in passato, quando si correva anche per 8 e 15 chilometri. Chiaro l'intento di limitare partecipazioni di massa.

Prossima edizione il 4 aprile 2021, covid permettendo.

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina