Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 07, 2021 1329volte

New York (USA) - Maratona, vincono Korir e Jepchirchir, gran terzo posto di Eyob Faniel

La partenza La partenza

TUTTI GLI ITALIANI CLASSIFICATI 

ore 17:15 - Vince Albert Korir (Kenya), 2h08:22, vicinissimo al suo personale di 2h08:03. Secondo posto con un buon tempo di Mohammed El Aaraby (Marocco), 2:09:06 (che invece ritocca il suo precedente pb di 2:09:16). Grande terzo posto per Eyob Faniel (2h09:52),autore di una grande gara, coraggiosa, forse ai limiti dell'incoscienza, ma è stato premiato. Tanti, tanti complimenti a questo ragazzo, che riporta un italiano sul podio a New York. Ultima volta Stefano Baldini, terzo nel 1997.
Bekele sesto in 2h12:52. 

Ore 17:00 - Ingresso in Central Park, attacco deciso della Jepchirchir, resiste a pochi metri la Cheptoo, ma non riesce a riprenderla. 1) Peres Jepchirchir (Kenya) 2h22:40 2) Viola Cheptoo (Kenya), al debutto, 2h22:43 3) Ababel Yeshaneh (Etiopia), 2h22:52. Buona prova dell'americana Molly Seidel, quarto posto e record personale in 2h24:42.

Nella gara maschile, km 40, sembrano cristallizzarsi le prime due posizioni, primo Korir, secondo El Aaraby, invece è in rimonta verso il terzo posto Eyob. 

Ore 16:50 - Korir prende il largo; tiene a distanza Kandie e forse ancora di più El Aaraby, cede Eyob. Sembra naufragare il super favorito Bekele. Le tre donne in testa sembrano studiarsi; di sicuro qui c'è tutto il podio della 50esima maratona di New York.

Ore 16:45 - allunga con decisione Korir, Kandie prova a tenere a venti metri, poco dietro Eyob e El Aaaraby.

Ore 16.35 - Kandie e Korir raggiungono i fuggitivi, che però provano a tenere il passo. Il ritmo è molto veloce, passaggio al km 30 in 1h30:30, una proiezione finale sotto 2h07! Sempre insieme in testa alla gara Jepchirchir, Yeshaneh e Jeptoo.

Ore 16:25 - Continuano a tenere la testa Eyob e El Aaraby, passaggio al km 25 in 1h15:25, ma dietro si avvicinano Korit e Kandie, cede il favorito Bekele. Si "spacca" la gara femminile, allungano con decisione Jepchirchir, Yeshaneh e Jeptoo. Passaggio in 1h42:43 al km 36.


Ore 16.05 - le donne (tutte in gruppo le favorite) affrontano il Queensboro Bridge, km 24,5, uno dei punti più compl9icati del percorso, forse non si vince qui la maratona, ma si può perderla sulla lunga e difficile salita. Di certo è l'unico punto silenzioso, assenza totale di pubblico, si sente solo il rumore dei propri passi. 


A breve arriveranno qui Eyob e El Aaraby, passato al km 20 in 1h00:33, ritmo piuttosto veloce. 55 secondi di vantaggio sul gruppo dei migliori.

Ore 15.45 - allunga Eyob, portandosi dietro il marocchino Mohammed El Aaraby (pb 2:09:16). Sembrano collaborare nel darsi il cambio, in breve prendono circa 200 metri di vantaggio sul gruppo

Ore 15.36 - 
Passaggio al km. 10 per la gara maschile con il gruppo elite compatto e con il nostro Faniel, passaggio in 30:48.




Ore 15.15
 - Passaggio al 
Km 10 per la gara femminile relativamente lento in 35:02.

Ore 15.10 - E' la volta delle prime "wave". in totale sono in 33.000 al via (53.000 classificati nel 2019). Il “travel ban”, ne avevano scritto QUI , ovvero l’impossibilità per gli entrare negli Stati Uniti, ha ridotto drasticamente i numeri dei partecipanti, numeri che peraltro erano previsti in calo.



Ore 15:05 - Partita la gara maschile. Eyob si mette davanti per qualche centinaio di metri, sembra quasi a voler studiare gli avversari.

Ore 14.40 - (ora italiana), partita la gara femminile, nessuna atleta elite italiana al via. Al km 5 sono tutte in gruppo le favorite, passaggio in  17:59. Favorita d'obbligo Peres Jepchirchir, miglior tempo di accredito, 2h17:16.

I motivi di interesse per questa edizione, tra gli altri, sono rappresentati da Kenenisa Bekele e, per quanto ci riguarda più direttamente, la partecipazione del nostro Eyob Faniel.

Bekele viene da una prestazione tutt’altro che entusiasmante alla maratona di Berlino, chiusa in 2h06:47 su uno dei percorsi più veloci al mondo, normale quindi pensare che la gara di New York sia un modo per rifarsi. Un grande atleta, che oltre a detenere il secondo tempo di sempre in maratona (2h01:41) ha un  palmares con cinque titoli mondiali e tre ori olimpici nei 5 e 10.000 metri. La start list non è di altissimo livello, sembra quasi favorire il campione etiope, ma è da seguire con attenzione Kibiwott Kandie, primatista mondiale sulla mezza maratona con 57:32 (Valencia 2020), all’esordio in maratona.

Eyob Faniel è un atleta in grande crescita, negli ultimi 18 mesi ha stabilito i record italiani nella mezza maratona (1h00:07) e maratona (2h07:19). Con 28:08 aveva stabilito anche il miglior tempo sui 10 chilometri, poi superato da Pietro Riva (28:06, Ginevra  2021).

 

 

 

 

 

 

 

  

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina