Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 29, 2022 Ufficio Stampa Evento 1726volte

Badia Prataglia (AR) - 8^Trail Sacred Forest, la 50 km a Bartolini e Valgimigli

Vince Bartolini Vince Bartolini Foto Ufficio Stampa

29 Maggio - L’ottava edizione del Trail Sacred Forests a Badia Prataglia (AR) va in archivio nel segno della Trail Running Project, società aretina riuscita nell’impresa di aggiudicarsi tutte e tre le distanze in campo maschile, cosa mai avvenuta nella storia della gara toscana. Un trionfo condito da altre presenze sul podio e illuminato dall’impresa di Patrizio Bartolini, vincitore della gara più importante sui 50 km.

Bartolini ha allungato progressivamente per chiudere in 5h16’07” con 2’55” sul friulano Massimo Delli Zotti (Pod.Buttrio) e 5’39” su Marco Mazzarelli (Subbiano Marathon). Solo in 12 sono riusciti nell’impresa di scendere sotto le 6 ore e fra questi anche Daniela Valgimigli, l’atleta della Liferunner che si è aggiudicata la prova femminile in 5h58’14” detronizzando così la vincitrice 2021 Giovanna Puma (Atl.Winner Foligno) staccata di 25’59”; terza al traguardo Silvia De Rosa (Trail Running Project) a 1h39’08”.

Nel percorso medio di 24 km Giacomo Fornoni, anche lui targato Trail Running Project, ha vinto in 2h09’40” con 6’25” su Mattia Reggidori (Leopodistica) e 7’03” su Filippo Carloni (Prosport Atl.Firenze); mentre in campo femminile ha trionfato Francesca Farneti (Space Running) in 2h49’53” precedendo di 19’06” Simona Rossi (Trail Running Project) e di 22’00” Monica Cicoria (Molon Rabe).

Sui 14 km prima posizione per Mario Castelli sempre del sodalizio aretino, 1h08’43” il suo tempo finale; alle sue spalle Maicol Timoncini (Pol.Santa Lucia) a 2’16” e Claudio Galliani (Atl.Avis Sansepolcro) a 5’45”. Fra le donne Laura Burzi in 1h24’28” ha prevalso sulla coppia del Filirun Team con Roberta Lachi a 56” e Federica Migliori a 6’37”.

Sono stati oltre 600 i concorrenti arrivati fra le tre gare e va considerato che molti hanno ceduto al caldo e alla fatica. Il Trail Sacred Forests si conferma un riferimento assoluto per l’offroad italiano, con tutto il movimento locale si è messo a disposizione nell’allestimento dell’evento, come anche l’amministrazione comunale che ha sempre incentivato l’organizzazione.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina