Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 23, 2018 1828volte

Pitonzo, squalificata per 4 anni, perde il titolo italiano della 100km

Cristina Pitonzo Cristina Pitonzo Foto Domenico Petti

Cristina Pitonzo è stata squalificata per 4 anni a seguito della positività alla sostanza betametasone riscontrata dopo il controllo antidoping  disposto dalla NADO Italia al termine della Centochilometri di Seregno valevole come Campionato Italiano Individuale Km 100 assoluto e Master, svoltasi il 15 aprile 2018.

La Pitonzo (GS Maiano Fiesole) aveva concluso in prima posizione assoluta, campionessa italiana sulla distanza, in 8h32’16” davanti alla tedesca Julia Fatton, seconda in 8h48’06”: a questa punto la Campionessa Italiana Fidal di Ultramaratona 100km diventa Daniela De Stefano (Asd Corricastrovillari), inizialmente terza, ora seconda assoluta e prima italiana al traguardo in 8h48’43”. Federica Verno (Asd Marciacaratesi) è così terza in 8h52’39”.  

Questo il comunicato Nado:

La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping, nel procedimento disciplinare a carico della sig.ra Cristina Pitonzo (tesserata FIDAL), visti gli artt. 2.1, 4.2.1.2 delle NSA, le infligge la sanzione squalifica di 4 anni, a decorrere dal 23 luglio 2018 e con scadenza al 22 maggio 2022, così dedotto il presofferto. Visto l’art. 10 delle NSA dispone l’invalidità del risultato sportivo eventualmente conseguito in gara. Condanna la sig.ra Pitonzo al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfettariamente in euro 378,00.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina