Stampa questa pagina
Ago 24, 2018 2294volte

“Corro per Elio”, in un ricordo che non può estinguersi

La partenza della 3^ Edizione "Corro Per Elio" La partenza della 3^ Edizione "Corro Per Elio" Roberto Mandelli

Venerdì 7 settembre Pioltello ricorderà sportivamente Elio Bonavita per la quarta volta: la “Corro Per Elio” prenderà il via alle 18,30 su due percorsi da 6 e 3 km: la quota di iscrizione di 7 euro sarà ben spesa, perché oltre a dare diritto al pacco gara e a una t-shirt (per i primi 500 iscritti) andrà interamente a finanziare progetti di beneficenza.
Tutto nasce dalla forte iniziativa della famiglia di Elio, un “sole” (come indica il nome), che non può tramontare, sebbene quel maledetto giorno di marzo del 2015 abbia spento irreversibilmente la vita di quel ragazzo quattordicenne di Villasanta che stava andando al parco di Monza a giocare per la sua squadra di calcio, la “Dominante”, ma si è trovato in mezzo a un incidente innescato da Suv guidati a folle velocità (117 all’ora). La mamma di Elio ha passato mesi o meglio anni in ospedale; i due responsabili se la sono cavata con molto meno (includendo l’omissione di soccorso, che è imperdonabile anche più di un incidente, hanno pagato il loro debito con un paio di anni “figurativi” di carcere), e sicuramente adesso pilotano di nuovo le loro maxi-auto ; le assicurazioni, il patteggiamento e il condonismo standardizzato in Italia hanno provveduto al resto.
Alla famiglia e agli amici, ai compagni di scuola e di squadra non resta che tenere vivo il ricordo del loro Elio, con lo sport come piaceva a lui: ecco la ragione di questa corsa; molto più che una tapasciata. E’ lo sport più forte della morte e dell’ingiustizia.

Le Foto della 3^ edizione

Il Volantino: