Stampa questa pagina
Nov 02, 2018 Comunicato Stampa IUTA 743volte

Bergamo premia Gregorio Zucchinali

Gregorio col suo fidatissimo Scevaroli Gregorio col suo fidatissimo Scevaroli Roberto Mandelli

Venerdì 26 ottobre nello spazio Viterbi del Palazzo della Provincia di Bergamo, il presidente Matteo Rossi ha assegnato le benemerenze provinciali "Renato Stilliti", premiando 27 persone  che si sono distinte, favorendo la coesione sociale, la sostenibilità ambientale, il protagonismo giovanile, il mondo della scuola, della cultura e dello sport, la valorizzazione del territorio e del mondo del lavoro.

Tra i premiati, il Presidente della IUTA Gregorio Zucchinali. È proprio vero: "Gente allegra, il ciel la ... IUTA"

MOTIVAZIONE GREGORIO ANTONIO ZUCCHINALI - Ha fatto conoscere e dato lustro a Bergamo e provincia sia a livello locale che nazionale e internazionale vivacizzandone il tessuto sportivo e sociale nel corso dei numerosi anni della sua attività di volontariato.

Arrivate alla terza edizione, le benemerenze sono state istituite in memoria dell'ex dirigente Renato Stilliti, scomparso nel 2015. Come spiega il presidente Matteo Rossi: "In questi anni l'iniziativa ha riscontrato ampia partecipazione e crescente entusiasmo. Penso questo sia il miglior modo per ricordare l'opera dell'ing. Renato Stilliti, un lavoratore che ha lasciato una eredità importante per la sua competenza e integrità professionale e umana. Vogliamo riconoscere l'impegno di tanti eroi silenziosi che lavorano nelle nostre comunità, perché a volte basta un piccolo grazie, e queste benemerenze sono il grazie della comunità bergamasca".

Che tempi favolosi, quando con “don” Gregorio e il “veterinario” Dinardo percorrevamo le strade della maratona di Milano, e passando davanti al lazzaretto manzoniano ognuno smentiva l’altro nella ricostruzione storica! O quando, al pasta party della maratona di Monaco, la stessa coppia mi chiese che… portassi a spasso William Govi, sempre più insistente nel chiedere l’iscrizione gratis alla maratona di Ciserano! [F.M.]