Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Dic 30, 2017 Comunicato Stampa 680volte

Campania: FIDAL, FISDIR e FISPES firmano storico accordo

I firmatari I firmatari Foto Fispes Campania

Chiuso storico accordo tra le tre Federazioni che a livello campano, ma soprattutto a livello nazionale, si occupano di Atletica Leggera. Abbattute definitivamente, così, le barriere tra atleti normodati, paralimpici e con disabilità intellettiva relazionale.

Nelle stanze del Coni di Napoli, l’altro giorno, si sono incontrati i presidenti e delegati di FIDAL, FISDIR e FISPES (Sandro Del Naia, Alfonso Palumbo e Alfonso Ancona) per ratificare un Protocollo d’Intesa che li impegna ad una promozione ed alla diffusione dell’Atletica Leggera in maniera sinergica.

“Tale protocollo è il primo in Italia sottoscritto dalle tre Federazione e per questo motivo si può parlare a giusta ragione di risultato storico, dove si vede la regione Campania essere capofila ed in anticipo per quanto concerne lo sviluppo dell’Atletica Leggera su tutte le altre regioni del territorio nazionale”, hanno chiosato i presidenti e delegati di FIDAL, FISDIR e FISPES .

Infatti, attualmente i rapporti tra le tre Federazioni Nazionali sono regolati dal Protocollo d'Intesa sottoscritto nel 2006 tra la FIDAL e il C.I.P. la cui validità, nell'anno 2010, è stata tacitamente estesa, in seguito allo scioglimento del "Dipartimento 3 di Atletica Leggera del CIP", alla FISPES.

Il Protocollo firmato in questi giorni parte dal presupposto che, quello siglato tra le parti nel 2006 necessità di un'ampia revisione soprattutto in funzione del forte sviluppo che l'Atletica Paralimpica italiana ha conosciuto nelle recenti stagioni agonistiche.

Tra le Parti, a livello nazionale, è in atto una proficua collaborazione di carattere organizzativo, non ancora sostanziata in un protocollo operativo, e un costante interscambio di professionalità ed esperienze che può essere un valore aggiunto a servizio dell'intero movimento nazionale dell'Atletica Leggera.

Da oggi in poi, invece, con questo storico accordo firmato in Campania, le Parti s'impegneranno a creare quante più possibili occasioni di integrazione e crescita sinergica agli aspetti di promozione e diffusione dell'Atletica Leggera.

Il presente Protocollo d'Intesa deve essere considerato, pertanto, uno strumento operativo i cui benefici in termini tecnici, organizzativi e gestionali devono concorrere alla sana crescita ed ad un continuo sviluppo dell'Atletica Leggera italiana senza pregiudizi e barriere culturali.

La FIDAL è la Federazione Sportiva Nazionale deputata alla promozione, all'organizzazione, alla diffusione e alla disciplina dell'Atletica Leggera Olimpica in Italia in armonia con le deliberazioni del CIO, del CONI e della IAAF.

La FISPES è la Federazione Sportiva Paralimpica Nazionale deputata alla promozione, all'organizzazione, alla diffusione e alla disciplina dell'atletica leggera paralimpica in Italia su delega del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e in armonia con le deliberazioni dell'IPC e dell'IPC Athletics.

La FISDIR è la Federazione cui il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) ha demandato la gestione, l’organizzazione e lo sviluppo dell’attività sportiva per gli atleti con disabilità intellettiva e relazionale, regolando il più proficuo avviamento alla pratica di varie discipline sportive tra le quali l’atletica leggera.

 

1 commento

  • Link al commento Rodolfo Lollini Lunedì, 01 Gennaio 2018 17:19 inviato da Rodolfo Lollini

    Scusate, ma non ho capito molto bene di cosa si tratta esattamente, che problemi c'erano prima e che passi in avanti si sono fatti. Io leggo solo burocratichese. probabilmente è un problema mio, ma se qualcuno vorrà aiutarmi lo ringrazio in anticipo.

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina