Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 22, 2020 Paolo Gino - Presidente Club Supermarathon 425volte

Le QuadOrtaThon vanno alla primavera 2021

Una partenza dell'edizione 2019 Una partenza dell'edizione 2019 STempera

 “Potranno tagliare tutti i fiori ma non fermeranno mai la primavera.” “V'è qualcosa nella primavera che non si può esprimere a parole.” “Voglio fare con te ciò che fa la primavera coi ciliegi.” “L'autunno è la primavera dell'inverno.” “Non importa quanto freddo sia l'inverno, dopo c'è sempre la primavera.” “Aprile fa i fiori e maggio ne ha gli onori.” “Per san Benedetto una rondine sotto il tetto”.   Allora dopo tutte queste belle parole vi sentite addosso la Primavera?

No. In Primavera macinavamo decine e decine di maratone in giro per l’Italia. Adesso tutto questo ci manca come ci manca lo scopo della nostra associazione: lo stare insieme. Uno dei principali effetti di questa emergenza epidemica è la rottura dei nostri legami sociali e l’interruzione della normalità fatta di levatacce, sudori, adrenalina, ritmi di passi sul tamburo dell’asfalto e pacche sulle spalle che costituivano la nostra quotidianità. Adesso lo “stare insieme” sarebbe stato particolarmente importante da un punto di vista pratico e psicologico, ma anche da casa un sottile filo ci legherà per sempre.

Per questo fino ad oggi primo giorno di primavera mi ero prefissato di non rimandare le QuadOrtaThon, ma è impossibile come potete capire rispettare la data di Pasqua e salvo un miracolo anche la vecchia data del ponte del 2 giugno sembra un’utopia. Per cui le  QuadrOrtaThon sono rinviate alla Pasqua 2021, al 2-3-4-5 Aprile 2021 e tutti coloro che si sono iscritti avranno trasferita l’iscrizione senza aumento di prezzo a quelle date.

Se poi avverrà il miracolo, che tutti ci auguriamo, ci aggiorneremo strada facendo. State allegri e sintonizzati sul sito del Club. Spero romanticamente che il cartello che resiste da 6 anni al km 10 di Invorio sul percorso della Maratona del Vergante ce la faccia a passare un altro inverno visto che ormai questo se ne è andato. Vedi   http://www.clubsupermarathon.it/miscellanea/4549-segreti-e-rimpianti-delle-quadrortathon.html

Noi credevamo. Noi correvamo. Noi guardavamo lontano. Ora è tempo di riposarsi di più, leggere di più, fare le tante cose che prima neanche pensavamo. Personalmente devo lavorare da un bunker per servizi essenziali e ciò aiuta a non pensare troppo e a sentirmi un po’ utile. Queste splendide deserte giornate di primavera si tingono di malinconia e della paura che i messaggi che arrivano sono di qualcuno che se ne è andato. Si alternano momenti tristi e momenti di maggiore speranza. Nel silenzio spettrale passa qualche sirena e arriva qualche notifica, sento basse le notizie, e aspetto i numeri. Una Ultra di testa che a ogni giro lascia dietro il dolore di tanti amici milanesi e bergamaschi.

Diventa difficile pensare al futuro. La nostra associazione avrebbe dovuto in quest’anno avere 32 e più eventi in cui incontrarsi e correre insieme. Ora con le 4ortathon e la val d’Aosta cinque se ne vanno al 2021. Quante altre dovranno essere sacrificate e con quali conseguenze? Delle corse si può farne a meno, ma di fatto aiutavano a tessere i rapporti su cui si regge la nostra associazione.  Il dilatarsi come avverrà dei tempi creerà un effetto domino come sta avvenendo nel campo lavorativo. Vedo che alcuni dopo aver chiuso azienda o attività, per tre o quattro giorni si stanno accorgendo che se vige, come è logico credere, il modello cinese chiuderanno per tre o quattro mesi. La tristezza di oggi sarà la disperazione di domani. Invece di entrare in una fase depressiva è meglio combatterla fin d’ora con iniezioni di ottimismo.

Per cui... bentornata Primavera!

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina