Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Dic 06, 2020 1829volte

La corsa "fuori porta e fuorilegge" dell’assessore Gallera sulla Martesana

La corsa "fuori porta e fuorilegge" dell’assessore Gallera sulla Martesana Foto: R Mandelli e A Barbieri

Acque agitate per l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera e non parliamo della sua attività istituzionale, bensì della sua passione per la corsa, peraltro ben nota ai runner lombardi.

Il tutto nasce da un post odierno su un social network, nel quale esterna la sua soddisfazione così: ”Oggi 20 km lungo il naviglio Martesana - la maratona è maestra di vita - stringere i denti e non mollare mai". Il tutto ovviamente condito dalle classiche immagini di rito che lo ritraggono da solo e con i compagni di allenamento. Non ci è dato di sapere se lui e gli altri siano conviventi o abbiano corso con la mascherina e rispettando le distanze minime di sicurezza. Anche se forse sarebbe meglio correre da soli. Ma non è questo il punto, in quanto subito dopo sono piovuti commenti molto salaci da parte di altri utenti che stigmatizzavano il fatto che nel coprire tale distanza, il politico avesse sconfinato da Milano, comune di residenza. Comportamento che non è permesso nemmeno dopo il passaggio della regione da zona “rossa” ad “arancione”. Comportamento proibito ed ancora più censurabile se effettuato da un politico. Se poi la persona in questione è appunto il responsabile della sanità della regione più toccata da questa pandemia, lasciamo ai lettori ogni ulteriore commento…

Su questa vicenda www.milanotoday.it ha fatto una ricostruzione molto dettagliata, mostrando come alcune foto postate dall’assessore sembrerebbero scattate nel comune di Cernusco sul Naviglio (MI). La palla ora passa all’interessato. Noi, come la summenzionata testata preferiamo usare il condizionale anche se abbiamo pochi dubbi. Vedremo se nei prossimi giorni Gallera vorrà pubblicare la traccia del percorso. Nello screenshot mostrato oggi, la foto del GPS indicava tutti i dati relativi alla distanza percorsa, velocità media, dislivello, ma sfortunatamente era stata tagliata prima della cartina che mostra il percorso.

Aggiornamento del 7/12/2020 ore 18.30: mentre sul profilo facebook di Giulio Gallera non era presente questa indicazione, nelle fotografie postate su Instagram dall'esponente politico, appare la cartina con il tracciato della corsa che da Milano ha poi attraversato i comuni di Vimodrone e Cernusco sul Naviglio. Versione poi ammessa anche dall'assessore che si è giustificato dichiarando a www.corriere.it :"Ero sovrappensiero".

Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.net

4 commenti

  • Link al commento Rodolfo Lollini Mercoledì, 09 Dicembre 2020 23:54 inviato da Rodolfo Lollini

    Concordo con Andrea Deglinnocenti sul fatto che queste infrazioni siano abbastanza diffuse, ma ciò non le giustifica. Sarebbe come dire che se passo col rosso, ma lo fanno anche altri...
    Quello che più stupisce è che il "trasgressore" è un politico, responsabile della sanità lombarda ed inoltre non pago di tutto ciò, si mette a postare sui social invece di correre e star zitto

    Rapporto
  • Link al commento Mercoledì, 09 Dicembre 2020 09:33 inviato da Andrea DeglInnocenti

    Buongiorno, la zona arancione come giustamente precisato da Rodolfo Lollini obbliga alla pratica sportiva nel proprio territorio comunale (come la rossa) l'unica concessione in più è la possibilità di frequentare centri sportivi all'aperto ma senza l'uso degli spogliatoi. E' giusto stigmatizzare il comportamento tenuto da Gallera che pare essere uscito dal proprio territorio comunale, ma chiunque di noi che registra le proprie attività su una qualsiasi applicazione può rendersi conto di quanti non rispettano le regole fin da quando la Lombardia era rossa. Lo abitando vicino al parco delle Groane (parco a nord di Milano che attraversa diversi comuni e provincie) molti tra runners e ciclisti lo percorrono ignorando le disposizioni di legge.

    Rapporto
  • Link al commento Rodolfo Lollini Martedì, 08 Dicembre 2020 11:57 inviato da Rodolfo Lollini

    Sig. Lando, mi dispiace contraddirla, ma Lei è in errore.
    Non è possibile superare i confini comunali.
    Se vuole mi mandi i suoi riferimenti: sono pronto a scommetterci sopra quello che vuole.
    Fatto proibito e tra l'altro ancora meno giustificabile e comprensibile quando si abita in un comune grandissimo come Milano .
    La tessera alla FIDAL non è un passaporto, così come quella all'UCI dei ciclisti amatori. Perché peraltro qui non ci sono dubbi si stia parlando di un amatore che ci mette due ore per fare 20 chilometri... Mica di una nazionale o un probabile olimpico.

    Rapporto
  • Link al commento Lunedì, 07 Dicembre 2020 18:39 inviato da Lando

    Gallera è tesserato FIDAL e, da DPCM, può allenarsi anche in altri comuni. E dire che siete anche voi del settore sportivo...

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Prossime gare in calendario

CLICCA QUI per consultare il calendario completo

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina