Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 18, 2024 Cristian Avino 450volte

33^ Mezza maratona di Lisbona: fascino ed emozione

33^ Mezza maratona di Lisbona: fascino ed emozione https://www.maratonaclubedeportugal.com

17 marzo - È tornata in scena la scorsa domenica una delle mezze maratone più veloci al mondo, quella di Lisbona, ed è proprio nella capitale portoghese che nel 2021 l’ugandese Jacob Kiplimo ha fissato il record mondiale con 57:31.  Ma a completare di emozioni questa gara (33^ edizione) è ancora una volta l’italiano Eyob Faniel che a un mese dal primato personale in maratona realizzato a Siviglia (2h07:09), è tornato a gareggiare con i colori delle Fiamme Oro tra i top runner della EDP Meia Maratona de Lisboa e si è classificato con il tempo di 1h02'26", dimostrandosi così il secondo atleta più veloce d’Europa sulla distanza dei 21 Km; tenendosi alle spalle  sia il norvegese Sondre Moen (1h02'29") che il tedesco Hendrik Pfeiffer (1h03'32").

Mentre la medaglia d’oro va all’etiope Ayele Dinkalem ,che solo sul finale si sbarazza della compagnia del keniano Dominic Chemut Kiptarus (60'40") medaglia d’argento, seguito dal tedesco Amanal Petros in 60'56" che chiude dunque in terza posizione.

Invece al femminile assolo dell'ex primatista mondiale di Maratona Brigid Kosgei, che in 1h05'51" stabilisce "virtualmente" il sesto tempo di sempre (essendo la gara "point to point" questo crono con finirà nelle liste all-time). Più staccate Mulatie Bosena (1h09'00") e Menigstu Tigist (1h9'14"). Concludendo: una gara dal fascino straordinario che vede snodarsi un percorso scenografico tra i più belli al mondo, fatto di strade antiche e scenari marittimi, attraversando la storica Piazza do Commercio. Una mezzamaratona da annoverarsi nell’agenda del Podista Internazionale.

1 commento

  • Link al commento GIANNI PANFILI Venerdì, 29 Marzo 2024 16:50 inviato da GIANNI PANFILI

    Ho partecipato alla mezza maratona di Lisbona e sinceramente ho trovato una pessima organizzazione. Al di là della temperatura che proprio in quella giornata ha toccato i 25° ma sono rimasto molto deluso infatti i risultati dei top sono stati assolutamente inferiori alle attese e da quanto riscontrato negli anni precedenti.
    In particolare si è obbligati ad arrivare al punto di partenza , sul ponte, dall'altra parte rispetto alla partenza. Quindi si è obbligati a prendere un treno che ti porta nell'"isola" da dove, dopo aver percorso oltre 2 km arrivi sul ponte. I treni con frequenza di circa 10' uno dall'altro appaiono quantomeno troppo pochi per trasportare circa 30.000 persone (15.000 per la mezza ed altrettanto per la 10 km). Risultato una calca inverosimile con podisti che a malapena riuscivano a trovare un posto. Arrivati sul ponte i Wc posizionati in modo tale che la fila per accedervi (prevedibile) costituiva imbuto per arrivare allo start. Nessun banchetto per una goccia d'acqua.
    Vi era un unico camion per le borse personali con cui scrivevano a pennarello all'istante il numero in cui pochi hanno potuto lasciare la propria borsa (un camion x 30.000 persone !!!).
    Quindi nessuna possibilità di lasciare una borsa personale da ritrovare all'arrivo. lascio immaginare come una volta arrivati all'arrivo come una faccia tenendo solo quello che indossa senza poter cambiarsi almeno la canotta e magari ad avere l'hotel distante (anche perchè l'arrivo non è nel centro turistico). All'arrivo se uscivi da un lato di consegnavano dell'acqua e un gelato mentre dall'altro banane e sali quindi se eri incanalato in un flusso eri costretto a prendere quello che ti dava senza poter decidere se meglio un integratore piuttosto di un gelato.
    Certe volte ci lamentiamo in Italia per le ns gare!!!!

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina