Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 20, 2019 Francesca Andone 946volte

Monselice (PD): 6 h in pista individuale e a squadre

Staffette all'interno, individuali all'esterno, tutti in amicizia Staffette all'interno, individuali all'esterno, tutti in amicizia F. Andone

18 maggio - Sono passate meno di 15 ore dalla prima tappa della Padova Corre (vedi http://www.podisti.net/index.php/cronache/item/3995-piombino-dese-pd-padova-corre-prima-tappa.html), e io e il mio ragazzo siamo già in auto verso la pista di atletica Kenndy di Monselice per correre la prima frazione della staffetta della 6 ore in pista.
Arriviamo con un’ora circa di anticipo. La giornata è grigia, ma l’azzurro acceso della nuova pista rende colorato anche questo nuvoloso sabato.
Ogni squadra ha il proprio gazebo montato a bordo pista, i più ritardatari sono ancora in fase di montaggio, con scene epiche stile Fantozzi e rag. Filini in campeggio. Cerco il mio, eccolo, squadra pettorale numero 10! Tutta l’ansia da prestazione scompare leggendo il nome della mia squadra femminile: ”Palle al Piede”. Sorrido, sono nella squadra giusta! Non conosco le altre staffettiste: avevo detto a Sonia, una ragazza del gruppo podisti Monselicensi, che volevo partecipare a questa gara, ma non avevo una squadra; lei, conoscendo le mie “doti” da runner, ha fatto il mio nome per uno dei team organizzati dai Podisti (grazie Loris). Certo il mio passo non sarebbe stato valorizzato abbastanza nella squadra delle più veloci “Amazzoni”.
La squadra di Alessio, i “Sento” (cento) ha il gazebo poco più avanti, loro hanno ben altre ambizioni: appena lo vedono, gli chiedono previsioni sui km che farà nella sua ora, e parte così un complicato calcolo, fatto di incognite e improbabili moltiplicazioni su quello che sarà il risultato finale. La vittoria andrà alla squadra che nelle 6 ore, avrà fatto più giri e quindi km, e loro ambiscono al podio. Stupita da questa determinazione mi cade l’occhio sul tavolino del loro gazebo:  torta casalinga al cioccolato, pane, salame, patatine, birra, bibite varie … Chissà se questo spuntino da sportivo rientra nelle variabili delle equazioni che li porteranno al podio.
Mentre iniziamo il riscaldamento, noto con stupore la vasta area riservata agli addetti stampa, mi esalto, quale onore! “Francesca, la stampa è per i Campionati dei 10.000 m che si tiene dopo di noi!”… il mio ragazzo mi riporta con i piedi per terra.
Mentre siamo ancora in tuta, parte la gara individuale, podisti di ogni genere che decidono di affrontare la pista per 6 ore da soli! Folli, Coraggiosi? Non lo so, ma io li ammiro tantissimo!
Un semplice briefing sulle regole della staffetta ed arriva anche il nostro turno. A mezzogiorno esatto lo sparo, e via come criceti! Supero subito una concorrente, mentre tutti gli altri mi passano a gran velocità, mi piazzo lì con il mio passo sempre costante. Nella parte di pista davanti ai gazebi c’è la curva degli ultras, i partecipanti delle altre frazioni che fanno il tifo indistintamente per tutti i corridori; ogni tanto fra componenti della stessa squadra c’è anche qualche suggerimento tecnico sulla distanza o la rimonta dall’avversario, stile comunicazioni dai box durante un Gran Premio di F1; ma per lo più sono incitamenti e complimenti fantasiosi tipo: ”Vai Francesca che vai forte!”.
Così i primi minuti passano in allegria, con pollici alzati e sorrisi ad ogni passaggio dalla curva o scambi di battute con lo speaker “Dai Francesca che sei sola!” Nonostante l’euforia iniziale, dopo 10 minuti arriva la fatidica domanda che mi rimbomba in testa ogni volta: “ma chi me l’ha fatto fare!”. Al 20esimo minuto, quando realizzo che sono solo ad 1/3 della gara, la testa inizia a far fatica., allora provo a distrarmi un po’ sentendo i discorsi dei partecipanti alla gara individuale che occupano gli anelli più esterni. Una bellissima signora dai capelli argento racconta che un mese fa ha partecipato ad una 12 ore in pista, facendo 86 km totali, e arrivando seconda di categoria! Quel racconto mi basta per convincermi a tenere duro, continuo con il mio conteggio dei giri, mentre il mio ragazzo ripetutamente mi doppia con un altro gruppetto di folli. Arriva finalmente il 30esimo minuto, “dai Francesca da qui in poi è tutta in discesa” mi ripeto per farmi forza, ma ora anche il vento forte e la pioggia rendono l’impresa più difficile. Il passo rallenta un po’, colpa del vento …. “Classica scusa da tapascione, la pista è un anello, se ho il vento contro per 100/200m poi l’avrò a favore per la restante parte , quindi Francesca concentrati e tieni il tuo passo! Va bene la Palla al Piede, ma almeno evitiamo di risultare un macigno!”.
Al 40esimo minuto ritorno ad essere un po’ più lucida, grazie ad un altro runner che superandomi scambia qualche battuta con me, giusto per riprendermi dalla sindrome da criceto! Verso il 50esimo minuto ho perso il calcolo dei giri, ma l’incitamento colorito e fantasioso delle persone a bordo pista mi riaccende il sorriso, ad ogni singolo passaggio mi sento dire “forza, ancora un paio di giri!”, solo la mancanza di fiato mi impedisce di rispondergli altrettanto simpaticamente.
Mentre scorrono gli ultimi minuti, si posizionano i secondi staffettisti: terrore, non vedo a chi devo dare il cambio! Scatta l’ora ed ecco che vedo una mano sporgersi verso di me per darmi il cambio. È finita! Esco finalmente della pista e trovo Alessio che chiacchiera felice sotto la pioggia battente con i primi, si fanno i complimenti, discutendo sul passo, sull'accelerazione negli ultimi minuti, sulla sensazione delle gambe, la reattività della pista etc etc… Uomini: se non fanno la disamina tecnica di ogni km non sono contenti!
Torniamo ai box e qui inizia la parte più bella della gara, si fa il tifo per gli altri, per tutti, compagni di squadra e avversari: spunta qualcuno con il megafono e si improvvisano ole da stadio al passaggio dei runner! Si incitano soprattutto i concorrenti della corsa individuale, è emozionante vedere lo spirito che si crea fra di loro e leggere la loro felicità e soddisfazione al completamento dell’impresa. Sono stati grandiosi, 6 ore in pista nonostante la pioggia e il vento, quasi mi fanno venire voglia di provarci anch'io il prossimo anno!
La giornata si conclude nel migliore dei modi, da spettatori per i campionati Italiani dei 10.000 m su pista. Intanto escono le classifiche e continuano le valutazioni più o meno serie sui risultati. Dopo le premiazioni, le discussioni continuano al ricco pasta party organizzato dai Podisti Monselicensi, e si iniziano già a progettare le squadre per il prossimo anno.
Un sabato perfetto, divertente, emozionante, nonostante la pioggia, nonostante il vento. Questi eventi ti permettono di fare squadra, di fare gruppo anche con persone che non conosci, condividendo la passione per questo splendido sport.

 Classifica a squadre:
1 CAVALLI MARINI 90396 metri
2 SENTO (100) 87181
3 ATLETICO BASTIA 85591
4 ILLUMYNA PARRUCCHIERI 84470
5 I BRADIPI SEMPREVERDI 82426
6 CAVALLI MARINI B 80789
7 LE AMAZZONI 79991
8 CORRI LE MURA MONTAGNANA 79279
9 MASERUN SPEED 79156
10 ZAMBELLO RUNNERS 76355
11 GOCCE DI CHANEL 73906
12 RUNDEMOOOO 71913
13 RUNTOLANTI 71679
14 PODISTI TRIBANO 71652
15 RUN…DAGI 71184
16 RUNCOOL 70548
17 PALLE AL PIEDE 69670
18 BARBA RUNNERS 67814
19 BUTTERFLY GIRLS 64344

Classifica individuale maschile
ORTOLAN ROBERTO 50355 metri
FRENI ANTONIO 50351
LICCARDI MARIO 48414
GEMMA LORENZO 47992


Classifica individuale femminile:


RASICCI ADELE 47785
RADO ALESSANDRA 47105
STRAPAZZON LUISA 38967
SIMION FIORENZA 35588

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina