Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 06, 2019 Andrea Poggioni 874volte

Azzate (VA) - StramAzzata

Azzate Azzate Foto di Arturo Barbieri

Una formula atipica, rispetto alle classiche corse serali, contraddistingue la StramAzzata, la cronoscalata di 1 km che si è svolta mercoledì 3 luglio ad Azzate (VA)
Per la precisione sono 970 metri con 46 scalini finali. La pendenza della salita è del 4-5% per i primi 400 metri poi si impenna fino all’11%. Una sparata che mette a dura prova sia i muscoli che il cuore che, in questi casi, raggiunge la massima pulsazione possibile. E’ questa la gara organizzata dal gruppo Runners Valbossa di Azzate.
Il luogo di ritrovo è lo splendido belvedere di Azzate, piazza Ghiringhelli, che con il suo panorama sul lago e sui monti è diventato il punto di ritrovo di numerose persone che si recano presso i veicoli adibiti a bar che stazionano in piazza all’orario dell’aperitivo.
153 sono stati i partecipanti che si sono sfidati. I premi, erano riservati ai primi tre uomini e alle prime tre donne con super premio del valore di € 100,00 per chi stabiliva il record maschile e femminile.
I tempi da battere erano 3’18” al maschile, stabilito da Alex Baldaccini, e 4’19” fatto segnare da Ilaria Dal Magro. E proprio quest’ultima è tornata e ha abbassato il proprio record portandolo a 4’11” e aggiudicandosi il premio speciale.
La classifica maschile è stata dominata da Matteo Renda in 3’48” seguito da Riccardo Lovisetto in 3’53” e terzo posto per Marco Ciceri in 3’57”
Al femminile, come detto, Ilaria Dal Magro ha vinto in 4’11” staccando decisamente Sofia Barbetta, arrivata seconda in 4’51”, e Elisabetta Di Gregorio, terza in 4’55”.
Una gran bella serata in un gran bel luogo.

Informazioni aggiuntive

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina