Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Set 16, 2019 Ufficio Stampa Evento 185volte

Ronchi fa il vuoto al Lago Maggiore Zipline Trail

L'arrivo di Luca Ronchi L'arrivo di Luca Ronchi Foto Comitato Organizzatore

15 settembre - Continua il momento d’oro di Luca Ronchi: vincitore lo scorso 16 agosto della classica Bacero-Devero-Crampiolo, il corridore dell’Asd Circuito Running ha fatto sua anche la quarta edizione del Lago Maggiore Zipline Trail, manifestazione che si sta sempre più ritagliando uno spazio importante nel panorama del fuoristrada non solo piemontese. Ad Aurano (VB) la prova di 25 km ha visto il piemontese, che si divide con profitto fra atletica e mountain bike, chiudere in 2h08’10”, tempo molto alto che ha risentito anche del gran caldo della giornata; ultimo a cedere le armi è stato l’azzurro Riccardo Montani (Team Salomon) staccato alla fine di 1’43”, mentre il terzo gradino del podio è stato appannaggio di Michele Fantoli (Asd Caddese Monique Girod) a 2’55”.
Il sodalizio di Caddo Crevoladossola si è però preso una gustosa rivincita sulla distanza degli 11 km realizzando una prestigiosa doppietta, con Alberto Gramegna primo in 50’43” e Andrea Agnelli secondo a 14”, terza piazza per Nathan Baronchelli (Demo Sport) a 1’35”.
Tornando alla gara di 25 km, da sottolineare la presenza di Giovanni Maiello, che lo scorso mese si era aggiudicato il Trail di San Zaccaria, quarto a 3’16”, mentre quinto ha chiuso l’ex campione italiano di trail e skyrunning Stefano Trisconi, stella della società organizzatrice Avis Marathon Verbania, a 8’10”.

Conferma nella gara principale femminile per Monica Moia, la vincitrice dello scorso anno che ha fatto il bis in 2h41’10” migliorandosi di oltre 3 minuti rispetto allo scorso anno. Netto il successo della portacolori dell’Asd Bognanco, con 6’30” sulla compagna di colori Chiara Cerlini e 10’31” su Romina Caretti (Avis Marathon Verbania).
Molte big hanno optato per la distanza breve, dove si è registrata la prestazione tecnicamente più elevata, quella della giovanissima Giovanna Selva (Sport Project Vco) che in 57’18” non solo si è aggiudicata la prova, ma ha chiuso addirittura nona assoluta. Nettamente battuta l’altra favorita della vigilia, Paola Varano (Asd Bognanco), vincitrice nel 2017, che ha accusato un ritardo di 4’39”; terza Marilena Fall, compagna di squadra della Selva, a 7’59”.

Nel complesso sono stati quasi 250 i partecipanti alla manifestazione perfettamente gestita dal team verbanese e disegnata nelle Terre Alte del Verbano andando a toccare le fortificazioni della Linea Cadorna. Peccato solo per il cielo grigio che ancora una volta ha impedito di ammirare lo splendido panorama garantito dal tracciato. Un grazie anche ai Comuni toccati dal percorso (Aurano, Oggebbio, Cannero Riviera e Trarego Viggiona) senza dimenticare l’Unione Montana Valgrande e Lago di Mergozzo, il Parco Nazionale Valgrande e soprattutto il Lago Maggiore ZIPline che ha ospitato il villaggio di partenza/arrivo. L’appuntamento è già per il prossimo anno, confidando in un’ulteriore crescita.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina