Stampa questa pagina
Ago 14, 2020 padre Pasquale Castrilli 1039volte

Felicemente concluso il Campus running di Messina-Gesso

Alcuni dei partecipanti Alcuni dei partecipanti P. Castrilli-R. Mandelli

La prima edizione del Campus running è andata in scena dal 2 al 10 agosto. Il Centro Agape dei Missionari Oblati di Maria Immacolata di Messina-Gesso è stato il luogo di ritrovo e partenza per le attività in programma. I contenuti del Campus, organizzato da un gruppo di runners di Villafranca Tirrena (ME) nel mese di gennaio, hanno subito vari cambiamenti a causa dell’emergenza sanitaria. Il programma è stato quindi ridotto, ma non per questo meno interessante. Il gradimento dei partecipanti lo testimonia.

Il 4 agosto, un pellegrinaggio a piedi con partenza dal Centro Agape e arrivo al santuario mariano di Dinnammare a 1100 metri s.l.m. ha portato in vetta undici runners  che hanno percorso i 14km con 900 metri circa di dislivello in quasi tre ore di cammino. All'arrivo, la celebrazione della messa presieduta da mons. Cesare Di Pietro, vescovo ausiliare di Messina, e lo splendido panorama sull'area dello Stretto.

Domenica 9 agosto i partecipanti al Campus si sono recati all'Etna per partecipare al Trail della Galvarina (18,5 km con 750D+) e ad un walktrail di 8 km. Un avvincente percorso su sabbia, sterrato e cenere lavica che è stato teatro anche di un’ultramaratona di 60km. https://podisti.net/index.php/cronache/item/6385-l-etna-accoglie-i-podisti-trail-dell-etna-e-della-galvarina.html

Tre allenamenti mattutini hanno consentito di visitare luoghi davvero unici. La zona dello Stretto, Capo Peloro e i laghi di Ganzirri, Capo Milazzo con splendido panorama sulle isole Eolie, infine Baia del Tono e la riviera di ponente che da Milazzo conduce su un lungomare infinito verso Terme Vigliatore, con il santuario di Tindari sullo sfondo.

I podisti hanno goduto della bellezza di località come le isole Eolie, il santuario di Tindari, l’entroterra della provincia di Messina, Cefalù. A conclusione la partecipazione (da spettatori) al Meeting di san Lorenzo svoltosi allo stadio D’Alcontres-Barone di Barcellona Pozzo di Gotto.
E già si pensa ad una nuova edizione del Campus nel mese di agosto 2021 con un programma articolato e una manifestazione podistica conclusiva.

 

Paolo da Roma, uno dei partecipanti, al termine del Campus running condivide alcune considerazioni:

“Il viaggio Roma-Villa San Giovanni è stato tranquillo: l’era della costruzione della Salerno Reggio Calabria è terminata. Il traghetto in pochi minuti ci porta a Messina. L’accoglienza è stata calorosa e amichevole, caratteristiche che si sono sentite nell’intero periodo da tutte le persone che hanno partecipato a questo Campus. Durante il tragitto da Messina a Gesso, dove è la casa che ci ha ospitato, non puoi fare a meno di meravigliarti della natura che ti circonda; un verde intenso e rigoglioso. Non meno importanti sono stati i recovery meal. E dopo le passeggiate o le corse di allenamento non sono mancate le granite con brioches, l’arancino (mi raccomando: a Messina con la ‘o’ finale) e poi i cannoli. La cucina della cuoca della casa è stata semplice ma ben curata e con prodotti dell’orto a ‘metri zero’. Tutto molto buono, dalla colazione alla cena. Il giorno della partenza, dopo i saluti, ti prende per un attimo un nodo alla gola: sembra che saluti i tuoi familiari o gli amici più intimi che forse, a Dio piacendo, rivedrai il prossimo anno. Un Campus all’insegna della fraternità, semplicità e accoglienza (in questi momenti che viviamo ce n’é veramente bisogno), gli allenamenti in luoghi meravigliosi: insomma una bella vacanza di riposo. E se andando via sembra che lasci un pezzettino del tuo cuore, vuol dire che sei stato molto bene”.