Stampa questa pagina
Feb 10, 2018 2148volte

RAK Half Marathon: tempi e spettacolo!

Il vincitore maschile Il vincitore maschile Foto Sito Ufficiale

Grandi risultati hanno caratterizzato la 12^ edizione della Rak Half Marathon corsa nell’emirato di Ras al-Khaima, negli Emirati Arabi, venerdì 9 febbraio.

In campo maschile si è imposto il 27enne keniano Bedan Karoki in 58.42, pb, record della corsa e quarto tempo di sempre sulla distanza (a soli 19” dal primato mondiale, 58.23, stabilito a Lisbona dall’eritreo Zersenay Tadese il 21 marzo 2010 in 58.23).  

Karoki, atleta del team di Gabriele Rosa, è passato al 5° km in 13.53, al 10° in 27.48 e al 15° in 41.44; al 19° km ha cominciato la sua fuga per la vittoria (passaggio al 20° in 55.55), concludendo vittorioso.

Secondo posto per il 21enne etiope Jemal Ymer (Etiopia) in 59.00 (debutto sulla distanza più veloce di sempre), terzo il keniano Alex Kibet in 59.06. A seguire altri quattro keniani, anche loro tutti sotto il muro dell’ora: Jorum Lumbasi Okombo - quarto in 59.36, Morris Gachaga – quinto in 59.36, Wilfred Kimitei – sesto in 9.40, Edwin Kiptoo – settimo in 59.54.

Gara ancor più di livello quella femminile: ha vinto la 23enne keniana Fancy Chemutai in 1:04:52, pb e record della corsa, ad un solo secondo dal primato mondiale della Jepkosgey di 1:04:51 (Valencia – 2017), secondo tempo all-time, in una gara che ha visto però la presenza di lepri maschili sino al traguardo.  

E proprio la 25enne suddetta primatista mondiale è stata la “delusione” della giornata, quando circa al 14° km, ha mollato il gruppo delle prime, finendo poi quinta in 1:06:46, pur giustificata dall’attacco influenzale della scorsa settimana, che l’ha debilitata.

Seconda la keniana Mary Keitany (primatista mondiale di maratona) in 1:04:55, terzo tempo mondiale di sempre: la gara si è decisa allo sprint negli ultimi 100 metri, dopo i passaggi al 5° km in 15:13, al 10° in 30.33, al 15° in 46.07, al 20° in 1:01:34.

Terzo posto per l’altra keniana Caroline Kipkirui in 1:05:07, davanti alle connazionali Joan Chelimo Melly – quarta in 1:05:37, e la su citata Jepkosgey – quinta in 1:06:46. Sesta la etiope Degitu Azimeraw Asires in 1:06:47, settima un’altra keniana, Brigid Kosgey in 1:06:48.

Da segnalare che, per la prima volta nella storia in una stessa gara, quattro donne hanno chiuso sotto 1:06:00, sette sotto 1:07:00, nove sotto 1:08:00 e undici sotto 1:09:00.   

Classifica maschile:

1 Bedan Karoki KEN 0:58:42
2 Jemal Yimer ETH 0:59:00
3 Alex Kibet KEN 0:59:06
4 Jorum Lumbasi Okombo KEN 0:59:36
5 Morris Gachaga KEN 0:59:36
6 Wilfred Kimitei KEN 0:59:40
7 Edwin Kiptoo KEN 0:59:54
8 Benard Kimeli KEN 1:00:16
9 Vincent Rono KEN 1:00:24
10 Lelisa Desisa ETH 1:00:28

Classifica femminile:

1 Fancy Chemutai KEN 1:04:52
2 Mary Keitany KEN 1:04:55
3 Caroline Kipkirui KEN 1:05:07
4 Joan Chelimo Melly KEN 1:05:37
5 Joyciline Jepkosgei KEN 1:06:46
6 Degitu Azimeraw Asires ETH 1:06:47
7 Brigid Kosgei KEN 1:06:49
8 Gladys Cherono KEN 1:07:13
9 Helen Tola Bekele ETH 1:07:47
10 Naom Jebet KEN 1:08:22