Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ago 10, 2021 Ettore Comparelli 600volte

Al giro di boa la “Covid-Edition” della “10 Marathon in 10 days” del Club Super Marathon

La composizione della medaglia al giro di boa; Il Compa & friends, Paolo Gino La composizione della medaglia al giro di boa; Il Compa & friends, Paolo Gino

10 agosto 2021 Bagài,

dopo la “sosta forzata” del 2020 è ripartita la kermesse delle 10 Maratone in 10 giorni sul Lago Dorato ed il Compa non poteva mancare (anche se si deve accontentare di 10km per 10 giorni)!

Le distanze sono per tutti i gusti: 10, 21.098, 42.195 e 50km per 10 giorni consecutivi dal 6 al 15 agosto, un modo alternativo ed attivo per passare le vacanze in un posto tranquillo ed incantevole.

Non è un anno facile e le regole anti-covid da rispettare sono tante ma la voglia di riprenderci la nostra vita è tanta.

La novità principale del 2021 è il cambio di location della zona di ritrovo, partenza ed arrivo, situato nella nuova scenografica piazza Europa; certo che la partenza dalla spiaggia aveva un fascino particolare ma, a mio avviso, la nuova soluzione è molto più funzionale, con spazi più comodi e meglio strutturati.

Ma la novità assoluta è la Marathon Paradise, una spiaggia privata a disposizione degli atleti per il relax dopo gara: bagno rinvigorente in compagnia di amici con tanta birra, pasta, salamelle alla griglia e musica dal vivo.

La medaglia di quest’anno è un “puzzle” composto da 11 elementi in plexiglass (10 medaglie + medaglione finale), stampato su entrambi i lati, in modo da comporre un quadretto con il lago, simbolo della gara. Gli “incastri” non sono stati azzeccati al primo colpo ma il problema è stato risolto brillantemente!

Ci sono hotel convenzionati e si può dormire aggratis in palestra con servizio navetta che ti porta avanti ed indietro; area attrezzata anche per i camper. La sera gite ed escursioni nei luoghi più belli della zona con appetitose cene a prezzi modici. Non manca la componente “charity” tanto cara al mio cuore Marziano: si possono acquistare magliette fatte stampare appositamente dalla nostra Cristiana, o fare semplicemente donazioni a favore di IOR! Uè, non pensate male; non è mica quello IOR lì ma l’Istituto Oncologico Romagnolo.

Il parcheggio riservato è un ampio e comodo pratone a 1km circa dal ritrovo con strada tutta in discesa, per il ritorno in salita ci sono comode navette.

I numeri, come prevedibile, sono in calo rispetto alle edizioni record del 2018 e 2019; i timori e le difficoltà di alcune nazioni hanno ridotto la partecipazione, che comunque è numerosa e ben assortita. Mancano del tutto gli inglesi che tanto amano questa gara e questo lago, ma ci sono francesi, tedeschi, austriaci, danesi e rappresentanti di India, Finlandia, Bosnia e Argentina.

Il percorso non è cambiato e si sviluppa quasi completamente a bordo lago con scorci panoramici e spettacolosi; sono 10,5km da fare avanti e indietro (due volte per la maratona) con diversi tratti in sterrato e molti strappi brevi ma insidiosi.

La bellezza dei luoghi fa passare in secondo piano la ripetitività del percorso; anche perché per la maggior parte di noi non si tratta di una gara ma di un viaggio in compagnia di persone e luoghi meravigliosi, senza mai badare troppo al cronometro.

Io quest’anno speriamo che me la cavo e, per evitare problemi alle articolazioni, me la sto prendendo con assoluta calma e tranquillità camminando, chiacchierando, fermandomi a scattare foto, godendomi tutto questo ben di Dio che la vita ci regala. Cinque le ho fatte, le prossime saranno ancora più goduriose.

Sono davvero felice di avere ritrovato e poter rivedere ogni giorno tanti amici che mi sono mancati moltissimo e di condividere con loro una parte del mio cammino.

Le iscrizioni sono aperte tutti i giorni fino a Ferragosto; dàm a trà a mì: ta sé ancamò in temp per vegnì a passare delle splendide giornate in ottima compagnia.

Un grazie di cuore a tutti gli amici che mi accompagnano in questa esperienza, in particolare a Gabriella&Franco con cui condivido gran parte del cammino e che mi danno tutte le mattine un passaggio, nonchè al vulcanico Presidentissimo Paolo Gino che, con grande coraggio, ha reso possibile questo evento.

Se vedùm,

Ettore “Compa” Comparelli

2 commenti

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina