Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 03, 2021 Ufficio Stampa Evento 456volte

Trapani – 24^ Sale&Saline, successo per Mazzara e Bilello

La partenza della 1^ serie La partenza della 1^ serie Foto Organizzatori

3 Ottobre - Il Sale&Saline riprende da dove ci aveva lasciato. Due anni fa la vittoria di Nicola Mazzara (Cus Palermo) e Maria Grazia Bilello (Universitas Palermo), ultima edizione prima dello stop per la pandemia. Oggi la 24^ edizione, quella del “ritorno”, è stata vinta ancora dal “terribile” duo, Mazzara-Bilello che con la storica manifestazione organizzata dal GS 5 Torri Fiamme Cremisi Trapani, hanno davvero un feeling particolare. Una edizione, quella numero 24 dai numeri incoraggianti: oltre 360 atleti iscritti, un lusso in un periodo storico sicuramente difficile e tanto pubblico assiepato e ordinato dietro le transenne poste in prossimità della partenza – arrivo che quest’anno ha avuto luogo sul viale Regina Margherita, davanti la villa che porta lo stesso nome e che per tanto tempo ha ospitato l’arrivo. Chilometraggio ridotto, appena 6,3 per donne e uomini over 60 e 8,4 per gli uomini fino alla SM55. Prologo in musica e con l’inno nazionale affidato alla Fanfara del 6° Reggimento Bersaglieri che hanno bissato la performance di otto giorni fa a Cefalù e con il primo cittadino di Trapani Giacomo Tranchida, che ha elogiato gli sportivi, chiedendo loro di essere promotori delle campagne vaccinali.

La gara: nella prima batteria la gara è durata solo il primo dei tre giri, quando Alice Mammina ha tenuto testa, precedendo la Bilello. Seconda parte della gara con l’atleta di Partinico che da buon diesel ha ripreso la giovane avversaria, conquistando un vantaggio che le ha consentito di tagliare per prima il traguardo con un consistente anticipo di 44 secondi su Alice Mammina a sua volta quarta di batteria, alle spalle degli over 60 Elio Amato (Universitas Palermo) e di Ignazio Caruccio (Podistica Salemitana). Terza donna al traguardo Azzurra Agrusa (GS 5 Torri Fiamme Cremisi). Batteria maschile (4 giri in tutto) senza storia, con Nicola Mazzara che ha subito fatto il vuoto non curandosi di chi avesse dietro ma guardando solo avanti, con unico avversario il cronometro. Alle spalle del 23enne di Marsala, con 45 secondi di ritardo, l’ha spuntata Salvo Greco (Libertas Running Modica) bravo a leggere bene la gara e a staccare in maniera chirurgica Giuseppe Ala (Cus Palermo) giunto terzo e Dario Cucchiara (Sportamatori Partinico) quarto. In gara e puntualmente al traguardo anche i due “sempreverdi” Francesco De Trovato e Nino Macaluso entrambi 88 primavere, il loro arrivo tra gli applausi del pubblico è stato il sigillo al Sale&Saline che con fiducia, guarda già all’edizione del prossimo anno quella del venticinquennale. 

Classifica Uomini (8,4 km)

  1. Nicola Mazzara (Cus Palermo) 27’32
  2. Salvatore Greco (Libertas Running Modica) 28’17
  3. Giuseppe Ala (Cus Palermo) 28’40
  4. Dario Cucchiara (Sportamatori Partinico) 28’55
  5. Danilo Pulizzi (Cus Palermo) 28’58

Classifica Donne (6,3 km)

  1. Maria Grazia Bilello (Universitas Palermo) 23’14
  2. Alice Mammina (Marathon Altofonte) 23’57
  3. Azzurra Agrusa (5 Torri Fiamme Cremisi) 24’40
  4. Carla Grimaudo (Lipa Alcamo) 25’08
  5. Veronica Costanzo (Atletica Lentini) 25’49

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina