Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 04, 2021 Alessandro Mastri - Presidente Cardatletica 558volte

Tornavento (VA) - 8^ Carda Crucca

C8^ Carda Crucca la partenza C8^ Carda Crucca la partenza Foto di Arturo Barbieri

3 ottobre. Ripartire non è mai facile, specialmente quando il mondo del podismo, e non solo, in questi ultimi due anni è stato letteralmente stravolto dal covid. Nuove regole, paletti, restrizioni, ma la voglia di mettersi in gioco e far ripartire la nostra passione è tanta. Così la scommessa è già ripartita prima che iniziasse la primavera, con l’inserimento della Cardacrucca competitiva nel calendario Fidal, poi la macchina operativa, giunta ormai all’ottava edizione, si è messa in marcia e, grazie all’aiuto di molti più soci nella nostra società, ci hanno permesso di suddividere i compiti per espletare al meglio la realizzazione di questa manifestazione.
Purtroppo, quest’anno a causa delle limitazioni, abbiamo dovuto creare una zona di partenza limitata a sole 700 persone, tra runners e membri dello staff, dovendo chiudere le iscrizioni già il venerdì pomeriggio a circa 670 iscritti, impedendo così a molti di partecipare alla nostra gara, che negli ultimi cinque anni, ha visto una presenza sempre superiore ai mille partecipanti.
Tornando alla gara, quest’anno abbiamo modificato notevolmente il percorso, con una prima parte di gara che, dopo il passaggio alla dogana austro-ungarica, entra nel percorso sensoriale, passa nell’area delle bombe e si immette nel paraschegge, un passaggio spettacolare che pochi conoscono; ritornando in via Gaggio, dopo alcune deviazioni in sentieri sterrati, si ritorna alla dogana austro-ungarica dove il percorso di 7,65 km si conclude a sinistra verso la zona di partenza, mentre il percorso lungo, quest’anno di 15,8 km, scende passando il ponte dell’alzaia del canale Villoresi percorrendo lo stesso per quasi due chilometri, fino ad arrivare al Mulino di Ferno; passato il ponte, si costeggia il fiume Ticino, percorrendo poi il vecchio tracciato fino al ponte sul Villoresi, da qui una salita a tornanti che immette nuovamente nel sentiero che costeggia l’alzaia, fino all’ultimo ponte e l’arrivo alla piazzetta di Tornavento.
Dopo due gare non competitive per i più piccoli, alle 9.45 partono le gare dei master dall’inizio del sentiero sterrato della via De Amicis, suddivise in tre griglie, per limitare l’assembramento, con competitivi in prima battuta, e a seguire non competitivi del lungo e del corto; il meteo non è benevolo, con piogge intermittenti fin dalle prime luci dell’alba che non danno tregua se non per pochi attimi.
Al primo miglio il traguardo volante, dedicato al nostro amico Patrizio Bogni, che è stato vinto da Michele Belluschi e Ilaria Bianchi. Poi si porta un gruppetto al comando, ma già dopo il secondo chilometro è fuga tra i vincitori delle ultime due edizioni, Borgnolo e Belluschi; in campo femminile invece va in testa alla gara, in solitaria, Ilaria Bianchi.
Tutto procede per il meglio, anche la pioggia è cessata, però accade qualcosa che non avremmo mai voluto immaginare: poco prima del secondo ristoro, poco dopo il chilometro nove, una colonia di calabroni che ha fatto il nido nell’incavo di una pianta, esce ed inizia ad avventarsi sui runners che stanno transitando in quel momento; un centinaio di atleti sono ormai transitati e concluderanno la gara, gli altri invece vengono dirottati e concluderanno chi, un percorso ridotto per arrivare alla piazzetta del Belvedere, chi, tornando indietro fino alle dogane per ritornare in zona partenza: un grazie alla prontezza di un nostro socio sul percorso che decide di interrompere la gara, evitando conseguenze peggiori di quelle che sono ormai accadute.
All’arrivo ovviamente si sono mischiati gli atleti che hanno percorso l’intero tracciato con quelli che hanno percorso qualche chilometro in meno (circa tre). Per la classifica maschile la vittoria è andata a Belluschi Michele, in 53’21” seguito da Borgnolo Matteo, Palummieri Giulio, Tettamanti Stefano e Pessina Fabio, mentre la gara femminile è stata vinta da Bianchi Ilaria in 1h05’19”, seguita da Pulici Stefania, Cinzia Ponzetti, Lorena Lago e Rosanna Massari. La classifica ufficiale riporta 157 arrivati e 96 non classificati.
Come Cardatletica ringraziamo i nostri sponsor, che con il loro contributo ci hanno permesso di realizzare questa magnifica gara, i nostri soci, amici e volontari, che sono l’anima di questa manifestazione e tutti gli amici runners che ogni anno partecipano alla Cardacrucca.

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Arturo Barbieri

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina