Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 20, 2021 Ufficio Stampa F.I.Sky/Giorgio Pesenti- Pegarun 308volte

Campionati Europei di Skyrunning, la squadra italiana chiude al secondo posto

Fabiola Conti e Cristian Minoggio Fabiola Conti e Cristian Minoggio Foto Pegarun

19/20 Novembre - Fine settimana ricco di emozioni, ma anche estremamente impegnativo, per gli azzurri dello Skyrunning che, alla Pisão Extreme, hanno sfidato le altre nazioni (oltre 20) ai Campionati Europei di specialità. In gioco c’erano i titoli maschile e femminile che, nelle due distanze (65k e 35k) sono stati conquistati dagli spagnoli Manuel Merillas e Sandra Sevillano (per la gara lunga). Nella gara “corta” ad aggiudicarselo sono stati il fortissimo norvegese Stian Angermund, che chiude così una stagione dorata, e la spagnola Patricia Piñeda. Il vertice del medagliere quasi totalmente rosso-giallo ha fatto sì che la Spagna, già favorita ai pronostici, si posizionasse prima assoluta nella Classifica per Nazioni. Alle sue spalle, però, un’Italia che di anno in anno si avvicina sempre di più grazie all’impegno e alla crescita dei suoi atleti e allo sviluppo del movimento Skyrunning, che vede come capofila la FISky con il neo presidente 2021 Fabio Meraldi. 

“La Nazionale Italiana FISky si conferma ancora al secondo posto, dietro ad una grande Spagna, (ma un po’ più vicina) e davanti ai padroni di casa (la squadra portoghese, arrivata terza). Grande soddisfazione e grande squadra” – queste le parole del CT Roberto Mattioli. 

Nella 65k il miglior italiano è stato Luca Arrigoni (6° classificato), al femminile 5° e 6° posto per Giuditta Turini e Cecilia Pedroni. Quattordicesima piazza per Luca Carrara. Nella gara di 35k ottimi posizionamento per la new entry Fabiola Conti e per Cristian Minoggio, entrambi medaglia d’argento. Quinto assoluto Luca Del Pero, 11sima piazza per Gianluca Ghiano e 12° posto per Daniel Antonioli.

--------------

[G.P.]

19 e 20 novembre, una bella data da ricordare per il team Autocogliati pegarun: in Portogallo sulle montagne di Sella de Arada, attraversando i villaggi tipici di Gourim, Regoufe, Covas Monte, Aldeida da Pena, Fujaco e Arada, si sono svolti i due campionati Europei per nazionali di skyrunning: l’Extreme Pisao sky ultra di 65 km per un d+ di 6.500 metri e il Pisao skymarathon di 35 km per un d+ di 3.500.

Venerdì si è corso l’Europeo  Extreme di 65 km, una corsa dalle caratteristiche tecniche da capogiro per le difficoltà del percorso e per la notevole lunghezza del tracciato: la competizione è stata vinta dallo spagnolo Manuel Merillas in 8h31’14”; argento per il norvegese Anders Kiarevik in 8h40’26” e terzo lo spagnolo Manuel Bayo in 8h43’51”.

Per la nazionale Italiana, 6° Luca Arrigoni (team Autocogliati pegarun), residente a Costa di Mezzate (Bergamo) in 9h12’31”; 14° il bergamasco di Scanzorosciate, Luca Carrara, in 10h35’33”.

Nella Extreme femminile successo della spagnola Sandra Sevillano in 10h37’28”, seguita da due skyrunner della Russia, Varvara Shikanova in 10h44’58” e Zulfiya Gaynanova in 11h 04’40”. Al quinto e al sesto posto due italiane: la valdostana Giuditta Turini in 11h24’26” e Cecilia Pedroni (Autocogliati pegarun), residente a Abbiategrasso, in 11h28’05”.

Sabato 20 si è corsa la skymarathon di 35 km con la vittoria del norvegese Argemund-Vik Stian in 3h42’45”; vice campione europeo Cristian Minoggio (team Autocogliati pegarun), residente a Cannobio in provincia di Verbania, in 3h44’52”: Cristian è stato autore di una bellissima gara, è stato sempre nelle prime posizioni senza mollare un attimo; bronzo per lo spagnolo Jordi Sanchez in3h51’08”.

Per la nazionale italiana FISky quinto Luca del Pero (Falchi di Lecco) in 4h01’10”, 11° il piemontese Gianluca Ghiano in 4h23’57” e 13° Daniel Antonioli (residente ai Piani dei Resinelli – Lecco) in 4h26’23”.

Nella skymarathon femminile successo e titolo europeo ancora alla Spagna con Patricia Pineda Carnejo in 4h36’47”; vice campionessa Europea Fabiola Conti: la top running Autocogliati pegarun nei primi km di gara ha impensierito seriamente la campionessa Carnejo; terzo gradino del podio per un’altra spagnola, Mireia Torres in 4h57’55”.       

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina