Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 16, 2022 1471volte

Albenga (SV) – Trail della Gallinara, vincono Montani e Giovando

Riccardo Montani ed uno spettacolare passaggio con vista della Gallinara Riccardo Montani ed uno spettacolare passaggio con vista della Gallinara Racephoto

SELEZIONE DI FOTO - 16 gennaio 2022. Record di partecipanti! E già questa sarebbe una notizia, in un difficile periodo dove gli organizzatori sono costretti a rinviare le proprie gare, o addirittura annullarle. Invece al trail della Gallinara è stato realizzato il record di iscritti e classificati, questi i dati nel dettaglio, tra parentesi gli iscritti: 27 km, 165 (180); 12 km 164 (178). Da aggiungere 73 partecipanti alla non competitiva di 7 chilometri.



La gara sui 27 km (1300 mt di dislivello positivo) è stata avvincente, con l’esito incerto almeno fino a metà gara, quando l’emergente Riccardo Montani (Team Salomon) ha cambiato marcia ed ha continuato la corsa sino all’arrivo, suo il tempo di 2h15:48. Secondo posto per un altro atleta del team Salomon, il più volte nazionale Luca Carrara (2h19:06). Non è terminato lontano (2h20:53) un forte “evergreen” della RunRivieraRun, Giovanni Maiello, classi 1969.


Gara femminile apparentemente meno combattuta, con Chiara Giovando (Atl. Monterosa) che conclude la sua gara in 2h42:48. Segue in 2h49:11 Enrica Dematteis, della Podistica Valle Varaita. Terzo posto per Simona Demaria (2h53:06, Podistica Valle Grana).

SELEZIONE DI FOTO 



C’era anche la gara-non-gara sui 12 chilometri, in quanto non competitiva; nessuna classifica, comunque alla fine la più veloce è stata Giuseppina Mattone (Boves Run), al maschile invece Lorenzo Parodi (Atl. Alessandria).

La 12 chilometri è stata anche la mia scelta: percorso spettacolare, con l’isola della Gallinara sempre alla vista a tenerti compagnia. Si corre, e talvolta si cammina per le pendenze, in mezzo alla vegetazione tipica della Liguria: ulivi, lecci, piante cespugliose di ogni tipo, anche “pungenti”, ahimè, qualcuno le ha sperimentate. Un percorso molto panoramico ma è meglio non distrarsi troppo, non si può certo definirlo pericoloso (altrimenti farei ridere i veri trailer) tuttavia meglio tenere gli occhi sul tracciato, e magari ripromettersi di tornarci per una passeggiata. Primo mille facile, su asfalto, poi si sale, persino un tratto su gradini; si procede sempre in salita, ma le pendenze non sono severe e talvolta si tratta di falsopiani.



I conti invece si fanno dopo il sesto chilometro, una salita davvero cattiva e su fondo molto irregolare, un chilometro, forse meno, ma sembra molto di più, fino a raggiungere il punto più alto del percorso, poi finalmente si scende. Finalmente….si fa per dire, perché la discesa è spesso impegnativa, su fondo sconnesso e se ti sei giocato le gambe in salita…l'è düra (si dice dalla mie parti). Già, se poi il massimo del tuo allenamento padano lo hai fatto sui cavalcavia, c’è poco da pretendere. Ma queste sono le classiche situazioni dove sai di non poter essere competitivo ed allora te la godi (è sempre tutto relativo), ti guardi in giro. Assicuro che ne vale proprio la pena.


Speaker della gara Roberto Giordano.

Alla fine tutto bene, anzi davvero bene; bella gara, bene organizzata da quelli dell’Albenga Runners e la Baia del Sole. Logistica presso un campeggio, ampi spazi a disposizione per la gestione del ritiro pettorali (controlli anticovid più che adeguati ) e parcheggi. Difficile avere di meglio.



La classifica dei primi 5 atleti:

1-Riccardo Montani, 2h15:48

2-Luca Carrara, 2h19:06

3-Giovanni Maiello, 2h20:53

4-Donatello Rota, 2h23:20

5-Alberto Ghibellini


La classifica delle prime 5 atlete:

1-Chiara Giovando, 2h42:10

2-Enrica Dematteis, 2h49:11

3-Simona Demaria, 2h53:06

4-Martona Gioco, 2h58:54

5-Valeria Adige, 3h05:39


Arrivederci al 2023, credo proprio che tornerò da queste parti.


SELEZIONE DI FOTO 


 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina