Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ago 29, 2019 Comitato Organizzatore 269volte

Sasso Morelli (Imola) - 8 settembre, si corre la 2^ Campestre CLAI

 

Da Villa la Babina a Palazzo Morelli, passando per il salumificio, l’impianto biogas e l’antica Pieve di Cantalupo, per arrivare al filare di Farnie monumentali di via Papotta e tagliare il traguardo al Centro Direzionale Clai

Sasso Morelli (Imola) – In occasione della 29° Festa del Contadino, domenica 8 settembre, CLAI e l’Atletica Imola Sacmi Avis organizzano la 2ª edizione della “Campestre CLAI”. Come lo scorso anno, la corsa su strada di 12 chilometri, inserita nel Calendario Regionale FIDAL, verrà affiancata da una “Passeggiata Ecologica” di 7 chilometri, organizzata in collaborazione con la Polisportiva di Sasso Morelli, per sostenere, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale del territorio.

Al termine della gara competitiva saranno premiati i primi tre classificati maschili e femminili assoluti, insieme ai primi tre classificati di ogni categoria. Infine, ci saranno riconoscimenti anche alle prime tre società̀ con il maggior numero d’iscritti. Anche quest’anno tutto il ricavato sarà interamente devoluto alla ASD Atletica Imola Sacmi-Avis per le attività educative sportive.

La partenza: Villa La Babina

La partenza e l’arrivo saranno a Villa la Babina, dal 1999 di proprietà di Clai, che l’ha eletta a proprio Centro Direzionale. Si tratta di un luogo che l’azienda ha restaurato e riqualificato nel desiderio di sostenere il territorio in cui sorge. La grande casa di villeggiatura, ristrutturata alla fine del Settecento, conserva elementi architettonici di chiaro gusto neoclassico. Totalmente restaurato anche il bellissimo parco che custodisce la Villa: esso conserva ancora oggi intatto l'impianto di giardino ottocentesco, tipico delle dimore signorili, dislocate lungo la pianura bolognese; si caratterizza per le diverse specie arboree presenti, tra cui la farnia e il leccio. Splendida, poi, la collezione di ortensie, rose e peonie. Parco e Villa sono inseriti nel circuito dei Grandi Giardini Italiani, network che racchiude e tutela i più prestigiosi giardini della penisola.

1° passaggio: stabilimento di via Gambellara

Una volta lasciata la Villa gli atleti correranno accanto allo storico Salumificio Clai di via Gambellara. Qui nascono, nel rispetto della tradizione, della qualità e dell’artigianalità imolese, i prodotti Clai: carni e salumi realizzati con carne esclusivamente 100% italiana che arriva da suini nati e allevati in Italia dai soci allevatori Clai attraverso una filiera integrata di proprietà.

2° passaggio: impianto Biogas

Superato lo stabilimento Clai, l’itinerario fa tappa all’impianto Biogas, fiore all’occhiello dell’impegno della Cooperativa nel campo della sostenibilità ambientale. L’impianto permette a Clai di autoprodursi energia elettrica e calore attraverso sottoprodotti e scarti della macellazione.

3° passaggio: Antica Pieve di Cantalupo

Dopo aver toccato i luoghi simbolo della storia di Clai, il tracciato della gara si immerge nel patrimonio culturale del territorio passando per la Chiesa plebana di Sant’Apollinare in Cantalupo, antichissima pieve documentata già nel 1146.

Ciò testimonia quanto sia importante per Clai il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano: la Cooperativa, infatti, sostiene i progetti del FAI volti al recupero di edifici storici e chiese.

4° passaggio: Palazzo Morelli

A distanza di qualche chilometro dalla Pieve gli atleti raggiungeranno la quinta tappa: Palazzo Morelli, edificio progettato da Cosimo Morelli (1732-1812), sito a Sasso Morelli, frazione di Imola. Questo borgo dista circa dieci chilometri dal centro del suo comune e la peculiarità è l’aspetto rurale che lo caratterizza. La borgata di Sasso fu costruita fra il 1780 e il 1785 da Cosimo Morelli, che diede il suo nome al nuovo agglomerato urbano sorto intorno a una piazza quadrilatera sulle quali si affacciavano le dimore dei contadini e, aldilà del canale Correcchio, la villa di proprietà dello stesso architetto. La sua piazza, che risale al Settecento, ospita alcune importanti feste paesane del territorio. Queste sono legate in particolare alla coltivazione delle viti e ai metodi per fare il vino. Morelli, architetto di origine ticinese, lavorò a Imola a partire dalla seconda metà del Settecento. La benevolenza della corte papale gli consentì di esercitare a lungo nelle regioni della legazione pontificia, creando un robusto linguaggio architettonico neo cinquecentesco, che ben si adattava al desiderio papale di un’architettura uniforme e riconoscibile. Il suo impegno a Imola portò alla ridefinizione del volto urbanistico, che andò così perdendo il suo aspetto all’epoca ancora medievale. Il Palazzo comunale, la Cattedrale, il Palazzo vescovile, la Chiesa di Santa Maria in Regola sono solo alcune tra le più importanti realizzazioni architettoniche da lui progettate a Imola.

A fianco del Palazzo Morelli si erge la chiesa settecentesca, con facciata a mezzogiorno preceduta da un portico con tre archi sul piazzale della villa, oggi Mongardi; a levante sta il torrente Correcchio, alla cui destra si stende il paese di Sasso Morelli. L'interno presenta quattro altari, tra cui il maggiore dedicato alla Natività. Il piccolo campanile è a guglia, su di esso sono erette ancora le tre campane. Dal 1828 la chiesa, come l'attigua villa, sono di proprietà della famiglia Mongardi.

Clai ha voluto che la gara passasse da questo luogo per omaggiare il sapere di Morelli, un architetto, ma prima di tutto un uomo. La storia di CLAI è fatta di uomini, che con dedizione e anni di lavoro, hanno reso concreto e vissuto il patto intergenerazionale, vero fondamento di questa impresa.

5° passaggio: filare di Farnie monumentali di via Papotta

Il traguardo, situato al Centro Direzionale Clai, è preceduto da un’ultima tappa: Clai ha voluto valorizzare la natura paesaggistica di Sasso Morelli scegliendo di correre lungo il suggestivo filare di farnie monumentali di via Papotta.

Campestre e Passeggiata ecologica Clai – Informazioni utili 

Il programma prevede una gara competitiva di 12 km e una passeggiata ecologica di 7 km. Sia per la Campestre che per la Passeggiata Ecologica il ritrovo è fissato presso il Centro Direzionale della Coop. Clai a Sasso Morelli in via Sasso Morelli 40, alle ore 7.30, mentre la partenza sarà alle 9.30.

Il costo delle iscrizioni è di €5 per la competitiva (se effettuata entro la mezzanotte di giovedì 6 settembre, altrimenti sarà di €8), e di €2 per la Passeggiata Ecologica. A tutti i partecipanti della corsa sarà consegnato un pacco gara contenente due salamini Clai e un buono per piadina con affettato, mentre gli iscritti alla camminata riceveranno un salamino. Alla podistica possono partecipare gli atleti nati non oltre l’anno 2000 e tesserati per società affiliate alla Fidal, oppure in possesso di «Runcard» o tesserati per un Ente di Promozione Sportiva.

Solo per la Campestre è obbligatorio presentare un certificato medico valido di idoneità agonistica specifica per l’atletica leggera. Al termine della gara saranno premiati i primi tre classificati maschili e femminili assoluti, insieme ai primi tre classificati di ogni categoria. Infine, ci saranno riconoscimenti anche alle prime tre società con il maggior numero d’iscritti.

Maggiori info su: http://www.clai.it/domenica-8-settembre-2019-la-ii-campestre-clai-a-sasso-morelli/

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina