Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 24, 2019 Ufficio Stampa Evento 929volte

Presentata la 34^ Huawei Venicemarathon

 

Domenica saranno al via 13.000 runners, con 3.000 stranieri provenienti da 57 nazioni. Iscrizioni sold out per la VM10KM. L'edizione numero 34 sarà una "maratona per l'ambiente". Yohannes Chiappinelli al via nella VM10KM.Giusy Versace e Alex Zanardi sabato 26 ottobe all'Exposport per la solidarietà.
Venezia, 22 ottobre 2019 - Il 34esimo compleanno della Huawei Venicemarathon verrà festeggiato da oltre 13.000 runners che daranno vita alla grande festa della Maratona di Venezia e della sua 10K, che domenica mattina formeranno un lunghissimo serpentone colorato che unirà, idealmente in un abbraccio, la Riviera del Brenta, Mestre e Venezia fino a Riva Sette Martiri, traguardo unico per le due corse. Due dati molto interessanti sono il numero delle donne iscritte, circa 5.000 (40%) e i 3.000 stranieri provenienti da 57 nazioni.

La maratona prenderà il via alle 9.30 mentre la 10K partirà alle 8.30. La gara sarà teletrasmessa in diretta internazionale, con una copertura che raggiungerà oltre 80 paesi. In Italia andrà in onda in diretta su Raisport, visibile sul digitale terrestre (canale 57), sul satellite (canale 227), con collegamento a partire dalle ore 9.20 e in streaming, sempre dalle ore 9.20, sui siti www.raisport.rai.it e www.huaweivenicemarathon.it. Quest’anno la produzione sarà a cura di PMG Sport, official broadcaster dell’evento, che garantirà una distribuzione più capillare delle immagini, coinvolgendo anche una serie di piattaforme web.

Si sta delineando il cast degli atleti più forti che domenica si daranno battaglia della 34^ Huawei Venicemarathon. In campo maschile, il favorito sulla carta è il keniano Andrew Ben Kimtai, classe 1989, che vanta un personale di 2h08’32” realizzato alla Maratona di Siviglia nel 2018 e che quest’anno ha già vinto la maratona di Wuhan in Cina. Oltre a lui, da segnalare anche l’altro keniano Yegon Geofrey, secondo alla Roma-Ostia 2019 e atleta capace di correre per ben 4 volte la mezza maratona sotto l’ora. E poi ancora Moses Mengich secondo alla maratona di Treviso quest’anno, Henry Kiprop e Daniel Gatheru. Per l’Etiopia, invece, i migliori iscritti sono Habtamu Asefa e Tsegaye Hiluf, mentre in chiave azzurra torna a Venezia Ahmed Nasef, campione italiano di maratona a Verbania nel 2016.

Tra le donne, da evidenziare la keniana Cynthia Cherop, che ha come miglior crono il tempo di 2h25’55" ottenuto lo scorso marzo alla maratona di Los Angeles, tempo però non omologato. Due mesi dopo, a maggio quindi, la Cherop ha corso la mezza maratona di Goteborg in 1h08’26”, gara nella quale è arrivata seconda. Assieme a lei, saranno al via le connazionali Judith Korir, vincitrice della maratona di Belgrado dello scorso 14 aprile, e Jackline Atudonyang al debutto. Ritorna quest’anno anche la keniana Brendah Kebeya, quarta lo scorso anno a Venezia e fresca del personale sulla distanza (2h34’29”) ottenuto ad Hannover. Completano il cast l’etiope Meka Wake, che quest’anno ha corso in 2h32’01”, suo personal best, e l’ultramaratoneta croata Nikolina Sustic, campionessa del mondo 2018 della 100K su strada, vincitrice per il quinto anno consecutivo della 100 km del Passatore e che quest’anno ha saputo correre la maratona in 2h37’55”. Per l'Italia, torna per la settima volta a Venezia la vicentina Maurizia Cunico.

Nella VM10KM, occhi puntati su Yohannes Chiappinelli, l’atleta senese di origine etiope e portacolori del Gruppo Sportivo Carabinieri, bronzo agli Europei di Berlino nel 2018 sui 3000 siepi. In campo femminile, le maratonete Sara Dossena e Valeria Straneo saranno, anche loro, al via della gara in qualità di “brand ambassador” dell’azienda Ventura, marca leader nel mercato della frutta secca ed essiccata. Correranno la 10km al fianco dei vincitori del contest promosso da Ventura "Vinci una giornata con loro!".

Il percorso
Confermato lo splendido percorso che da Stra giunge a Riva Sette Martiri e confermato anche il passaggio attraverso M9, il distretto del nuovo Museo multimediale del '900 di Mestre. Tra le novità: per la prima volta quest’anno gli atleti correranno in Venezia su nuove passerelle, in linea con il decoro della città, studiate su misura e posizionate dal Comune di Venezia. Questo rappresenta un risultato tangibile e non provvisorio di un percorso e di una sensibilità verso il problema dell'accessibilità che gli organizzatori della Maratona di Venezia è cominciato con la prima edizione del 1986. Quest'anno, inoltre, come ha spiegato Federica Bosello dell'Autorità Portuale, gli atleti transiteranno in sicurezza sulla passerella provvisoria che collega l'area di San Basilio alle Zattere grazie ad un intervento tempestivo dell'Autorità Portuale. Il ponte, infatti, è chiuso dallo scorso luglio perchè non più agibile.

La Messa del Maratoneta
Sabato 26 ottobre alle ore 17.30 sarà celebrata la Messa del Maratoneta nella chiesa di San Zulian (Calle Specchieri San Marco, vicino alla Basilica e alla splendida Piazza), promossa da Athletica Vaticana, la rappresentativa sportiva della Santa Sede. Al termine della Messa verrà impartita la benedizione degli sportivi e sarà recitata anche la “Preghiera del maratoneta”, tradotta in 37 lingue tra cui arabo e cinese ma anche etiope e swahili. La messa di Venezia sarà l’apertura delle celebrazioni che precederanno poi le maratone a New York, Valencia, Firenze, Vienna e Roma.

29^ Exposport Venicemarathon Village
Da venerdì 26 ottobre, invece, si entra ufficialmente nel vivo con l’apertura del 29^ Exposport Venicemarathon Village, con inaugurazione alle ore 11. Due aree eventi e due palchi (uno esterno e uno interno) garantiranno un flusso continuo e ininterrotto di attività e presentazione.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina